373 utenti


Libri.itPEDRO ALMODÓVAR. GLI ARCHIVIORSON WELLESHOLLYWOOD IN THE 30SFILM NOIR. 100 ALL-TIME FAVORITES (I)AUDREY HEPBURN. PHOTOGRAPHS 1953–1966 (IEP)
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: comunita

Totale: 22

Alberto Maggi - CAMMINATE NELLA NOVITA' DI VITA

Intervento registrato nel corso del convegno dal titolo "Chiesa del Concilio, dove sei? - riappropriamoci della sua profezia", organizzato dalle Comunità Missionarie del Vangelo in collaborazione con l'Università degli Studi di Palermo e la Pro Civitate Christiana di Assisi, dal 13 al 16 novembre 2008 a Cefalù (Pa).

Visita: www.oikia.info

Alberto maggi - NON VI CHIAMO PIU' SERVI MA AMICI

Intervento registrato nel corso del convegno dal titolo "Chiesa del Concilio, dove sei? - riappropriamoci della sua profezia", organizzato dalle Comunità Missionarie del Vangelo in collaborazione con l'Università degli Studi di Palermo e la Pro Civitate Christiana di Assisi, dal 13 al 16 novembre 2008 a Cefalù (Pa).

Visita: www.oikia.info

VIVERE LA FEDE IN MODO DA ACCOGLIERE IL FUTURO

Comunità Oikia informa:Carlo Molari, nato a Cesena (Forlì) il 25 luglio 1928, è stato ordinato presbitero nel 1952.Laureato in Teologia dogmatica e in utroque iure nella Pontificia Università Lateranense, ove ha pure insegnato teologia dal 1955 al 1968.Ha inoltre insegnato presso la Facoltà teologica della Università Urbaniana di Propaganda Fide dal 1962 al 1978, e nell'Istituto di Scienze Religiose della Università Gregoriana dal 1966 al 1976.Dal 1961 al 1968 è stato Aiutante di Studio della Sezione dottrinale della S. Congregazione per la Dottrina della Fede.Per un decennio ha svolto la funzione di segretario dell'Associazione teologica italiana (ATI) e di membro del Comitato di consultazione della sezione dogma della rivista internazionale Concilium.Svolge attività pastorale a Roma presso l'Istituto S. Leone Magno dei fratelli Maristi delle scuole.I suoi interessi sono rivolti soprattutto alla ricerca di modelli teologici che rispondano alle necessità globali dell'uomo di oggi, all'incidenza della svolta linguistica della cultura sulla formulazione della dottrina di fede e ai rapporti fra teologia e scienze.Bibliografia:Teologia e Diritto canonico in S. Tommaso d'Aquino, Laterano Roma 1962;La fede e il suo linguaggio, Cittadella Assisi 1972;Darwinismo e teologia cattolica, Borla, Roma 1984;Un passo al giorno, Cittadella Assisi 1985;Per un progetto di vita, Borla, Roma 1985;La fede professata. Catechismo della chiesa cattolica e modelli teologici, Paoline, Milano 1996;La vita del credente. Meditazioni spirituali per l'uomo d'oggi, Elle Di Ci, Leumann-Torino 1996;Percorsi comunitari di fede, Borla, Roma 2000.

Visita: www.oikia.info

Alberto Maggi - Io farò nuove tutte le cose

Intervento registrato il 14/11/2008 nel corso del convegno dal titolo "Chiesa del Concilio, dove sei? - riappropriamoci della sua profezia", organizzato dalle Comunità Missionarie del Vangelo in collaborazione con l'Università degli studi di palermo e la Pro Civitate Christiana di Assisi, tenutosi a Cefalù (Pa) dal 13 al 16 novembre 2008.

Visita: www.oikia.info

Giuseppe Savagnone - Vivere la laicità nella chiesa cattolica

Giuseppe Savagnone, nato a Palermo, insegna Storia e Filosofia nei licei statali. Dirige il Centro diocesano per la pastorale della cultura di Palermo. È docente della Scuola di formazione politica Pedro Arrupe. Partecipa al Forum della CEI per il Progetto culturale. È stato tra i coordinatori al III Convegno delle Chiese d’Italia. Dal 1999 al 2002 è stato membro del Comitato nazionale di bioetica. È editorialista dei quotidiani “Avvenire” e “Giornale di Sicilia”.È autore di numerosi saggi:- Eclisse della persona, Palermo 1977;- George Sorel. Riflessione sulla violenza, Madrid 1987;- Vangelo e cultura in Sicilia, Napoli 1988;- Theoria. Alla ricerca della filosofia, La Scuola 1991;- Violenza, mafia e criminalità organizzata, Piemme 1995;- La chiesa di fronte alla mafia, San Paolo Edizioni 1995;- Parole umane e verbo di Dio, Studium 1996;- Magia e fede, Istina 1996;- Evangelizzare nella post-modernità, ElleDiCi 1996;- Comunicazione oltre il mito e l'utopia, Paoline Editoriale Libri 1997;- Il dio della differenza, ElleDiCi 1998;- Il banchetto e la danza, Paoline Editoriale Libri 1999;- Antropologia e "verità" dell'uomo, Sciascia 2000;- Il dio che si fà nostro compagno, ElleDiCi 2000;- La scuola nella società complessa, La Scuola 2002;- La stella dei Magi, ElleDiCi 2002;- Metamorfosi della persona, ElleDiCi 2004;- Comunicare educando & educare comunicando, Palumbo 2005; - Dibattito sulla laicità, Elledici 2006;- Sotto il segno di Hermes, Rubettino 2006;- Processo a Gesù, ElleDiCi 2007;- Il coraggio di educare, ElleDiCi 2008.

Visita: www.oikia.info

Vivere la fede ripartendo dal Concilio Vaticano II

Riprese effettuate in occasione del Convegno "Chiesa del Concilio, dove sei?", organizzato a Cefalù (Pa)[13-16 novembre 08] dalle Comunità Missionarie del Vangelo in collaborazione con l'Università di Palermo e la Pro Civitate Christiana di Assisi.Il prof. Roberto Mancini riprende la riflessione sulla fede cristiana ripartendo dal "Vaticano II", evento che determina una svolta nuova rispetto ad una tradizione precedente purtroppo un po' sclerotizzata avendo in parte "tradito" la propria fonte, e proiettandosi in avanti.Ma, riconfrontandosi con l'immagine dell'uomo che esce dai vangeli, con la prospettiva di Gesù espressa nella fonte originaria fedele (greca) delle Beatitudini, lo stesso "Vaticano II" segna solo un inizio di recupero, non avendo completato il discorso.Mancini quindi trae delle conclusioni profonde, "a partire da sè stessi" in un processo di autocoscienza critica, auspicando a tradurre l'esperienza di fede in azioni concrete di giustizia che, nel dialogo, la cooperazione, l'incontro, diventano l'energia fondamentale capace di stare "in una realtà degna della nostra umanità".

Visita: www.oikia.info

Palestina: Proprio così - Storie di quotidiana occupazione

Il filmato, mirando a stimolare la conoscenza della situazione dei profughi in Palestina, descrive l'invivibile situazione di segregazione di un popolo che da tanti, troppi anni (dal 21 aprile 1948), si ritrova ad essere "ostaggio" della "sicurezza".

Visita: www.oikia.info

Video denuncia: okkio ai vigili a Firenze

Vigili aggressivi e bugiardi nel centro storico di Firenze, all'inseguimento di alcuni venditori ambulanti.

Visita: www.saveriotommasi.it

Lo Zen di Palermo

LO Z.E.N. DI PALERMOantropologia dell'esclusioneFerdinando Fava (nato a Milano e parmense d'adozione), antropologo, insegna Antropologia Culturale, Patrimonio industriale e trasformazioni urbane ed Antropologia Religiosa c/o l'Università di Padova.Ricercatore affiliato al Centre d' Anthropologie des Mondes Contemporains(EHESS) di Parigi. Ha studiato Sociologia Urbana all'University of California di Berkeley.Il libro di Ferdinando Fava è un saggio scientifico, risultato di una ricerca antropologica vissuta nel quartiere Z.E.N. (Zona Espansione Nord) di Palermo, una delle periferie della città, per 7 anni.Questo lavoro parte da un'analisi del linguaggio omologante con cui i media hanno "raccontato" questo quartiere, poi analizza l'istituzionalizzazione del disagio fatta dagli operatori sociali, quindi raccoglie la voce degli abitanti stessi in prima persona, sottolineando la grande diversità esistente tra queste 3 prospettive di percezione dello stesso contesto.Ha pubblicato anche una versione francese di questa ricerca settennale col titolo "BANLIEUE DE PALERME - Une versione sicilienne de l'exclusion urbaine", Paris 2007.

Visita: www.oikia.info

Povero Cioni - battibecco con l'assessore

Saverio Tommasi, in una protesta organizzata dall'Assemblea Autoconvocata e dall'Associazione Aurora, in un battibecco con l'assessore Graziano Cioni, che con un nuovo provvedimento vieta ai mendicanti di chiedere l'elemosina seduti o sdraiati in quanto intralcerebbero il "traffico dei pedoni" rendendo "indecorosa" la città di Firenze. Saverio Tommasi, nel video, discute con l'assessore Cioni, decidendo poi, come forma ultima di protesta, di sdraiarsi all'entrata di Palazzo Vecchio insieme ad Andrea Fornari. Sentirete che durante il "battibecco" con l'assessore Graziano Cioni viene fatto riferimento all'utilizzo, da parte dello stesso assessore, delle persone "nonvedenti" come spada di damocle per colpire i senza reddito (mendicanti); questo perché il provvedimento è scattato successivamente all'inciampo di una ragazza nonvedente sul corpo di un cosiddetto elemosinante; fatto che l'assessore ha utilizzato per giustificare, agli occhi della pubblica opinione, il suo provvedimento.Noi crediamo che Firenze possa definirsi "decorosa", per usare le parole dei fautori del provvedimento, se è in grado non di cancellare i poveri ma la povertà, aiutando chi ne ha bisogno a uscire dalla condizione di marginalità in cui è stato relegato.Il video è stato girato e montato da Marco Bazzichi.

Visita: www.saveriotommasi.it