Arcoiris TV

Chi è Online

153 visite
Libri.itDAVID CHIPPERFIELD (I) #BasicArtLASCIATE OGNI PENSIERO O VOI CHINTRATECRAZY COMPETITIONS. 100 WEIRD AND WONDERFUL RITUALS FROM AROUND THE WORLDGRAN VAMPIRO 1BESTIARIO MEXICANO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Cerca

Inserisci parole chiave

Risultati della ricerca

Hai cercato: mediconadir | Risultati: 326

Uno Bianca e Trame nere

N.A.Di.R. informa: La libreria Solea propone la presentazione del libro “Uno bianca e trame nere. Cronaca di un periodo di terrore”di Antonella Beccaria (Stampa alternativa, 2007) presso Punto Spazio Espositivo (Casalecchio di Reno). "D’accordo con il mio editore,
è stato rilasciato con una licenza Creative Commons e dunque la sua versione elettronica è disponibile per il download sul blog www.antonella.beccaria.org ".“La vicenda della Uno bianca – 103 azioni criminali, 24 vittime, 102 feriti – comincia nel 1987 e si conclude nel 1994 conl’arresto dei sei componenti della banda, cinque dei quali sono poliziotti in servizio. Processualmente, viene definita e archiviata come
una storia di rapinatori assassini. Ma anche in questo caso la verità giudiziaria non è sufficiente a risolvere l’enigma di fondo che tuttora
avvolge l’esistenza e le feroci imprese compiute dai tre fratelli Roberto, Fabio e Alberto Savi e dai loro complici.
Fili doppi e tripli, riscontri e persino dati di fatto incontrovertibili legano la Uno bianca ad altre vicende che si sono consumate a cavallodi quegli otto anni. Dalla strage alla stazione di Bologna a quella di Peteano, dalla bufera politica provocata dall’inchiesta di Tangentopolial mistero della Falange Armata, passando attraverso la struttura di Gladio, le deviazioni dei servizi segreti e i collegamenti con diversi spezzonidella criminalità organizzata e persino con esponenti del terrorismo internazionale...” (dalla prefazione di Andrea Purgatori)
Relatori:
Fabio TEMPORINI – Libreria SOLEA
Antonella BECCARIA – scrittrice, giornalista
Simona MAMMANO – Polizia di Stato – Sindacato di Polizia SIULP
Alessandro GAMBERINI – avvocato parte civile delle famiglie delle vittime e del Comune di Bologna
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: info@libreriasolea.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

Una Moschea a Bologna, prospettive di incontro

N.A.Di.R. informa: Il Centro di Cultura Islamica di Bologna e il Gruppo consiliare Società Civile -Il Cantiere hanno organizzato un incontro su un tema, quello della costruzione della Moschea a Bologna,che ha destato polemiche roventi. Il Convegno non ha voluto avere nessuna etichetta partitica puntando sul fatto,sostenuto dagli inteventi degli esperti relatori convenuti, che si basa sulla convinzione, come dice Abu Yasin Merighi,che per rapportarsi alla cittadinanza tutta sia bene portare testimoninanza della oggettiva possibilità di produrre cultura senza “cavalcare” quelli che sono, tante volte, legittimi sentimenti, quali il timore e la diffidenza.
“L’Islam, si voglia o no, ha il grande merito di avere riportato Dio al centro del mondo. Quel Dio che l’occidente aveva messo in disparte.Come storico e come cittadino comprendo perfettamente le motivazioni che stanno alla base di questa evoluzione sociologica, ma da cattolico,quale sono, non posso che auspicare che si moltiplichino sempre di più sulla terra i luoghi nei quali, sia che essi si chiamino Chiese,Sinagoghe o Moschee, si loda il Santo nome di Dio.” Franco Cardini
Presiede: Serafino D’Onofrio – Consigliere Comunale – Bologna
Presenta: Roberto Panzacchi - Consigliere Comunale – Bologna
Relatori:
Stefano Allievi - Docente di Sociologia delle religioni, Università di Padova
Franco Cardini - medievista, docente di Storia medievale, Università di Firenze
Ludovico Idris Zamboni - arabista, studioso di discipline islamiche
Modera: Abu Yasin Merighi - Centro di Cultura Islamica di Bologna
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: www.societacivilebologna.it
www.corano.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

Shock Economy

N.A.Di.R. informa: si propone la presentazione del nuovo libro di Naomi Klein “Shock Economy” (Ed. Rizzoli):
l’ascesa del capitalismo dei disastri. Il testo “smonta il mito del trionfo pacifico e democratico dell’economia di mercato”:dalla guerra all’Iraq all’uragano Katrina che ha devastato New Orleans, la Klein ci parla della dottrina che sfrutta il disorientamentopubblico che segue grandi shock collettivi (guerre, attacchi terroristici, catastrofi naturali) per imporre misure economiche impopolari e antidemocratiche,come racconta anche The Shock Doctrine, cortometraggio di Alfonso Cuaron e della stessa Klein presentato al Festival di Venezia.
Siamo alla Shock Economy: solo uno shock - provocato da un cataclisma naturale o dalla violenza intenzionale di una guerra, del terrorismo,della tortura - può trasformare il “politicamente impossibile in politicamente inevitabile” (Milton Friedman). Parole sconcertanti, oltre cheangoscianti, dettate dall’esperienza di colui che oggi viene considerato il “guru” dell’ultraliberismo, ma ancora più “indefinibilmente disumanizzanti”dall’abile messa in pratica da parte deu suoi zelanti discepoli. Così, il trauma dell’11 settembre ha permesso a Bush di appaltare ad aziende private
la sicurezza interna e le guerre all’estero; la ricostruzione dopo l’uragano ha cancellato in un attimo le case popolari di New Orleans; l’onda dellotsunami ha allontanato dalle coste centinaia di migliaia di pescatori, liberando le spiagge per nuovi villaggi turistici. D’altra parte, come ha
avuto a scrivere un analista della Halliburton nell’ottobre del 2006: “L’Iraq è stato meglio del previsto”.
Presenta: Giovanni Dognini.
Evento registrato c/o la Feltrinelli di Bologna
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

La storia e la memoria

N.A.Di.R. informa: Stazione ferroviaria di Bologna: reading di Daniele Biacchessi accompagnato dal sassofono del jazzista Michele Fusiello
Attraverso la voce, la musica e la tecnica del monologo, Daniele Biacchessi riannoda il lungo filo nero che conduce dalle stragi nazifasciste avvenutein Italia nel 1944 e 1945, alla scoperta del cosiddetto “armadio della vergogna” con i suoi centinaia di fascicoli rimasti sepolti per anni sugli eccidia Sant’Anna di Stazzema, Marzabotto, Fosse Ardeatine. Il racconto attraversa poi gli anni Sessanta, Settanta e Ottanta con le stragi di Piazza Fontana eQuestura di Milano, Piazza della Loggia di Brescia, Italicus, Stazione di Bologna, Rapido 904.
“Solo conservando la memoria nei tempi potremo sperare di costruire un futuro migliore”
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

Le ''Scimmie verdi''... assenti per malattia

N.A.Di.R. informa: nell'ambito della rassegna Segnali di Pace 2007 promossa dalla Provincia di Bologna, l'Assoc. Medico N.A.Di.R.ha organizzato in collaborazione con il Comune di Zola Predosa c/o il "Teatro Binario" un incontro finalizzato a sensibilizzare lacittadinanza verso l'apertura e alla valorizzazione della diversità.Hamid Barole Abdu (scrittore), Patrizia Baldini (voce recitante) ed Alessandra Mirabelli ci hanno proposto la proiezione di due lavori, di cui 1 inedito:“ Eritrea: le voci della tortura ” e “ Campo profughi in Sudan ”La visione dei video ha goduto, a supporto, del commento di Hamid e delle note del violino di Alessandra; inoltre Patrizia ha arricchitola serata leggendoci alcune poesie scritte da Hamid Barole Abdu. Una serata speciale, tanto speciale quanto le voci a cui vorremmo dare risalto.Si è evidenziata quell'orizzontalità comunicativa che da tempo N.A.Di.R. voleva applicare anche nelle manifestazioni pubbliche, in quanto la partecipazioneal dibattito è stata accesa e vitale ed il teatro si è trasformato in una tavola rotonda, il palco è come scomparso e TUTTI "si sono seduti intorno al tavolo".
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: www.provincia.bologna.it/segnalidipace

Visita il sito: www.mediconadir.it

Interviste a ''Poeti da morire''

N.A.Di.R. informa: Festival teatrale "dei Delitti, dei Diritti" – Terzo appuntamento con il teatro d"impegnocivile a San Polo d"Enza (RE) – c/o il Circolo ARCI Indiosmundo - abbiamo avuto modo di scambiare due chiacchiere con: Marco Cinque - poeta impegnato nellalotta contro la pena di morte che, nel luglio u.s., ha visitato il braccio della morte del carcere di San Quintino riuscendo ad abbracciare il fratelloadottivo Fernando Eros Caro (condannato a morte e detenuto nel braccio da 26 anni) Maurizio Carbone - maestro di percussioni impegnato, accanto a Marco,nella divulgazione del messaggio a salvaguardia dei diritti dell"uomo e nell"utilizzo delle percussioni a scopo rieducativo.
Barbara Esposito - voce recitante che da qualche tempo accompagna il duo nei readings di poesie in Emilia Romagna. La sua testimonianza, particolarmente intensa,sottolinea come e perché sia possibile uscire dalla gabbia della realtà incanalando le emozioni e trasformandole in comunicazione intra e interpersonale asuperamento del disagio del vivere.
Interviste a cura di Luisa Barbieri
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

Intervista a Naomi Klein

N.A.Di.R. informa:Naomi Klein ci ha rilasciato una breve intervista circa i temi trattati nel suo ultimo libro "Shock economy", il libro che"smonta il mito del trionfo pacifico e democratico dell'economia di mercato". Gli shock collettivi alla base dell’incremento degli affaridell’oligarchia neoliberista.
Intervista a cura di Angelo Boccato
Produzione: Arcoiris Bologna
Collaborazione di: Arcoiris Piacenza
Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

Intervista a Roberto Quaglia

N.A.Di.R. informa: Roberto Quaglia, noto soprattutto per il saggio breve "Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sull'11 settembre 2001, manon avete mai osato chiedere", quale contributo di apertura del bestseller 2003 "Tutto quello che sai è falso", autore di numerose opere di fantascienza satiricae surreale, ci presenta il suo nuovo lavoro: "Il mito dell'11 settembre. E l'opzione dottor stranamore" – Ed. PonSinMor – un'analisi attenta dei fatti checaratterizzaroo l'11 settembre 2001 e degli eventi che a questo giorno succedettero, come ciò che potrebbe essere tranquillamente il canovaccio di un romanzofantascientifico abbia cambiato la faccia del mondo. Il giallo del nuovo Millennio: un mistero che immediatamente ne richiama un altro in una serieinterminabile e fantasmagorica di implicazioni surreali sino a divenire paradossalmente "satiriche", se non determinassero la morte e la sofferenzadi migliaia e migliaia di innocenti. Morti e sofferenze inserite in una rete di "giochi di potere" tanti efficaci al perseguimento dei loro scopi,quanto assurdi ed inumani.
Intervista a cura di Emanule Montagna
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
Visita il sito: www.mito11settembre.it
Visita il sito: www.robertoquaglia.com

Visita il sito: www.mediconadir.it

Intervista a Webster Griffin Tarpley

N.A.Di.R. informa: il prof. Webster Griffin Tarpley è uno storico, giornalista investigativo, considerato uno dei più arditi ed iconoclastici"spifferatori" dei segreti politici statunitensi. Egli per la prima volta ha attratto le attenzioni del pubblico con il libro, scritto a quattro mani conAnton Chaitkin, riguardante la biografia non autorizzata di Bush ("George Bush: The Unauthorized Biography" 1992). Il prof. Tarpley ci presenta il suo nuovolavoro "La fabbrica del terrore" – Arianna Ed - un libro che, soprattutto in Italia, dovrebbe essere letto con molta attenzione, vistoche l'autore per anni si è occupato con successo proprio del terrorismo nostrano, così, a suo avviso, legato ai Servizi segreti internazionali.Angelo Boccato, del gruppo NADiRinforma, lo intervista chiedendogli apertamente cos'è Al Queida e come si inserisce nel "disegno" politico-economicointernazionale che sostiene il processo di globalizzazione neoliberista di questo evoluto e democratico Occidente. Come riesce l'Impero dell'occidentead infiltrarsi con tanta abilità ed efficacia nelle dinamiche socio-politico-economiche del Sud del Mondo, che cos'è la Piattaforma di Philadelphiae come questa preveda l'intervento della Società civile organizzata nel processo orientato al cambiamento di tali mortifere dinamiche. Il prof.Tarpley, senza usare mezzi termini, denuncia la follia dominante il sistema in atto e dichiara che punto di partenza del cambiamento èl'acquisizione della Verità sull'11 settembre 2001 e la destituzione immediata di Bush e di Cheney.
Produzione: Arcoiris Bologna
Collaborazione di: Arcoiris Piacenza
Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.mediconadir.it

Bologna - 2 agosto 1980: ''Tutta un’altra strage''

N.A.Di.R. informa: il 7 novembre 2007 al Fuori Orario di Taneto di Gattanico (Reggio Emilia) si è tenuto un incontro alla presenza di Paolo Bolognesi(Presidente Assoc. Famigliari vittime del 2 agosto), Libero Mancuso (ex Magistrato – Assessore Comune di Bologna) e Riccardo Bocca (Caporedattore dell'Espresso –autore del libro "Tutta un'altra strage" – Ed. BUR) partendo dalla presentazione del libro di Bocca ed avventurandosi in considerazioni tanto angoscianti,quanto rispondenti alla realtà dei fatti sinora acquisiti circa la tragica giornata del 2 agosto 1980 a Bologna.
Sono passati tanti, troppi anni e da quel giorno che ha visto morire 85 innocenti. Si sono spesi fiumi di parole, si sono impegnati fior di Magistrati neicinque gradi di giudizio che hanno condannato Valerio Fioravanti, Francesca Mambro e, da ultimo, Luigi Ciavardini quali esecutori materiali, ma ...rimangono ancora tanti, troppi lati oscuri. Riccardo Bocca nel suo lavoro scompone il quadro ufficiale, fatto di depistaggi, menzogne e occultamenti,per permettere l'affiorare delle verità più scomode. L'analisi, rigorosamente fondata su fatti e notizie rimaste finora insabbiate, conduce il lettoreentro l'esperienza collettiva degli anni '60,'70,'80 quando la democrazia del nostro Paese subì la dolorosa esperienza del terrorismo (rosso o nero).Sembrano anni lontani dalla realtà che stiamo a tutt'oggi vivendo, ma, attraverso la riflessione, ci si rende conto di quanto e come tale situazionepersita ad oltranza perseverando l'attacco alla nostra democrazia.
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
Visita il sito: www.arcifuori.it
Visita il sito: www.stragi.it

Visita il sito: www.mediconadir.it