Arcoiris TV

Chi è Online

164 visite
Libri.itPERCHÉ I FOTOGRAFI AMANO LE GIORNATE GRIGIEMATRIOSKALASCIATE OGNI PENSIERO O VOI CH’INTRATEFIORI E FOGLIE PRESSATI AD ARTEANDO. COMPLETE WORKS 1975–TODAY

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati inviati da Dottsa. Spadafora

Totale: 4

04)- La proprietà intellettuale. Marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione

18 maggio, Borsa Merci di Modena - Quarta Parte
In che misura e in che modo oggi la proprietà intellettuale può contribuire al valore dell'impresa? Se le nostre imprese sono impegnate nella lotta alla contraffazione, che ha danneggiato la nostra economia in un anno per circa tremila miliardi di euro, rendendo sempre più precario il destino di settori finora portanti dell'industria europea, quali sono gli strumenti giuridici e commerciali per tutelare prima e per valorizzare poi marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione?

I numerosi partecipanti al convegno internazionale, provenienti dalla nostra e da altre regioni d'Italia, hanno potuto constatare, negli interventi dei relatoriche si sono avvicendati nell'arco della giornata con un ritmo incalzante, l'importanza dell'affermazione del marchio anche per quelle aziende del settore meccanico,che solo qualche anno fa non avrebbero mai pensato d'intraprendere una campagna pubblicitaria. Oggi, diceva Sergio Dalla Val (presidente del Brainworker Institute),la comunicazione deve puntare alla valorizzazione della memoria di un'azienda. E che cosa, meglio del marchio, è in grado di evocare con un piccolo segno graficotutte le caratteristiche che distinguono un'azienda dall'altra?
Hanno partecipato:
Alberto Mantovani, presidente della Camera di Commercio
Leonardo Giacobazzi, ambasciatore del Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di ModenaPascale Mottet, giurista dello studio Bletry & Associés di Parigi
Giorgio Bocedi, consulente del Consorzio Parmigiano Reggiano
Ferdinando Cionti, autore fin dagli anni ottanta di numerosi saggi sul marchio e del recente libro Sì, logo (Spirali),Anna Spadafora, brainworker, cifrematico, direttore dell'Associazione culturale Progetto Emilia Romagna,
Paolo Lucci, della Lucci TM Brand Extension Licencing di Milano
Luca Barbero, fondatore della Barbero & Associates di Londra
Matteo Scaglietti e Francesco Terrano, dello studio F&M, Law Firm and IP Consulting di Modena
Carlo Sini, docente di Filosofia Teoretica all'Università Statale di Milano

03)- La proprietà intellettuale. Marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione

18 maggio, Borsa Merci di Modena - Terza Parte
In che misura e in che modo oggi la proprietà intellettuale può contribuire al valore dell'impresa? Se le nostre imprese sono impegnate nella lotta alla contraffazione, che ha danneggiato la nostra economia in un anno per circa tremila miliardi di euro, rendendo sempre più precario il destino di settori finora portanti dell'industria europea, quali sono gli strumenti giuridici e commerciali per tutelare prima e per valorizzare poi marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione?

I numerosi partecipanti al convegno internazionale, provenienti dalla nostra e da altre regioni d'Italia, hanno potuto constatare, negli interventi dei relatoriche si sono avvicendati nell'arco della giornata con un ritmo incalzante, l'importanza dell'affermazione del marchio anche per quelle aziende del settore meccanico,che solo qualche anno fa non avrebbero mai pensato d'intraprendere una campagna pubblicitaria. Oggi, diceva Sergio Dalla Val (presidente del Brainworker Institute),la comunicazione deve puntare alla valorizzazione della memoria di un'azienda. E che cosa, meglio del marchio, è in grado di evocare con un piccolo segno graficotutte le caratteristiche che distinguono un'azienda dall'altra?
Hanno partecipato:
Alberto Mantovani, presidente della Camera di Commercio
Leonardo Giacobazzi, ambasciatore del Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di ModenaPascale Mottet, giurista dello studio Bletry & Associés di Parigi
Giorgio Bocedi, consulente del Consorzio Parmigiano Reggiano
Ferdinando Cionti, autore fin dagli anni ottanta di numerosi saggi sul marchio e del recente libro Sì, logo (Spirali),Anna Spadafora, brainworker, cifrematico, direttore dell'Associazione culturale Progetto Emilia Romagna,
Paolo Lucci, della Lucci TM Brand Extension Licencing di Milano
Luca Barbero, fondatore della Barbero & Associates di Londra
Matteo Scaglietti e Francesco Terrano, dello studio F&M, Law Firm and IP Consulting di Modena
Carlo Sini, docente di Filosofia Teoretica all'Università Statale di Milano

02)- La proprietà intellettuale. Marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione

18 maggio, Borsa Merci di Modena - Seconda Parte
In che misura e in che modo oggi la proprietà intellettuale può contribuire al valore dell'impresa? Se le nostre imprese sono impegnate nella lotta alla contraffazione, che ha danneggiato la nostra economia in un anno per circa tremila miliardi di euro, rendendo sempre più precario il destino di settori finora portanti dell'industria europea, quali sono gli strumenti giuridici e commerciali per tutelare prima e per valorizzare poi marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione?

I numerosi partecipanti al convegno internazionale, provenienti dalla nostra e da altre regioni d'Italia, hanno potuto constatare, negli interventi dei relatoriche si sono avvicendati nell'arco della giornata con un ritmo incalzante, l'importanza dell'affermazione del marchio anche per quelle aziende del settore meccanico,che solo qualche anno fa non avrebbero mai pensato d'intraprendere una campagna pubblicitaria. Oggi, diceva Sergio Dalla Val (presidente del Brainworker Institute),la comunicazione deve puntare alla valorizzazione della memoria di un'azienda. E che cosa, meglio del marchio, è in grado di evocare con un piccolo segno graficotutte le caratteristiche che distinguono un'azienda dall'altra?
Hanno partecipato:
Alberto Mantovani, presidente della Camera di Commercio
Leonardo Giacobazzi, ambasciatore del Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di ModenaPascale Mottet, giurista dello studio Bletry & Associés di Parigi
Giorgio Bocedi, consulente del Consorzio Parmigiano Reggiano
Ferdinando Cionti, autore fin dagli anni ottanta di numerosi saggi sul marchio e del recente libro Sì, logo (Spirali),Anna Spadafora, brainworker, cifrematico, direttore dell'Associazione culturale Progetto Emilia Romagna,
Paolo Lucci, della Lucci TM Brand Extension Licencing di Milano
Luca Barbero, fondatore della Barbero & Associates di Londra
Matteo Scaglietti e Francesco Terrano, dello studio F&M, Law Firm and IP Consulting di Modena
Carlo Sini, docente di Filosofia Teoretica all'Università Statale di Milano

01)- La proprietà intellettuale. Marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione

18 maggio, Borsa Merci di Modena - Prima Parte
In che misura e in che modo oggi la proprietà intellettuale può contribuire al valore dell'impresa? Se le nostre imprese sono impegnate nella lotta alla contraffazione, che ha danneggiato la nostra economia in un anno per circa tremila miliardi di euro, rendendo sempre più precario il destino di settori finora portanti dell'industria europea, quali sono gli strumenti giuridici e commerciali per tutelare prima e per valorizzare poi marchi, brevetti e design nell'era della globalizzazione?

I numerosi partecipanti al convegno internazionale, provenienti dalla nostra e da altre regioni d'Italia, hanno potuto constatare, negli interventi dei relatoriche si sono avvicendati nell'arco della giornata con un ritmo incalzante, l'importanza dell'affermazione del marchio anche per quelle aziende del settore meccanico,che solo qualche anno fa non avrebbero mai pensato d'intraprendere una campagna pubblicitaria. Oggi, diceva Sergio Dalla Val (presidente del Brainworker Institute),la comunicazione deve puntare alla valorizzazione della memoria di un'azienda. E che cosa, meglio del marchio, è in grado di evocare con un piccolo segno graficotutte le caratteristiche che distinguono un'azienda dall'altra?
Hanno partecipato:
Alberto Mantovani, presidente della Camera di Commercio
Leonardo Giacobazzi, ambasciatore del Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di ModenaPascale Mottet, giurista dello studio Bletry & Associés di Parigi
Giorgio Bocedi, consulente del Consorzio Parmigiano Reggiano
Ferdinando Cionti, autore fin dagli anni ottanta di numerosi saggi sul marchio e del recente libro Sì, logo (Spirali),Anna Spadafora, brainworker, cifrematico, direttore dell'Associazione culturale Progetto Emilia Romagna,
Paolo Lucci, della Lucci TM Brand Extension Licencing di Milano
Luca Barbero, fondatore della Barbero & Associates di Londra
Matteo Scaglietti e Francesco Terrano, dello studio F&M, Law Firm and IP Consulting di Modena
Carlo Sini, docente di Filosofia Teoretica all'Università Statale di Milano