Arcoiris TV

Chi è Online

501 utenti
Libri.itNYT. 36 HOURS. WORLD. 150 CITIES FROM ABU DHABI TO ZURICHTUTTI CONTENTILAURENT BENAMROY STUART. THE LEG SHOW PHOTOS: EMBRACE YOUR FANTASIES, GETTING OFFLA GIUNGLA IN CASA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Categoria: TELEVISIONI E MEZZI DI INFORMAZIONE

Totale: 1113

I Care Tg

Breve Tg.Uno sguardo sulla città di Parma.

NADiRinforma incontra Gioacchino Genchi

Venerdì 29 gennaio 2010 in occasione della presentazione del suo libro "Il caso Genchi storia di un'uomo in balia dello Stato" presso le librerie Irnerio a Bologna, lo stesso autore risponde ad alcune domande sul caso Hera-Cosentino e sul rapporto tra l'azienda Manutencoop e gli "amici" di Dell'Utri: "Questo è un sistema che non vuole farsi processare, non vuole farsi indagare e contemporaneamente si vanta delle vittorie sulle mafie""Quando la mafia è al Governo e ha il potere, non ha più bisogno di servirsi di quelli che sparano".
Intervista a cura di Riccardo Lenzi.

Visita: www.mediconadir.it

Il caso Genchi. Storia di un uomo in balia dello Stato

NADiRinforma propone la registrazione dell'incontro avvenuto venerdì 29 gennaio '10 c/o la Libreria Irnerio (Bo) di Gioacchino Genchi e Valerio D'Alessio in occasione della presentazione del libro di Eduardo Montolli "IL CASO GENCHI. STORIA DI UN UOMO IN BALIA DELLO STATO" (Aliberti). Genchi, protagonista di una stagione burrascosa appena trascorsa sulle pagine dei quotidiani, e' ora totalmente oscurato dall'informazione. Le sue inchieste, Why Not e via D'amelio, tra le tante, hanno pestato piu' di un callo, e su di lui è ora calato il silenzio... prova del controllo cui e' sottoposta l'informazione nel nostro Paese. "In Why Not avevo trovato le stesse persone sulle quali indagavo per la strage di via D'Amelio. L'unica altra indagine della mia vita che non fu possibile finire". "La storia sconvolgente che spiega perché tanti potenti hanno paura del contenuto dell'archivio Genchi". Dalla prefazione di Marco Travaglio
Guarda l'intervista

Visita: www.mediconadir.it

I Care News Live

In questa edzione Centro Islamico,Senza tetto (o senza tutto?),Ciac,sfratti,popolo viola e Diritti Civili degli omosessuali...

Visita: www.icarecommunication.it

I Care Tg

Breve tg di analisi dei fatti a Parma.

Visita: www.icarecommunication.it

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan. 9a parte

Sabato 5 dicembre 2009 - terza giornata – 7a parteFilmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento.5/12/09 – 9:  Con il dispositivo cinematografico rivendica il primato della responsabilità individuale anche nella relazione tra attore e spettatoreLibertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteGuarda la prima parte

Visita: www.ib-arts.org

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan. 8a parte

Sabato 5 dicembre 2009 - terza giornata – 8a parteFilmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento. 5/12/09 – 8:  La telecamera è solo un mezzo il cui agente è il corpo. E’ il corpo, non lo zoom, a compiere percorsi di avvicinamento e allontanamento  dall’immagine.Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Visita: www.ib-arts.org

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan. 7a parte

Sabato 5 dicembre 2009 - terza giornata – 7a parte.Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento. 5/12/09 – 9: La camera non è un elemento che esiste tra me e il mondo, la camera ha bisogno di un corpo che la accompagni. La pratica documentaria come progetto estetico e politico. Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan. 6a parte

Venerdì 4 dicembre 2009 - seconda giornata – 6a parte.Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento.4/12/09 - 6: Sul lavoro di montaggio e sulla consapevolezza dei ruoli di attore e spettatore, sulla percezione. Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Libertà come bene supremo. WORKSHOP con E. Sivan. 5a parte

Venerdì 4 dicembre 2009 - seconda giornata – 5a parte.Filmmaker, saggista e produttore, Eyal Sivan conduce al Teatro Corte di Coriano un percorso critico, tecnico, teorico, per analizzare i rapporti trarealtà e rappresentazione, tra montaggio e verità, tra responsabilità dello sguardo ed estetica. Si tratta di riprese effettuate in condizioni di luminosità adatte al workshop. Benché imperfetta e parziale, con questa documentazione si condivide un materiale raro di lavoro, di ricerca eapprofondimento.4/12/09 - 5:  Sulla relazione temporale tra immagine fissa e immagine in movimento. Sivan invita a una lettura che rovescia le certezze degli immaginari.Libertà come bene supremo - Teatro CORTE, Coriano (Rimini) 3, 4, 5 dicembre 2009, tre giorni non stop di proiezioni, lectio magistralis,workshop, docufilm, fumetto, filosofia, antropologia, voce, poesia, diritti umani un progetto di Isabella Bordoni, promosso da Comune di Coriano/Biblioteca Comunale “Giovanni Antonio Battarra”/Fondazione CorteproseguiGuarda la prima parte

Visita: www.ib-arts.org