156 utenti


Libri.itNONNINA E IL LUPOHISTORY OF GRAPHIC DESIGN – 40th AnniversarySUPERCIUCCIO VOL. 2COME LE NUVOLEIL LUPO IN MUTANDA 4 - È UN FANNULLONE!
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!








Categoria: èStoria

Totale: 256

Patria celeste e città dell’uomo

èStoria 2009 - Patria celeste e città dell’uomo - Erodoto domenica 24 maggio ore 15.30 - Intervengono Mario Botta, Franco Buzzi e Vittorio Vidotto. Coordina Armando Torno.
Di fronte all’impensabile caduta dell’Urbe in mano ai visigoti e in prossimità della fine dell’impero romano, Agostino ripensa in chiave cristiana al concetto di cittadinanza, in una visione analizzata e discussa in un incontro tra un teologo, un architetto e uno storico, a ribadire l’attualità del pensiero agostiniano.

Il genocidio armeno

èStoria 2009 - Il genocidio armeno - Erodoto venerdì 22 maggio ore 10.30 - Intervengono Alberto Rosselli e Yves Ternon. Coordina Marco Cimmino
Quello degli armeni è stato tra i primi genocidi condotti su base sistematica nell’età contemporanea: un paradigma delle fratture novecentesche nel dialogo fra esponenti di storia e letteratura.

Schiavi dei numeri

Conversano Giuseppe O. Longo, Piergiorgio Odifreddi. Tenda Erodoto venerdì 20 maggio ore 18.30

Hic manebimus optime: l’impresa di Fiume (Alessandro Barbero, Giordano Bruno Guerri, A. Sbuelz)

èStoria 2009 - Hic manebimus optime: l’impresa fiumana tra futurismo, anarchia e mito rivoluzionario - Erodoto venerdì 22 maggio ore 18 - Intervengono Alessandro Barbero, Giordano Bruno Guerri e Antonella Sbuelz. Interviene e coordina Stefano Mensurati.
La vittoria italiana al termine della Prima guerra mondiale fu vissuta in seguito agli accordi di pace come una “vittoria mutilata” per la mancata annessione di svariati territori tra cui quelli illirici. A levarsi contro queste decisioni fu anzitutto Gabriele D’Annunzio, che occupando la città di Fiume scrisse un’importante pagina dell’epica italiana contemporanea, ancora oggi oggetto di discussione.

Storia del confine orientale

èStoria 2009 - Storia del confine orientale - Apih venerdì 22 maggio ore 9.30 - Intervengono Franco Cecotti e Bruno Pizzamei. Presenta Fabio Todero.
Il confine più mobile d’Italia ricostruito nella sua evoluzione e nei suoi spostamenti, inserito nel contesto storico e nelle dinamiche degli Stati protagonisti della vita politica intorno all’Adriatico.
In collaborazione con l’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione del Friuli Venezia Giulia.

L’unità ad ogni costo: l’Italia nel 1859

èStoria 2009 - L’unità ad ogni costo: l’Italia nel 1859 - Apih venerdì 22 maggio ore 11.30 - Intervengono Quirino Principe e Lucy Riall. Coordina Gian Paolo Carbonetto.
Le vicende della seconda guerra d’indipendenza italiana portano al primo cospicuo successo militare in vista dell’unificazione. Gli aspetti bellici e diplomatici vanno tuttavia considerati insieme alla temperie culturale del momento e agli elementi propagandistici e di comunicazione di massa, posti forse per la prima volta al servizio della patria.

Una storia spezzata: gli italiani della costa orientale dell’Adriatico

èStoria 2009 - Una storia spezzata: gli italiani della costa orientale dell’Adriatico - Erodoto domenica 24 maggio ore 9 - Intervengono Corrado Belci, Piero Delbello, Anita Forlani, Egidio Ivetic, Roberto Spazzali e Lucio Toth. Coordina Sergio Tazzer.
Dalla persecuzione all’esodo, un incontro per ricordale le difficoltà e i patimenti degli italiani che in seguito alla sconfitta della seconda guerra mondiale furono costretti a scegliere tra abbandonare casa e terra natia o restare pagando prezzi anche molto alti.

Le patrie di Obama

èStoria 2009 - Le patrie di Obama - Erodoto sabato 23 maggio ore 18.30 - Intervengono Mario Calabresi e Federico Romero. Coordina Piercarlo Fiumanò.
Barack Obama, uomo considerato simbolo del multiculturalismo e del melting pot americano, ha tuttavia legato la propria ascesa al servizio della sua patria: esempio di una storia complessa e contraddittoria che vede la fusione tra diversità e uguaglianza nella vita civile degli Stati Uniti d’America.

I Balcani fra ‘800 e ‘900: la guerra, la pace, le città e l’Europa

èStoria 2009 - I Balcani fra ‘800 e ‘900: la guerra, la pace, le città e l’Europa - Erodoto sabato 23 maggio ore 17 - Intervengono Marco Dogo, Fabio Mini e John R. Schindler. Coordina Silvio Maranzana.
Dalla dissoluzione dei grandi imperi, ottomano prima e austro-ungarico poi, nascono gli Stati balcanici, con le loro differenze etniche, religiose e culturali. Gli scontri frequenti e i cruenti episodi che in anni recenti hanno scioccato l’opinione pubblica internazionale vanno spiegati tenendo conto del grande numero di parti in causa e degli interessi strategici in gioco nell’area anche per altri Paesi.

Popoli, etnie, cittadinanza ed emarginazione nel medioevo e nell’età moderna

èStoria 2009 - Popoli, etnie, cittadinanza ed emarginazione nel medioevo e nell’età moderna – Erodoto venerdì 22 maggio ore 9 - Intervengono Stefano Gasparri, Giovanni Ricci, Giacomo Todeschini. Coordina Miriam Davide
Il passaggio dalla christianitas medievale allo Stato moderno procede di pari passo con la definizione degli esclusi: discriminazioni politiche, religiose, economiche e di ogni genere si accompagnano al progresso sociale tra evo medio e modernità.