Arcoiris TV

Chi è Online

324 utenti
Libri.itN.30/49/50/72/100/101/144 ENRIC MIRALLES 1983 - 2009THEOANNA DEI MIRACOLIPIRULREMBRANDT. THE SELF-PORTRAITS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: TELEVISIONI E MEZZI DI INFORMAZIONE

Totale: 1113

Sit-in a Difesa della Costituzione

La Marcia festosa per le Vie di Parma di 2000 manifestanti posti a difesa della nostra Carta Fondamentale.Con la intensa testimonianza del Partigiano Crik

Visita: www.icarecommunication.it

Intervista Sweet Poison

Intervista alla Band che si è aggiudicata l'ultima edizione del premio on line della Rassegna "Rock Targato Italia".Una hard rock band dalle musicalità decise,e dai testi pensati ed efficaci.Da cercare e da ascoltare,assolutamente...

Visita: www.icarecommunication.it

“L'uccellino della radio” secondo tempo

NADiRinforma: al Teatro Fanin di San Giovanni in Persiceto la Compagnia della Quarta presenta: “L'uccellino della radio”, uno spettacolo musicale e di narrazione in collaborazione con i Blue Penguin - A Cappella Vocal Band sulle canzoni della radio degli anni ´40, quando l´Italia in guerra cantava Rabagliati e il Trio Lescano. L´occupazione di Bologna del triennio 1943-45 è qui rivissuta nelle storie di due famiglie tramite gli occhi di Guido, un bambino di dieci anni che ricorda la guerra come un grande gioco in cui il lato tragico è sempre nascosto alla sua vista. Un racconto, dolce e amaro allo stesso tempo, che prende spunto da fatti realmente accaduti e descrive fedelmente testimonianze storiche con apparente spensieratezza, rivisitando le sofferenze imposte dalla guerra alle famiglie comuni del territorio bolognese, dalla città dentro le mura fino alle zone dell´appennino e della bassa. Una narratrice interpreta tutti i personaggi e i Blue Penguin - A Cappella Vocal Band riproducono con le sole voci e nessun altro strumento i suoni delle orchestre di Cinico Angelini, Pippo Barzizza e Gorni Kramer.Guarda il primo tempo

Visita: www.mediconadir.it

“L'uccellino della radio” primo tempo

NADiRinforma: al Teatro Fanin di San Giovanni in Persiceto la Compagnia della Quarta presenta: “L'uccellino della radio”, uno spettacolo musicale e di narrazione in collaborazione con i Blue Penguin - A Cappella Vocal Band sulle canzoni della radio degli anni ´40, quando l´Italia in guerra cantava Rabagliati e il Trio Lescano. L´occupazione di Bologna del triennio 1943-45 è qui rivissuta nelle storie di due famiglie tramite gli occhi di Guido, un bambino di dieci anni che ricorda la guerra come un grande gioco in cui il lato tragico è sempre nascosto alla sua vista. Un racconto, dolce e amaro allo stesso tempo, che prende spunto da fatti realmente accaduti e descrive fedelmente testimonianze storiche con apparente spensieratezza, rivisitando le sofferenze imposte dalla guerra alle famiglie comuni del territorio bolognese, dalla città dentro le mura fino alle zone dell´appennino e della bassa. Una narratrice interpreta tutti i personaggi e i Blue Penguin - A Cappella Vocal Band riproducono con le sole voci e nessun altro strumento i suoni delle orchestre di Cinico Angelini, Pippo Barzizza e Gorni Kramer.Guarda il secondo tempo

Visita: www.mediconadir.it

“Cento cose” - Nuova edizione

NADiRinforma: al Teatro Fanin di San Giovanni in Persiceto la Compagnia della Quarta presenta: “Cento Cose”, edizione rivisitata e corretta dello spettacolo della Compagnia della Quarta.“Quali sono le cento cose che si frappongono tra ciò che vorremmo e ciò che siamo costretti ad essere?Cento cose che condizionano la nostra esistenza imprigionandoci in un ruolo che non ci appartiene.Uno spettacolo per tre personaggi e video sulla difficoltà di riconoscersi nei meccanismi della società contemporanea.”

Visita: www.mediconadir.it

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan 4a parte

Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento.4/12/09 - 4:  Intorno alla temporalità dell’immagine. Archivio e moderna propaganda Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan - 3a parte

Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento.3/12/09 – 3: intorno al concetto e alla percezione di “confine” e “territorio” nel conflitto Palestino - Israele Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Visita: www.ib-arts.org

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan - 2a parte

Giovedì 3 dicembre 2009 - prima giornata – 2a parte.Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti tra realtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca e approfondimento. 3/12/09 - 2:  rapporto tra memoria e dimenticanza ed esposizione della vittima. Il materiale d’archivio come “mise en scene”. Costruzione della pratica documentaria e delle forme cinematografiche Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Visita: www.ib-arts.org

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan - 1a parte

Giovedì 3 dicembre 2009 - prima giornata Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti tra realtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca e approfondimento. 1a parte:  Si avvia la riflessione intorno alla realtà, all'oggettività e alla loro costruzione e decostruzione in immagine documentaria. Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione Corteprosegui

Visita: www.ib-arts.org

Libertà come bene supremo. M. Cavalleri, lectio magistralis

Un gioco a tre tra arte, memoria e politica, in un intorno d’analisi che muove dal Memorial in onore degli italiani caduti nei campi di sterminio nazisti che sorge in Auschwitz e giunge alle politiche dell'abitare, con movimenti pacifici femminili di appropriazione di spazi di vita, a San Paolo in Brasile, rappresenta l’occasione per indagare la pensabilità stessa del secolo. Le domande e le pratiche che delineano nuove geografie del contemporaneo.Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis, workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umaniun progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione Corte