Arcoiris TV

Chi è Online

181 visite
Libri.itMALEVI? (I) #BasicArtCODICES ILLUSTRESREBECCAARTE MODERNA 1870-2000. DALLIMPRESSIONISMO A OGGI - #BibliothecaUniversalisLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: doc

Totale: 75

Il baule di Totò

Visita al baule discena di Totò, contenente gli effetti personali ed i cotumidi scena.

Bad Pyrmont

Bad Pyrmont, ridente cittadina della bassa Sassonia gemellata con Anzio.

Una voce profetica per gli animali

Gli animali soffrono indicibilmente: nei macelli, nei laboratori di ricerca, a causa della caccia - vengono uccisi a milioni per il consumo di carnedestinato agli uomini. In una trasmissione radio-televisiva mondiale, Gabriele, la profetessa e messaggera di Dio per la nostra epoca, conferisce unavoce agli animali. Gli animali parlano al cuore degli uomini: "Aiutateci, affinchè anche a noi venga data la possibilità di avere un tetto sopra la testa,come lo avete voi. Sentite nel vostro cuore, o uomini! Sentite che noi siamo i vostri fratelli minori!... Vi preghiamo, vi preghiamo, aiutateci affinchècoloro che hanno un cuore per noi animali possano costruirci dei ripari e rifornirci di cibo!"
Alla fine segue la meditazione "Attimi con gli animali"
Conto a cui inviare le donazioni per gli animali:
Fondazione Gabriele - e/o Claudio Panozzo
Conto Banca Posta Nr. 51833879
Cod. ABI 07601, CAB 11800 Causale del versamento: Festa di Betlemme
a cura di www.nuova-gerusalemme.tv

3 donne sul 14

Associazione di volontariatoIl Ventaglio - volontari per l'economia sociale
presenta:
3 donne sul 14
Liberamente ispirato al frammento di "Emigranti" di S. Mrozek
3 donne straniere e un numero, il 14, che le accomuna tutte.
E' il numero del'autobus che prendono ogni giorno per andare al lavoro, per tornare a casa, per uscire con i loro bambini, i loro uomini e le loro amiche.
Salgono sull'autobus per compiere gesti quotidiani all'interno di un viaggio più grande, il viaggio di una vita, fatto di piccole tappe, di andate e ritorni: il viaggio verso l'integrazione.
L'autobus come piccolo spazio di condivisione, come contenitore itinerante su quattro ruote in cui si incrociano destini e storie diverse.
Regia: Inka SlysProduzione: Carla Brezzo, Valeria Engroba
Produzione esecutiva: Silvia Michelangeli
Direttore della Fotografia: Gabriel Razeto
Operatori: Francesco Mugnani, Andrea Curiazi, Stefano Mazzoni
Realizzato con il contributo di:
Regione Emilia-Romagna
Cides
Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna
Provincia di Bologna - Assessorato alle Pari Opportunità
con il patrocinio del:
Comune di Bologna - Quartiere Porto

Le linee S

Prologo
II video propone un salto indietro nel tempo, per ripercorrere la storia e i disservizi vissuti negli ultimi
anni dai pendolari di tutta la Lombardia (e non solo).
Una ricostruzione che tiene conto di differenti punti di vista e che nasce per rispondere a una semplice domanda:
perché dall'inaugurazione del Passante (dicembre 2004) la situazione è nettamente peggiorata? E poi da qui:
Perché un innovativo e grande progetto, ideato per migliorare la viabilità in Lombardia, ha generato invece una
situazione davvero insostenibile che ha persino indotto gli utenti a occupare i binari?
Attraverso interviste a tecnici, politici e pendolari ma anche dati tratti da fonti istituzionali, l'inchiesta tenta di
individuare le ragioni che hanno portato al generale dissesto delle ferrovie e del Passante Ferroviario che collega
Milano con le altre Provìnce e Regioni.Al tempo stesso mostra le proposte avanzate da Trenitalia e Regione Lombardia per tamponare la situazione e supportare i passeggeri.
I problemi: l'analisi - attraverso interviste a tecnici, politici e pendolari e riprese nelle stazioni e sui treni
- del reale stato delle Linee S, e dei disguidi arrecati ai viaggiatori.
Le cause: l'incontro con tecnici di Trenitalia ed esperti di trasporto ha permesso di indagare le ragioni,
tecniche e storielle, dei problemi strutturali delle Linee S.
Incidenti e proteste: una breve carrellata dei gravi incidenti occorsi nei mesi successivi
all'inaugurazione del Passante, e le proteste dettate dall'esasperazione dei pendolari: dai ripetuti blocchi
dei binari allo sciopero del biglietto.
Quali responsabilità?:A chi attribuire le gravi deficienze delle Linee S? Le opinioni degli intervistati e
la mancanza di disponibilità a fornire la propria versione da parte di Ferrovie e Regione.
Prospettive future: Dopo due anni e mezzo la situazione si sta lentamente normalizzando? Le risorse di
Trenitalia, Rfi e Regione Lombardia basteranno a sostenere gli interventi di completamento del
"progetto Passante" previsti fino al 2010?
Realizzazione di: InsolitoCinema
Coordinatore responsabile: Silvana Santoro
Documentazione: Silvia Santoro, Miriam Giudici, Riccardo Buroni
Riprese: Angelo Albertini, Luca Asperius, Andrea Boretti, Miriam Giudici, Silvana Santoro
Montaggio: Andrea Boretti, Riccardo Buroni
Visita il sito: www.insolitocinema.it
Per informazioni: info@insolitocinema.it

Le linee S - Prologo

II video propone un salto indietro nel tempo, per ripercorrere la storia e i disservizi vissuti negli ultimi
anni dai pendolari di tutta la Lombardia (e non solo).
Una ricostruzione che tiene conto di differenti punti di vista e che nasce per rispondere a una semplice domanda:
perché dall'inaugurazione del Passante (dicembre 2004) la situazione è nettamente peggiorata? E poi da qui:
Perché un innovativo e grande progetto, ideato per migliorare la viabilità in Lombardia, ha generato invece una
situazione davvero insostenibile che ha persino indotto gli utenti a occupare i binari?
Attraverso interviste a tecnici, politici e pendolari ma anche dati tratti da fonti istituzionali, l'inchiesta tenta di
individuare le ragioni che hanno portato al generale dissesto delle ferrovie e del Passante Ferroviario che collega
Milano con le altre Provìnce e Regioni.Al tempo stesso mostra le proposte avanzate da Trenitalia e Regione Lombardia per tamponare la situazione e supportare i passeggeri.
Le linee S: Le prospettive e le ambizioni del progetto ferroviario, come riportate nella brochure di
inaugurazione e comunicazione ai cittadini (datato dicembre 2004) firmata da Massimo Corsaro, allora
Assessore alla Mobilità della Regione Lombardia
Guarda il documentario
Visita il sito: www.insolitocinema.it
Per informazioni: info@insolitocinema.it

HAT NOHTO STON (Il cuore non è fatto di pietra)

La speranza di vita, il livello di istruzione, il prodotto interno lordo pro capite della Sierra Leone sono tra i più bassi del mondo.
Sono queste le eredità di un passato coloniale e di una sanguinosa guerra civilein cui truppe governative e gruppi di ribelli si sono combattuti per il controllo delle ricchissime miniere diamantifere.
Vittime, come sempre, soprattuttoi civili:
Oltre cinquemila morti, mezzo milione di sfollati e un numero imprecisato di mutilati
Tra paesaggi meravigliosi e malaria, bambini soldato e povertà, il video di Antonio di Peppo e Guido Morozzi testimonia l'attività dell'ospedale di Emergency a Dogerich, che dal 2001 a ogi ha curato più di 30 mila persone
In alcune delle loro storie narrate in questo documentario si ritrovano le storie e la Storia di tutta la Sierra Leone.
Cortesia di Emergency
Visita il sito: www.emergency.it

Tutti i filmati di EMERGENCY

Afghanistan: collateral damage?

An extraordinary documentary by Fabrizio Lazzaretti and Alberto Vendemmiati which illustrates the activities of EMERGENCY in Afghanistan between September and December 2001, portraying dramatic episodes of daily life in the Panjsher Valley, the victims of the village bombings and of the landmines - the legacy of a long series of wars which have lasted almost 25 years - and the journey undertaken by the EMERGENCY team to Kabul for the reopening of the hospital.
The two filmmakers accompanied EMERGENCY's staff on their journey to Kabul, through the wards and operating theatres of the hospital, in the prisons where EMERGENCY provides basic health care to the detainees and on the social programmes for women.
Visit: www.emergency.it

Tutti i filmati di EMERGENCY

'EREDI DEL SILENZIO - EMERGENCY IN CAMBOGIA' DI ANTONIO DI PEPPO E GUIDO MOROZZI

Quelle che furono le prigioni di Pol Pot, tappezzate dalle fotografie delle vittime, e i suoi killing fields nascosti nella foresta rimangono oggi il simbolo di una guerra violentissima in cui la Cambogia è sprofondata per oltre vent'anni lontana dagli occhi della comunità internazionale.
Oggi la Cambogia è una nazione giovane, composta per il 40 per cento da ragazzi sotto i 14 anni, pochi di loro hanno un nonno, molti sono orfani.
Questo "popolo bambino" deve fare i conti con una pesante eredità della guerra, minacciosa come una spada di Damocle: sei milioni di mine antiuomo, una mina ogni due abitanti.
Cortesia di Emergency
Visita il sito: www.emergency.it

Tutti i filmati di EMERGENCY

Lita Stantic -dialogo con el público-

Una filmografía sorprendente por la cantidad y calidad, tanto como realizadora que como productora Lita Stantic, argentina. Nos entrevistamos con ella, esta vez, presentando su film Un Muro de Silencio (1993), que trata de la época de la dictadura argentina, en el festival « Filmar en América Latina » de Ginebra y Lausana, en nov. 2006. Apreciamos en ella la disponibilidad a conversar directa y francamente de su larga trayectoria fílmica, un dialogo comprometido, con una gran inteligencia y simplicidad, pudimos comprender, como su público también, su gran corazón, un personaje bello y grande. Lita_Stantic Mira : www.filmaramlat.ch Fuente : www.correodelsur.ch realización : Sergio Medina Producción : CdS Producciones Suiza 2006