266 utenti


Libri.itESCHER, CALEIDOCICLIPICCOLE STORIE DI NATALESUPERCIUCCIO VOL. 2CHINESE PROPAGANDA POSTERSLA VITA SEGRETA DEI GATTI
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!








Tutti i filmati di Nomadizziamoci di Syusy Blady

Totale: 7

Victor Nunzi intervista: La regalità degli Dei

In questa intervista a Victor Nunzi che ha pubblicato il suo libro recentemente oltre a parlare di una nuova datazione del diluvio e del momento in cui i cosiddetti Dei decisero di fare l’Adamo che lavorasse al loro posto, lanciamo una ricerca che a me sta a cuore: chi di questi cosiddetti Dei potrebbe ancora manovrare gli eventi odierni? Che entità, che famiglie, che Dei rivali stanno causando i cambiamenti di cui siamo ora protagonisti? A questa domanda chi altri può rispondere se non chi ha da tempo affrontato la ricerca in questo campo e conosce vita morte e miracoli della loro storia?

Il mistero dell'Homo naledi

Al festival del cinema archeologico di Rovereto ho intervistato il prof Damiano Marchi, Paleontologo dell'Università di Pisa, reduce dalla ricerca dell’Homo naledi trovato in Sud Africa recentemente. Che tipo di "Homo" era? A quando risale, ma soprattutto come mai è stato trovato in una grotta difficilissima da raggiungere? Chiedo queste cose a Marchi e viene fuori un'identità ben strana di questo nostro progenitore. Aveva un cervello piccolo come un’arancia, era piccolo e snello, alto 145/150 cm. Aveva un torace non ampio, ma esaminando le gambe siamo sicuri che era un corridore. Si arrampicava sugli alberi usando le mani, aveva un piede moderno, come il nostro, ma un po' piatto, che gli dava un'andatura ondulante. Il polso però ci fa capire che costruiva utensili o almeno lo poteva fare. Nella grotta sono stati trovati vari individui giovani, adolescenti, bambini e anche anziani. Dalla dentatura di una vecchia con pochi denti si è capito che sarà stata aiutata a mangiare... o forse il Naledi cuoceva il cibo? Insomma aveva un mosaico di caratteristiche! Quello che si è capito è che apparteneva all'uomo moderno avendo 300.000 anni, insomma, ha vissuto assieme all’Homo erectus, all’Homo heidelbergensis, forse anche anche all’Homo sapiens. Quindi era contemporaneo, nello stesso luogo assieme alle altre specie.
La domanda più importante è: come sono arrivati lì? Sono stati trovati in una grotta difficilissima da raggiungere, tanto che per andarli a estrarre si è dovuto ricorrere a delle speleologhe molto magre e agili... impossibile che si facesse una fatica così per arrivarci! Di sicuro non ci vivevano. Non sono stati trovati resti che ce lo facciano credere. Sono stati trasportati dall’acqua? Nella camera non ci sarebbero potuti arrivare, perché c’è una roccia di mezzo e poi l'acqua non trasporta solo ossa. Sono stati trasportati da animali predatori? Non ci sono altre ossa di altre prede. Ci sono altre aperture? No, nessuna. È possibile che l'Homo naledi portasse lì i suoi morti? Con quel cervello piccolo come quello degli scimpanzé, aveva il senso della morte?
Deponevano i morti? Ma perché proprio lì?

Syusy Blady intervista Pepe Tejero sulla storia dei Guanci, primi abitanti delle Canarie

Per la serie che riguarda i Popoli del Mare e il tema di Cristoforo Colombo che sapeva benissimo dove andava visto che doveva solo andare a colonizzare l’America per la corona spagnola, vi propongo questa intervista al giornalista Canaro Pepe Tejero, che ha scritto un libro, anzi un romanzo, sulla storia della conquista spagnola delle isole e la sottomissione di una popolazione che le abitava: i Guanci. Il libro si chiama "Guanches Tiempos de Guerra".

Felice Vinci

Eccoci ad un nuovo incontro con Felice Vinci in relazione al suo nuovo libro" i segreti di Omero Nel Baltico". Questa volta però abbiamo parlato anche di cambio climatico, non questo che sta arrivando ma quelli che già ci sono stati in passato e che hanno causato esodi di popoli ma anche, come dice l'ingenier Vinci, qualche opportunità.

La Bibbia - Il Regno del Nord? Intervista a Cinzia Mele e Mauro Biglino

Una imperdibile intervista LIVE a Cinzia Mele e Marco Biglino dove ci racconteranno alcuni aspetti del loro nuovo libro "LA BIBBIA - IL REGNO DEL NORD?" edito da UNO Editori.
I luoghi raccontati nell'antico testamento sono davvero quelli che conosciamo?

Syusy Blady e Felice Vinci su: I misteri della civiltà megalitica

Una nuova intervista con Felice Vinci, questa volta per parlare del suo ultimo libro "I misteri della civiltà megalitica. Storie della preistoria del mondo"! Lo scorso 12 dicembre, avremmo dovuto fare un incontro molto interessante sul tema del Nord. L'evento è saltato per i soliti motivi che ormai conosciamo, perciò rimediamo con degli incontri "casalinghi" coi vari relatori che avrebbero dovuto partecipare. Felice Vinci è il primo, prossimamente anche gli altri.

Ingegneri del cosmo, fra scienza e fantascienza - Syusy Blady intervista Marco Pesci

Partendo dalle teorie di Avi Loeb, Mauro Biglino introduce il tema degli ingegneri del cosmo: qualcuno ha costruito il sistema solare così com'è per potere ottenere una terra abitabile? Ci possiamo addirittura spingere più in là con le teorie di molti astrofisici che ci vengono illustrate da Marco Pesci pensando che l'Universo possa essere stato progettato? Questo filmato prova a raccontare gli ingegneri del cosmo fra scienza e fantascienza.