241 utenti


Libri.itFRIDA KAHLO. THE COMPLETE PAINTINGS - XLSUPERCIUCCIO VOL. 1GIOVANNI SENZATERRALALABJARNE MASTENBROEK. DIG IT! BUILDING BOUND TO THE GROUND
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tutti i filmati di Festa Scienza Filosofia

Totale: 781

Camillo De Lellis, Gianluca Vinti: Le radici profondamente democratiche della matematica

“Non si preoccupi, qualsiasi siano le sue difficoltà con la matematica, le assicuro che le mie sono ben maggiori”: la frase di Einstein rivela una verità profonda. La matematica è un po’ come la corsa: si può essere più o meno veloci, più o meno agili… ma sudiamo tutti, senza eccezione! La corsa è alla portata della quasi totalità della popolazione umana; la matematica è la “corsa” delle discipline intellettuali, faticosa, senz’altro, ma totalmente democratica.

Carlo Pulsoni: Pound lettore di Dante e di Riccardo di San Vittore

Ezra Pound è conosciuto soprattutto come poeta. Meno noto è il suo percorso di studi che lo porta a scrivere dei saggi notevoli sul Medioevo, soprattutto su Dante e il suo “primo amico” Guido Cavalcanti, nonché a far pubblicare un’edizione in inglese di Riccardo di San
Vittore

Cinzia Grazioli, Livia Pirovano: Alla ricerca del Covid: la PCR e i suoi sviluppi in campo biotecnologico per individuare e studiare DNA, RNA…

Durante la conferenza, le relatrici Cinzia Grazioli e Livia Pirovano dimostreranno come individuare la presenza del virus Covid-19 attraverso l’utilizzo di strumenti già impiegati per l’estrazione e l’amplificazione del DNA.

Claudio Pettinari, Alessandro Delpriori: Scienza e Arte: le formule e i materiali della bellezza

In giro per botteghe di maestri pittori, antri di alchimisti: il Rettore dell’Università degli Studi di Camerino Claudio Pettinari e lo storico dell’arte e docente UNICAM Alessandro Delpriori intraprenderanno un viaggio nel tempo alla scoperta dell’affascinante connubio tra letteratura, musica, arte e scienza.

Carlo Alberto Brunori, Lucilla Alfonsi, Maria Grazia Ciaccio, Marco Cirilli: Una vita da ricercatore

TAVOLA ROTONDA – Come mai un/una giovane decide di fare ricerca? Cosa fa uno scienziato? Cosa significa vivere di scienza? Un percorso di vita ed esperienze legate all’attività professionale ma anche alla scoperta di sé stessi. Passioni, delusioni, miti e aneddoti raccontati da chi, dentro l’INGV, studia la Terra e fa divulgazione scientifica.

Carlo Doglioni: Terra e terremoti

Conosciamo troppo poco dell’interno della Terra. Comprendere la geodinamica significa conoscere l’origine di terremoti ed eruzioni vulcaniche. Per questa ragione VALE la pena investire nelle geoscienze. VALE ci ricorda che scoprire la natura dei terremoti ci aiuterà a salvare la nostra Vita, le nostre Abitazioni, la nostra Libertà di continuare a vivere nella propria casa e nel proprio borgo e tenere viva l’Economia delle comunità colpite.

Festa di Scienza e di Filosofia - Day 2

La diretta streaming della 2° giornata

Visita: www.festascienzafilosofia.it

Bruno Carli, Pietro Battiston, Antonio Navarra: Tecnologie per l’ambiente

L’osservazione della terra è effettuata con strumenti sempre più sofisticati per la modellizzazione delle sue variazioni.
I modelli richiedono massicce capacità di analisi dati e di supercalcolo. Qual è la situazione in Italia? E a livello internazionale? Per combattere il cambiamento climatico occorre agire per incentivare gli opportuni comportamenti
della società e del mondo industriale.

D. Paolotti, S. Marcucci: Intelligenza Artificiale e dati al servizio della medicina e della salute pubblica

Intelligenza Artificiale e machine learning, ma soprattutto l’abbondanza di dati digitali, stanno rivoluzionando tutti gli ambiti delle scienze che studiano la salute. In particolare la diagnostica e la salute pubblica hanno visto il nascere di numerose storie di successo che hanno come colonna portante l’interazione tra dati e intelligenza artificiale.

Domenico De Masi, Marco Bentivogli, Piero Celli, Luca De Biase, Donata Francescato, Michel Martone, Riccardo Staglianò

Le innovazioni dovute alla tecnologia e alla scienza hanno trasformato, in molti casi reso inutili, diversi lavori tradizionalmente svolti. Non solo quelli manuali e ripetitivi ma anche molti di quelli legati alla creatività. La pandemia ci ha dimostrato che esistono bisogni, esigenze, aspettative che presuppongono nuovi modi di lavorare e nuovi lavori.