Chi è Online

209 utenti
Libri.itTIKI POP (INT)WEB DESIGN. THE EVOLUTION OF THE DIGITAL WORLD 1990-TODAYLA SIGNORA STIRELLINAJAPANESE WOODBLOCK PRINTS (1680-1940) - Extra LargeNYT. 36 HOURS. 150 WEEKENDS IN THE USA & CANADA - terza edizione
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: Comuni

Totale: 35

Comunicazione non violenta e PNL Umanistica, conferenza di Mauro Scardovelli

Il modello di Marshall Rosemberg , cioè il “processo di comunicazione non violenta”, è una sintesi grandiosa ed elegante. Rosemberg è andato alla ricerca di ciò che è essenziale per risolvere i conflitti interni, tra le persone, familiari, nei gruppi, nelle comunità, nelle organizzazioni. All'interno della cornice di PNL Umanistica, tutto ciò che è efficace ed ecologico risulta essere di grande interesse. L'approccio di Rosemberg mette in luce l'aspetto spirituale, più evoluto dell'essere umano. Qui vengono affrontati i concetti di etica umanistica e di etica autoritaria attraverso i simboli Aleph di potere dominio (sulle persone) e potere capacità (con le persone). Mauro Scardovelli affronta un meta-discorso sul lavoro di Rosemberg attraverso le chiavi di lettura della PNL Umanistica Integrata e del modello “qualità dell'anima e inquinanti dell'ego” sviluppato dalla ricerca Aleph.

Visita: www.aleph.ws

Metamodello II: linguaggio dell'Essere - Parte II, conferenza di Mauro Scardovelli

Il “metamodello II” ci permette di vedere la realtà in modo unitivo e non più separativo, come ci ha abituato il pensiero scientifico da Bacone in poi. Se osserviamo la realtà in profondità emozioni come la paura, la rabbia, la tristezza non sono “mie” o “tue” ma sono come “danze” o “forme d'onda” impersonali. Non si può dire che la nota LA è mia o tua: esiste il LA. Sarebbe una sorta di distorsione percettiva, di ipnosi. Non più la mia paura, ma la Paura. Il metamodello II ci aiuta a cambiare la nostra percezione del mondo dalla “piccola mente” alla “grande mente”.Guarda la Prima parteGuarda la Terza parte

Visita: www.aleph.ws

Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 1° parte)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza ?Povertà, Crescita ? Decrescita". Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta dei naufraghi","L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista e sociologo, oggimediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD. Hanno coordinato: GrazianoZoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sono statioccasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
introduce Guido Barbera, Pasquale De Muro risponde alle domande delle platea in relazione alla tecnica, sull'importanza e la messa in discussione degli indicatori,la sottile linea tra rispetto delle culture e la promozione dei diritti universali. Si evidenziano sempre di più i punti di vista differenti.
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 5° parte)

N.A.Di.R. informa:all'ombra degli alberi del centro Emmaus Tohoué si riuniscono tre gruppi di lavoro: Il senso della cooperazione, pratiche per la decolonizzazione dell'immaginario e il senso della politica.
Un eterogeneo gruppo si interroga su qual'è il senso della cooperazione oggi e con quali aspettative si rivolge all'Africa. Nasce la riflessione sul perché il rapporto tra le società civili che si incontrano sia sbilanciato nella quasi totalità delle volte: una relazione dove solo l'occidente sembra poter dare in quanto incapace di ascoltare e ricevere. Come può crearsi un rapporto paritario? Cos'è la cooperazione? Conclusioni della 3° sessione di lavoro
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (1° parte: lezione introduttiva)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza ?Povertà, Crescita ? Decrescita". Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta dei naufraghi","L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista e sociologo, oggimediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD. Hanno coordinato: GrazianoZoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sono statioccasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
In questo filmato del 18 febbraio 2007, proponiamo una lezione introduttiva di Pasquale De Muro nel corso della quale si analizza il concetto di povertà e larelazione tra persone e merci, unica fonte di benessere secondo il punto di vista dell'economia tradizionale. Perché nell'economia e nelle politiche siassocia la quantità dei beni disponibili alla felicità? Perché molti progetti di cooperazione si basano su questo concetto? Come si può passare dallemerci alle persone?
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Don Gallo a Casa Cervi - 25 aprile 2010

Il 25 aprile 2010 don Andrea Gallo è stato invitato alla Casa dei Fratelli Cervi (Gattatico - Reggio Emilia) e ha animato e commosso i numerosi spettatori venuti ad applaudirlo. In questo estratto dal suo lungo intervento don Gallo parla di antimilitarismo e di De André mentre il gruppo musicale "Ostinati e contrari" della Comunità di San Benedetto intona “fiume Sand Creek” (De André-Bubola).

Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (incontri del lunedi)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita". Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta deinaufraghi", "L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista esociologo, oggi mediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD.Hanno coordinato: Graziano Zoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sonostati occasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
In questo video:
Intervento di Albert Tevoedjiré che, partendo dalla storia dello sviluppo, tende verso la riflessione relativa a quello che potrebbe essere ilfuturo del continente africano e del mondo intero alla ricerca del progresso umano. (in lingua francese)
Pasquale De Muro che ci propone la ricerca delle alternative all'economia tradizionale considerata l'antitesi dell'evoluzione umana
Moyse Mensah che si domanda chi produce ricchezza e contemporaneamente chi ne usufruisce. Si sofferma sulla ripartizione della ricchezza chepare essere relativa al volere della classe dirigente. (in lingua francese)
"La colonizzazione dell'immaginario"
Introduce Eugenio Melandri che critica il modello di sviluppo economico liberista selvaggio dominante. Un modello che non tiene in considerazione l'uomo,ma che ha sviluppato una sorta di feticismo verso elementi quali il Pil o la crescita economica rendendoli valori assoluti.
Serge Latouche deriva l'incapacità dell'occidente ad affrontare il disequlibrio economico globale in quanto affetto dalla sindrome della colonizzazionedell'immaginario. "Quando si ha un martello nella testa, si vedono tutti i problemi sotto forma di chiodi" (Mark Twain).L'Occidente nella testa ha un martello chiamato ECONOMIA e questo impedisce o rende difficilissimo un approccio alternativo al problema in questione(in lingua italiana)
a conclusione dei lavori della giornata i partecipanti al gruppo di studio pongono alcune domande agli esperti.
L'obiettivo principe sarebbe quello di permettere a tutti di avere vita in abbondanza, ma... come potrà mai essere possibile se l'abbondanza di qualcunodiviene la debolezza degli altri?
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 4° parte)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza ?Povertà, Crescita ? Decrescita".
Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta dei naufraghi","L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista e sociologo, oggimediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD.Hanno coordinato: Graziano Zoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sono statioccasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
Guido Barbera, Pasquale De Muro e Serge Latouche
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 3° parte)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza ?Povertà, Crescita ? Decrescita".
Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta dei naufraghi","L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista e sociologo, oggimediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD.Hanno coordinato: Graziano Zoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sono statioccasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
Guido Barbera, Pasquale De Muro e Serge Latouche
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Metamodello II: linguaggio dell'Essere - Parte III, conferenza di Mauro Scardovelli

Cos'è la "svalutazione" ? La svalutazione è una "danza" relazionale distruttiva molto praticata in occidente ed assente in altre culture come quella tibetana . Qui viene analizzata attraverso il metamodello II, uno degli strumenti che la ricerca Aleph sta sviluppando per creare armonia nelle relazioni con il partner, in famiglia, con gli amici, nel lavoro.Non è possibile svalutare gli altri senza svalutare se stessi o viceversa darsi poco valore senza svalutare al contempo il nostro prossimo, chi ci sta vicino. La "svalutazione" viene analizzata anche alla luce del "proper name", uno strumento utilizzato da Robert Dilts, ricercatore americano che ha contribuito allo sviluppo della PNL Umanistica. Dare valore a se e dare valore agli altri ci porta nella “grande mente e ad onorare la verità.Guarda la prima parte

Visita: www.aleph.ws