Arcoiris TV

Chi è Online

194 utenti
Libri.itMIGUEL RIO BRANCO. MALDICIDADECHRISTO AND JEANNE-CLAUDE - edizione aggiornataREMBRANDT. THE COMPLETE PAINTINGSFERRARI - Art EditionBESTIARIO VERTICALE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: ANTIMAFIA

Totale: 141

Rita Borsellino, un convegno.

Il video di uno dei tanti incontri di Rita Borsellino in giro per la Sicilia.
Tanti gli argomenti affrontati: dai beni sequestrati alla mafia, al bilancio disastrato della regione Sicilia. In chiusura i commenti e le speranze dei tanti sostenitori della candidata alle elezioni regionali siciliane del 2007.

Intervista esclusiva a Francesco Saverio Borrelli

Francesco Saverio Borrelli, ex-Procuratore Generale della Corte d'Appello di Milano, ripercorre criticamente la storia di Mani Pulite e le vicende immediatamente successive.
Un'intervista in cui emergono con forza la sottigliezza del pensiero, l'arguzia dello spirito e la disincantata capacità di analisi del magistrato milanese.
Intervista a cura di Giovanni Dognini, Radio Città del Capo.

Visita: www.radiocittadelcapo.it

Roberto Saviano: Il Sistema Camorra

Roberto Saviano - scrittore. Risiede a Napoli ed è aprezzato autore diinchieste sulla camorra, di cui parla anche in questo intervento.
"...l'errore più grave che si fa quando si osserva il fenomeno camorra equello di considerarlo un fenomeno criminale quando invece è un fenomeno dipotere dove l'aspetto criminale e solo uno degli aspetti ".

Incontro con Giovanni Impastato - Fratello di Peppino Impastato

Giovanni Impastato è presidente della Centro Siciliano di Documentazione "Giuseppe Impastato". Il centro è nato per continuare l'azione di Peppino Impastato, che denunciò i misfatti della mafia con ogni mezzo e soprattutto attraverso la sua radio indipendente, "Radio Aut", che trasmetteva a poca distanza dalla casa di Tano Badalamenti a Cinisi. Peppino Impastato fu ammazzato dalla mafia nella notte tra l'8 e il 9 maggio 1978.
Tutti sanno che Peppino Impastato fu ucciso dalla mafia a Cinisi il 9 maggio 1978: il suo corpo venne trovato dilaniato dal tritolo sulla ferrovia Palermo-Trapani. Ma ci sono voluti più di vent'anni per dimostrare che quello di Peppino era stato un omicidio mafioso ordinato dal boss Tano Badalamenti (il quale, peraltro, è morto in carcere negli Stati Uniti lo scorso anno). La storia di questo ragazzo che, pur essendo figlio di un mafioso, credeva nella giustizia e osò sfidare la mafia attraverso le frequenze di Radio Aut, è stata raccontata magistralmente dal regista Marco Tullio Giordana nel film «I cento passi».
Incontro registrato presso il circolo Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia).
Visita il sito: www.centroimpastato.it

Video inedito di Paolo Borsellino

Il giudice Borsellino incontra, il 26 gennaio del 1989, gli studenti di Istituto professionale di Stato per il commercio "Remondini" di Bassano del Grappa.
Incisivo e didascalico, affronta tutti i temi fondamentali: dalla mafia alla legalità.
Video avuto per gentile concessione del Prof. Enzo Guidotto, Presidente dell'Osservatorio veneto sul fenomeno mafioso e Consulente della Commissione Parlamentare Antimafia.
Visita il sito: www.centroborsellino.it
Vistia il sito: www.narcomafie.it
Vistia il sito: www.antimafiaduemila.com

Intervento di Rita Borsellino

Intervento di Rita Borsellino (Associazione Libera)
durante il dibattito:
Mafia - Perchè, se tutti la combattono, nessuno ha ancora sconfitto la mafia
Visita il sito: www.lilliputfestival.org

Intervento di Giancarlo Caselli

Intervento di Giancarlo Caselli (Magistrato)
durante il dibattito:
Mafia - Perchè, se tutti la combattono, nessuno ha ancora sconfitto la mafia
Visita il sito: www.lilliputfestival.org

Intervento di Don Luigi Ciotti

Intervento di Don Luigi Ciotti (Gruppo Abele)
durante il dibattito:
Mafia - Perchè, se tutti la combattono, nessuno ha ancora sconfitto la mafia
Visita il sito: www.lilliputfestival.org

Intervista all'Onorevole Luciano Violante

Oggi la mafia controlla gli appalti pubblici la corruzione agisce sulla politica locale: ugualmente pericolosa anche se più silente.
- Le reti di Berlusconi sono proprietà privata, vanno rispettate ma non privilegiate. Ma lui è anche la rappresentazione di cosa sia l'infezione che è creata dalla concetrazione del potere mediatico. Un rischio troppo alto.
Visita il sito: www.articolo21.com

Presentazione del libro 'GIUSTIZIA E VERITA' Gli scritti inediti del giudice Paolo Borsellino