Chi è Online

Chi è Online

495 utenti
Libri.itALBERTUS SEBAPETER BEARD - XLPETER LINDBERGH. DIOR (INT) - XLSOCIETÀ SEGRETE E CULTI OSCURILA SIGNORA STIRELLINA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: Mapuche

Totale: 22

La voz de la tierra

Il popolo mapuche lotta per recuperare la propria cultura e per ottenere il riconoscimento della propria lingua, il mapudungun, la "voce della terra"...El pueblo mapuche lucha para recuperar su cultura y obtener el reconocimiento de su lengua, el mapudungun, la "voz de la tierra"...Dirección: colectivo de directoresPaís: ChileAño de producción: 1990
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Pehuenches

I pehuenche sono le comunità mapuche che popolano la regione delle Ande, nella quale nasce il "pehuén" o "araucaria" in spagnolo, pianta che costituisce il sostegno principale di questo popolo. Zone, vita e costumi dei pehuenche.Los pehuenches son las comunidades mapuches que pueblan las regiones de los Andes, en la que crece el "pehuén" o araucaria en español, planta que constituye el sostentamiento principal de este pueblo. Zonas, vidas y costumbres de los pehuenches.
Dirección: Canal 13 TV, Universidad Católica
País: Chile
Año de producción: 1992

Visita: www.cinelatinotrieste.org

¿Por qué nos llamamos Mapuche?

La cosmovisione mapuche, l’origine del mondo, la nascita della Gente della Terra, l’epoca di Kmelen-Mapu, Terra Sana, l’arrivo degli huinca e la spoliazione del terriotrio e della vita sono state poeticamente rappresentate in questo cortometraggio con racconti, musiche e danze.Regia: Sofia PainequeoPaese: ChileAnno di produzione: 2001
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Il Cile dalla dittatura alla democrazia

Regia: Marco De PoliDalle immagini del Cile commentate dai versi di Neruda, parte la ricostruzione dei drammatici anni della dittatura militare.Dai luoghi storici del colpo di stato e della repressione (lo stadio, la Moneda, la Vicaria della Solidariedad) al nuovo parlamento democratico. Alla realtà delle organizzazioni popolari di base fino agli ultimi MApuche fieri eredi degli ultimi indiani ad arrendersi al conquistatore bianco.

Visita: www.icei.it

La guerra por otros medios

Con Notebooks, radio, giornali, videocamere, cellulari… i popoli indigeni stanno incorporando i mezzi di comunicazione per l’amplificazione delle loro rimostranze e la rivendicazione dei loro diritti. Paradossalmente, la realtà dei comunicatori indigeni, i loro mezzi e le loro produzioni risultano praticamente sconosciuti fuori dai confini di quella realtà.A partire da quattro esperienze - Francisca nella “Red Aymara de ERBOL” Bolivia, Almir in Amazonia con Internet, Matías nella “Radio Mapuche de Patagonia” e Ariel che lavora con il video nei villaggi del Brasile – il documentario cerca di rappresentare il modo in cui i popoli indigeni utilizzano i propri mezzi di comunicazione per resistere all’invasione dei propri territori, al saccheggio delle proprie risorse, alla persecuzione legale, alla discriminazione culturale, alla mancanza di riconoscimento ufficiale delle proprie istituzioni: la denuncia delle diseguaglianze e la rivendicazione delle proprie peculiarità.Paese ArgentinaRegia Crstian Jure-Emilio Cartoy DiazSoggetto Emilio Cartoy Diaz-Silvina Rossi-Cristian JureFotografia Sergio StagnaroMontaggio Jeronimo CarranzaMusica Victor Heredia - ArbolitoProduttore Silvina RossiProduzione Masato Media SrlAnno di produzione 2009
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Rete Radié Resch, 23° Convegno Nazionale - Sabato Mattina(2)

NUOVE SPERANZE IN UNA ECONOMIA DI CRISIEsperienze di “buon vivere”, resistere e costruire il cambiamento.Testimonianze di:Margot Irene Collipal Curaqueo (coordinatrice della Rete Mapuche sulla Biodiversità).Flore Kerehana (direttrice della scuola di cucito del Centro di Promozione Femminile di Ngaoundaye).

Visita: www.retelilliput.org

Desaparecidos in America Latina: intervento di Faris Kahl (Assoc. Colombia Vive)

NADiRinforma - 19 maggio 2010, Roma, Sala della Chiesa Valdese - si propone l'incontro organizzato da A.N.P.I., Lotta continua e dall'assoc. 24 marzo a ricordo di una delle vittima dei golpisti cileni, Omar Venturelli, scomparso dal carcere di Temuco nell’ottobre del 1973 all'età di 33 anni. Venturelli, cileno di nascita, aveva origini italiane, e, come tale, la sua scomparsa, seppur a distanza di tanti anni, viene valutata dalla giustizia italiana. In questi mesi presso la Corte d'Assise di Roma si sta celebrando il processo all’ex Procuratore militare di Temuco, Alfonso Podlech, sotto la cui giurisdizione avvenne la scomparsa.Omar Venturelli si era impegnato a fianco dei contadini Mapuche a combattere il latifondismo, docente di pedagogia presso l’Università Cattolica di Temuco e militante nel movimento “cristiani per il socialismo”, è uno dei 3.000 desaparecidos cileni eliminati dai golpisti della giunta Pinochet, aderente al famigerato Piano Condor che vide impegnati sullo stesso fronte di sterminio anche i militari argentini, paraguaiani, brasiliani e uruguaiani.Il processo Venturelli è un momento importante per la ricerca della verità su quegli anni terribili vissuti dal Cono Sud dell’America Latina, qualcosa che ci riguarda da vicino e che chiede una mobilitazione solidale e democratica.Il processo è la sede in cui la sete di giustizia della figlia, orfana dall'età dall’età di due anni e della moglie, esiliate in Italia, stanno cercando risposte. Risposte non solo loro, visto l'evidente revisionismo storico cui quegli anni sono stati sottoposti.

Visita: www.mediconadir.it

Interviste al World Social Forum - Moira Millán Frente de Lucha Mapuche Campesino

World social forum 2009 - BèlemMoira Millán Frente de Lucha Mapuche Campesino"Per questo la nostra lotta non è settoriale ma nazionale. Essa suppone anche la speranza di costruire una nuova società per tutti."

Visita: www.wsftv.net

Racines

Racines est un documentaire qui présente les Mapuches à travers le Nguillatún de Pokura et l'influence que les indigènes ont sur la société chilienne à travers les peintures murales.
Le Nguillatún est une cérémonie sacrée Mapuche qui, en général, a lieu une fois par an dans chaque communauté.
Mapuche signifie " Homme de la terre " et toutes ses traditions et rites y sont liés.
Le Chili compte environs 1,2 millions de Mapuches (le 10% de la population totale). Ils habitent actuellement dans les territoires du sud, où ils vivent dans des communautés, mais une grande concentration d'entre eux habitent dans les villes. En effet, près de 400 mille d'entre eux habitent dans de grandes villes, telles que Santiago, Concepción, Temuco, Osorno, Valdivia.
Cette émigration est due principalement au manque de terres et de débouchés dans leurs communautés.
Le territoire Mapuche, à l'arrivée des Espagnols en 1540, comprenait 11 millions d'hectares et occupait trois grandes régions du sud du Chili. Il y avait alors 1 million et demi de Mapuches. Aujourd'hui -pour une quantité presque égale d'habitants- il ne leur reste que 500 mille hectares, d'une terre peu fertile et épuisée.
Jusqu'en 1881 -63 ans après l'indépendance chilienne- le peuple Mapuche a pu conserver son territoire indépendante, les territoires ancestraux, le Walmapu, commençait dans l'actuelle ville de Concepción -500 km au sud de Santiago- et avait comme frontière naturelle le fleuve Bío Bío. La frontière sud se situait à l'Île de Chiloé, terre des Mapuches-Huilliches, les gens du sud.
Aujourd'hui, les murs des villes reflètent la présence indigène, sa force inépuisable pour continuer à exister. Les murs parlent et racontent les rêves, la lutte et l'espoir.
caméra: Sergio Medina
commentaire: Sergio Medina
raconté par: Jean Musy
doublage: Marcel Bose et Véra Thérémissinoff
montage: Hugo Orell
CdS Producciones Suisse,décembre 1995
Visitez le site: www.correodelsur.ch
Ce film a été réalisé avec l'aimable collaboration de:
La Communauté de Pokura / Le Conseil de toutes les Terres / Le Taller Sol de Santiago - Toño Cadima Zamora / Luis Llanquilef, représentant Mapuche en France et Europe (informateur culturel) / ASNA; association de Soutien aux nations amérindiennes / Lonco Alejo Chañapi / Werrken Alejo Chañapi
Werrken Rogeli / Arnoldo Pichumilla / Communauté de Cheuqueleo / Marly Mora y Ana Doris Bravo

Indios del Cono Sud - Argentina e Cile

www.urihi.org
Regia: Marco De Poli.
Commento: Giovanna Cossia.Fotografia: Eugenio Bongiovanni.
Nel Nord Ovest argentino, verso il confine con la Bolivia, si estendevano le ultime propaggini dell'impero degli Incas; i cui discendenti hanno ancora molti tratti in comune con le popolazioni indie andine. Più a sud, nella zona di Salta vivono di agricoltura e allevamento comunità di indios Diaguites.
Un'altra importante etnia indigena si trova nel Cile meridionale: sono i discendenti dei fieri Mapuche, cha hanno saputo resistere fino a cento anni fa sia alla Conquista spagnola sia ai tentativi di colonizzazione repubblicana.
Al mercato di Temuco confluiscono i prodotti dell'artigianato, dell'agricoltura e della pesca di questi indios: che vivono ancora nella tipica capanna e conservano le cerimonie religiose delle loro maghe.
Visita il sito: www.urihi.org