218 utenti


Libri.itJAPANESE WOODBLOCK PRINTS - 40th AnniversaryIL PESCESAN FRANCISCO, PORTRAIT OF A CITYIMMAGINA DI ESSERE QUI ANCHE TUALICE SOTTO TERRA - WHITE RABBIT EDITION
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!








Categoria: èStoria

Totale: 255

Io credo che ci siano due patrie…

èStoria 2009 - “Io credo che ci siano due patrie…” - Erodoto domenica 24 maggio ore 10.30 - Intervengono Gino Bandelli, Jean-Michel David e Andrea Giardina. Coordina Alessandro Giuli.
“Io credo che ci siano due patrie, l’una di natura, l’altra di cittadinanza. Come Catone, nato a Tusculum, venne ammesso alla cittadinanza romana, e fu così per nascita tuscolano, per cittadinanza romano, ed ebbe una patria geografica, ed una di diritto; così noi chiamiamo ‘patria’ sia quella in cui siamo nati, sia quella dalla quale siamo stati accolti” (Cicerone, De legibus, II 1 sgg.). Patria e cittadinanza analizzati come valori fondanti del mondo romano.

Il terrore e la memoria: la strage di Piazza Fontana

èStoria 2009 - Il terrore e la memoria: la strage di Piazza Fontana - Erodoto sabato 23 maggio ore 10.30 - Intervengono Gerardo D’Ambrosio, Manlio Milani e Giorgio Galli. Interviene e coordina Mimmo Franzinelli.
Fatti come la strage di Piazza Fontana del 12 dicembre 1969, che segnò l’avvio della “strategia della tensione” ed è uno dei primi misteri dell’Italia repubblicana, sembrano unire la patria nel lutto e nello shock ma al tempo stesso sono destinati a lacerare ogni cittadinanza che s’interroghi su motivazioni e responsabilità dietro a una simile efferata violenza.

La resistenza della patria: l’identità italiana

èStoria 2009 - La resistenza della patria: l’identità italiana - Erodoto domenica 24 maggio ore 12 - Intervengono Christopher Duggan, Ernesto Galli della Loggia e Paolo Peluffo. Coordina Gianfranco de Turris.
“Abbiamo fatto l’Italia. Ora si tratta di fare gli italiani.” L’affermazione, attribuita a Massimo D’Azeglio, enuclea tuttora il problema dell’identità italiana: spesso vista come incompleta, incompiuta o imperfetta, ma capace a tratti anche di ergersi a difesa di valori quali patria e cittadinanza. Un confronto tra storiografia italiana ed europea basato sulle più recenti acquisizioni culturali.

Mauritania 2016. La schiavitù non è finita

Intervengono Yacoub Diarra, Gianmarco Pisa. Interviene e coordina Giampaolo Cadalanu. Tenda Erodoto venerdì 20 maggio ore 17.

Gli Stati-nazione dell’Europa centrale dopo la pace di Versailles

èStoria 2009 - Gli Stati-nazione dell’Europa centrale dopo la pace di Versailles – Apih sabato 23 maggio ore 15 - Intervengono Marina Cattaruzza, Dieter Langewiesche e Giorgio Petracchi. Coordina Sergio Tazzer.
La disgregazione dell’impero austro-ungarico venne realizzata nel corso della Pace di Versailles secondo i princìpi di autodeterminazione dei popoli proclamati dal presidente statunitense Woodrow Wilson. Avvenne così la nascita di nuove patrie su base etnica (Ungheria, Repubblica Ceco-Slovacca, Regno di Jugoslavia, etc.), che produsse però anche violenza e discriminazioni. Un passaggio significativo della storia europea e mondiale.
In collaborazione con l’Istituto per gli incontri culturali mitteleuropei.

Slovenia, la patria divisa

èStoria 2009 – Slovenia, la patria divisa – Apih domenica 24 maggio ore 18 – Intervengono Tamara Griesser-Pečar e Boris Pahor. Interviene e coordina Roberto Spazzali.
Le vicende slovene negli anni cruciali della Seconda guerra mondiale vedono il Paese diviso sul piano etnico, politico e ideologico. Una testimonianza autorevole del percorso compiuto per recuperare l’unità in un momento di crisi profonda.

I misteri di Hitler

èStoria 2009 - I misteri di Hitler - Erodoto domenica 24 maggio ore 17 - Intervengono Anna Maria Sigmund e Giorgio Galli. Coordina Alberto Garlini.
Quali erano le origini di Hitler? Perché cancellò deliberatamente ogni traccia del suo passato? Chi tentò di ucciderlo nel corso dell’Operazione Valchiria e perché? Domande le cui risposte non passano solo attraverso analisi storiche e politiche, ma richiedono anche una valutazione delle connessioni tra nazismo e mondo esoterico.

Per la patria nella Germania nazista. L’attentato von Stauffenberg

èStoria 2009 - Per la patria nella Germania nazista. L’attentato von Stauffenberg - Erodoto domenica 24 maggio ore 18 - Interviene Franz Ludwig Schenk Graf von Stauffenberg. Intervista Stefano Mensurati.
Dalla testimonianza del figlio di un protagonista, la possibilità di ripercorrere uno dei momenti di massimo dramma nella Germania nazista. Uomini di una resistenza non domata scuotono il controllo totalitario del Führer osando pensare all’impensabile: attentare alla vita di Hitler.

La Cappella degli Scrovegni: tra usura e mecenatismo alle soglie del Rinascimento

èStoria 2009 - La Cappella degli Scrovegni: tra usura e mecenatismo alle soglie del Rinascimento - Apih venerdì ore 16.30 - Interviene Giuliano Milani.
Un dialogo che illustrerà l’incontro medievale tra arte e finanza nell’evo medio, un incontro frequente e ancor oggi testimoniato da meraviglie quali la Cappella degli Scrovegni a Padova. Nel momento in cui la figura dell’usuraio evolve verso quella di banchiere, tensioni spirituali e innovazioni artistiche si fondono, preparando un momento unico nella storia e nell’arte d’Europa.

Patrie in cammino

èStoria 2009 - Patrie in cammino - Apih venerdì ore 17.30 - Intervengono Gustavo Corni e Silvia Salvatici. Coordina Antonio Carioti.
All’indomani della fine della Seconda guerra mondiale i confini di molte nazioni europee vennero ridisegnati, comportando lo spostamento su base etnica di svariate popolazioni, ritrovatesi così senza patria. Uno dei temi più discussi della storiografia contemporanea affrontato da esperti studiosi del settore.