Chi è Online

Chi è Online

350 utenti
Libri.itJOHN FORDCINEMA DEGLI ANNI MICHAEL MANNHORROR CINEMAI CAPOLAVORI DEL CINEMA DEGLI ANNI
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tutti i filmati di Arcoiris Tv Torino

Totale: 17

02)- Responsabilita Politica

Responsabilità Politica, Francesco Forgione ne parla all'Unito
12 Febbraio 2008
Palazzina Einaudi, Torino
Visita il sito: www.gruppoabele.org

Gruppo Abele - Responsabilità politica

Responsabilità politica : idealeregolativo o utopia concreta?Piercamillo Davigo,Grazia Mannozzi e Tito Boerine parlano all'UNITO13 Marzo 2008

Il Leone Verde Compie dieci anni!

Il Leone Verde nasce a Torino nel 1997 con l'obiettivo editoriale di proporre testi inediti, mai tradotti in italiano o pochissimo noti delle tradizioni sapienziali. Introduzioni, studi critici e note al testo sono sempre di livello assai elevato e curati da specialisti di queste tematiche. Le traduzioni sono sempre dalle lingue originali. Nonostante il rigore scientifico non si è affatto pensato a lettori specialisti, ma a un pubblico vasto: per questa ragione si è esclusa l'opzione del testo originale a fronte.
In questi dieci anni sono stati pubblicati testi della tradizione cristiana occidentale e orientale, induista, tibetana, islamica e pagana; testi mistici, metafisici, simbolici e dalla tradizione ermetica, come pure agiografie nonché studi e saggi su tematiche tradizionali (collane "Biblioteca dell'anima", "Via lattea", "L'isola", "Lumina mundi"). Alle collane precedenti se ne è affiancata una specificamente dedicata a scritti brevi del primo Sufismo (collana I gioielli) che propone testi tradotti per la prima volta in lingua occidentale, la cui cura è affidata ai migliori specialisti italiani.
Di recente poi sono state aperte altre prospettive di lettura, più accessibili al grande pubblico. La collana Leggere è un gusto esplora i percorsi gastronomici tra cucina e letteratura; libri che esaminano gli intrecci gastronomico-letterari presenti in piccoli e grandi capolavori, che mettono in rilievo le valenze espressive dei piatti e dei momenti di convivialità, che ne esaminano i riflessi sulla trama e sui personaggi.
Anche la narrativa è presente: la collana Donne altrove propone testi letterari di altissimo livello di autrici dell'area mediorientale, sempre tradotti dalle lingue originali; libri godibili soprattutto (ma non esclusivamente) da un pubblico femminile.
Il bambino naturale infine intende offrire studi specifici dedicati a tematiche relative all'infanzia, secondo una prospettiva il più possibile lontana da pratiche e logiche commerciali e industriali.
Realizzato da Arcoiris Torino
Visita il sito: www.leoneverde.it
Visita il sito: www.gruppoabele.org

La piuma e la montagna - prima parte

Presentazione del libro "La piuma e la montagna" con Giovanni de Luna e Gian Carlo Caselli: Questo lavoro ha due comuni denominatori. Il primo è la memoria storica di chi ha pagato con la vita il suo impegno pubblico. Il secondo un'esigenza di giustizia e verità: infatti quasi tutte le morti qui raccontate sono rimaste impunite. Attraverso la voce di chi le ha conosciute e ha condiviso quella stagione di militanza politica, il volume ricostruisce le storie di Giuseppe Pinelli, Franco Serantini, Mario Lupo, Roberto Franceschi, Tonino Micciché, Piero Bruno, Francesco Lorusso, Walter Rossi, Fausto e Iaio, uccisi dalle forze di polizia nel corso di manifestazioni o vittime di agguati fascisti."La mancanza di certezze giudiziarie su quelle morti - scrive Giovanni De Luna nell'introduzione - equivale alla sparizione dei corpi, all'assenza di una tomba".Guarda la seconda parte

Visita: www.associazionebraghin.org

La piuma e la montagna - seconda parte

Presentazione del libro "La piuma e la montagna" con Giovanni de Luna e Gian Carlo Caselli: Questo lavoro ha due comuni denominatori. Il primo è la memoria storica di chi ha pagato con la vita il suo impegno pubblico. Il secondo un'esigenza di giustizia e verità: infatti quasi tutte le morti qui raccontate sono rimaste impunite. Attraverso la voce di chi le ha conosciute e ha condiviso quella stagione di militanza politica, il volume ricostruisce le storie di Giuseppe Pinelli, Franco Serantini, Mario Lupo, Roberto Franceschi, Tonino Micciché, Piero Bruno, Francesco Lorusso, Walter Rossi, Fausto e Iaio, uccisi dalle forze di polizia nel corso di manifestazioni o vittime di agguati fascisti."La mancanza di certezze giudiziarie su quelle morti - scrive Giovanni De Luna nell'introduzione - equivale alla sparizione dei corpi, all'assenza di una tomba".Guarda la prima parte

Visita: www.associazionebraghin.org

La sicurezza e il contrasto alle mafie al nord

Gian Carlo Caselli, procuratore di Torino e Marco Martino, dirigente della Squadra Mobile di Torino discutono di sicurezza e contrasto alle mafie nel nord Italia. L'incontro è promosso da ACMOS e Libera Piemonte.

Visita: acmos.net

Moni Ovadia - Siamo tutti stranieri

All'interno della rassegna Noialtri, organizzata dal Gruppo Abele, l'intervento di Moni Ovadia, attore e regista, sul tema dello "straniero".

Visita: www.gruppoabele.org

Presentazione del libro: Bambini Psicoprogrammati

Antonella Randazzo presenta Bambini Psicoprogrammati
Fino a pochi decenni fa i genitori discutevano spesso dello stile educativo da adottare con i loro figli. Ad esempio, se essere più o meno severi, o fino a che punto assecondare le richieste di oggetti inutili da parte del bambino. Oggi è sempre più raro trovare genitori che discutono sullo stile educativo da seguire, e sempre più spesso emerge il discorso su “come sono i bambini di oggi”. E’ come se il comportamento dei bambini fosse diventato sempre più difficile da comprendere e gli interventi educativi fossero sempre meno efficaci. Perché i genitori si sentono sempre più impotenti verso i comportamenti, talvolta molto aggressivi, dei loro figli? Cosa è cambiato in questi ultimi decenni, che ha reso sempre più insicuri i genitori? Cosa ha creato così tanta distanza fra bambini e genitori?
Realizzato da Arcoiris Torino
Visita il sito: www.leoneverde.it
Visita il sito: www.gruppoabele.org

Presentazione del libro: C'è una fine per tutto

Sergio Restagno presenta C'è una fine per tutto
Il racconto, che fluisce in prima persona, è una sorta di diario, di registro terapeutico dove la difficoltà di esistere si misura con la realtà di tutti i giorni. C'è un uomo al centro della scena, intorno il suo lavoro, gli amici, l'amore: l'ambiente principale dell'azione pare essere il mondo esterno che lo avvolge, che forse appena lo sfiora; invece, se si legge più in profondità, il protagonista vive una sua oggettività interiore, che finisce per essere la vera quotidianità della sua essenza. In particolare, questa ambivalenza affiora in modo esemplare nelle descrizioni delle lezioni di filosofia che svolge in un'aula di liceo...
Ma questa storia individuale ha anche forti connotati generazionali. La disillusione per un sistema di cose che non si è riusciti a cambiare, che fa ancora più rabbia quando ne conosciamo i meccanismi e li vediamo all'opera, forse tipica di chi inizia a trarre bilanci della prima parte della sua vita. E non è solo una questione relativa ai grandi temi come giustizia, solidarietà, guerra e pace, ma è impresa che tocca molto più da vicino il vivere semplice di ogni giorno.
Realizzato da Arcoiris Torino
Visita il sito: www.magema2000.net/vetrinalibraria.htm
Visita il sito: www.gruppoabele.org

Presentazione del libro: Con i Partigiani in Valbormida, Valle Uzzone, Valle Belbo, Langhe

Gianni Toscani presenta il suo libro Con i Partigiani in Valbormida, Valle Uzzone, Valle Belbo, Langhe
"Non molto tempo fa, con Gianni Toscani ci stiamo trovati durante una conferenza a discutere sulla situazione dell'editoria valbormidese e, in particolare, su quanto è stato pubblicato fino ad oggi relativamente al periodo resistenziale. Sicuramente negli ultimi anni sono state edite svariate opere relative a tale argomento, ma nessuna era il sunto della storia delle diverse Divisioni, siano state formazioni Autonome o Garibaldine, Cattoliche o Gielliste.
Quella sera si è creata una sorta di amichevole sfida, che io non pensavo Toscani raccogliesse in modo così profondo, serio e motivato.
Dai suoi studi e dall'apporto insostituibile di alcune figure importanti della Resistenza locale è scaturito questo lavoro poliedrico, di ricerca, di raccolta di testimonianze dirette da parte di partigiani e di loro familiari, di documenti e fotografie d'epoca.
E' un progetto imprescindibile per questa nostra epoca in cui possiamo ancora dialogare con i testimoni, un progetto che tocca il vasto territorio della Valle Bormida, Belbo, Uzzone e delle Langhe, in una sorta di viaggio virtuale super partes che unisce combattenti di fede e credo politico differenti, ma accomunati da una stessa volontà di contribuire alla lotta contro il nemico.
E' fondamentale offrire il tributo di un ricordo a coloro che hanno sacrificato la loro vita, unendolo alla attestazione della nostra gratitudine per i testimoni di allora che oggi, con estrema disponibilità, hannno messo in gioco memorie spesso dolorose.
E' doveroso perpetuare le loro parole, che sarà poi la Storia, con le sue regole, a consegnare al futuro.
Per noi ora è necessario dare loro voce, perchè si possa, come ha scritto il Comandante Gildo Milano comprendere lo spirito di quei giorni".
Dal commento dell'Assessore alla Cultura della Comunità Montana Alta Val Bormida, Avv. Marco Pella
Realizzato da Arcoiris Torino
Visita il sito: www.magema2000.net/vetrinalibraria.htm
Visita il sito: www.gruppoabele.org