Arcoiris TV

Chi è Online

160 visite
Libri.itBESTIARIO MEXICANOLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTIWHAT GREAT PAINTINGS SAY. RENAISSANCE ITALY #BasicArtMERT ALAS AND MARCUS PIGGOTT MEIER (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Cerca

Inserisci parole chiave

Risultati della ricerca

Hai cercato: arcoiris bologna | Risultati: 120

Contro tutte le Mafie

Associazione Contro Tutte le Mafie.
Combattiamo contro tutte le ingiustizie e le illegalità, senza guardare in faccia a nessuno.
Lottiamo contro la sopraffazzione e l'omertà.
Difendi i tuoi diritti, la tua dignità, la tua libertà. Unisciti a noi.
Visita il sito: www.controtuttelemafie.it
Promosso da: Arcoiris Bologna

V2-Day: Parlano i giornalisti - La Tana del Satyro intervista Paolo Barnard

Il 25 aprile 2008 avrà luogo in quasi tutte le piazze italiane, con epicentro a Torino, in Piazza S.Carlo il V2-Day sull'informazione organizzatoda Beppe Grillo. In tutte le piazze si raccoglieranno le firme per il referendum che chiederà tre abrogazioni, i tre punti del V2-Day: l'abolizionedell'Ordine dei Giornalisti, del finanziamento pubblico all' editoria e infine della Legge Gasparri.I problemi dell'informazione italiana sono numerosie gravissimi, ma si può proporre di risolverne le problematiche senza interpellare e coinvolgere i giornalisti dalla schiena dritta? E i tre puntiproposti nel referendum di Beppe Grillo, anche se realizzati, sarebbero davvero risolutivi per la tremenda situazione del giornalismo italiano,o i problemi più gravi sono altri? Abbiamo analizzato con Paolo Barnard, giornalista freelance, (co-fondatore di Report, trasmissione per la qualeha realizzato inchieste egregiamente documentate e autore di libri come Perché ci odiano, ex corrispondente all'estero in collaborazione con imaggiori quotidiani italiani) non solo i tre punti del V2-Day di Beppe Grillo, ma le gravi mancanze dell'informazione nel nostro paese a tutto tondo.Abbiamo cercato di percorrere punti più o meno esplorati della crisi apparentemente irreversibile del giornalismo italiano, incontrando questionigravissime come l'assenza totale dello spirito critico, le notizie che vengono deliberatamente non trattate, la clausola di Manleva e le censure legali,alla luce anche della sua attuale vicenda, le problematiche etiche, morali e culturali, le potenzialità della Rete, il ruolo dei gate keepers e non solo,con una ricerca volta a tentare di fornire risposte concrete e possibili per un avvicinamento in Italia ad una libera e plurale informazione o quantomenoa qualcosa di similare e a svincolarsi dalle risposte generali, per sviluppare una consapevolezza maggiore.
Intervista a cura di Angelo Boccato
Produzione: Arcoiris Piacenza
Collaborazione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.latanadelsatyro.blogspot.com
Visita il sito: www.beppegrillo.it
Visita il sito: www.mediconadir.it
Per chi volesse approfondire il tema della Censura legale, segnaliamo i seguenti link.
Censura Legale, realizzato da Arcoiris Bologna
Censura Legale 2:domande senza... risposte?, realizzato da Arcoiris Bologna
Il forum di Report

Poeti da morire: viaggio delle scuole

NADiRinforma: Festival dei Diritti Umani - Theatro del Vicolo (Parma)
Marco Cinque e Maurizio Carbone dal 1992, in occasione delle celebrazioni per il cinquecentenario della scoperta dell'America,iniziarono ad occuparsi di lotta alla pena di morte cercando di stimolare soprattutto i giovani quali espressione del futuro prossimo e dell'auspicato cambiamentoverso un mondo che non conosca la pena capitale. Iniziò il viaggio di Marco e Maurizio nelle scuole italiane,viaggio orientato a seminare almeno il dubbio circa la validità di tale condanna. Nelle scuole il terreno è eterogeneo,i ragazzi tendono ad incuriosirsi e a porsi domande;domande che forse potranno trasformarsi in risposte di accoglienza e comprensione umana.
In questo viaggio l'utilizzo della poesie e della musica hanno dimostrato una forte valenza, in quanto riescono a stimolare l'emotività degli interlocutori avvicinandoli col cuore primae poi con la ragione alla questione in dibattimento. Vi proponiamo una tappa di questo lungo viaggio, tappa organizzata e sostenuta dal Gruppo Italia 13 Amnesty International e dalla Provincia di Parmae alla quale hanno partecipato gli studenti della Scuola media Newton e della Scuola media statale Traversetolo.
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
Visita il sito: www.festivaldirittiumani.it
Visita il sito: www.theatrodelvicolo.com

Le Cassete

Cortometraggio di ricostruzioen storica, sociale e umana della vita delel mondine della "bassa veronese" ambientato agli inizi del secolo scorso.
Le "cassete" erano le pesanti valigie di legno degli emigranti cent'anni fa. Un simbolo forte per stimolare la cultura dell'accoglienza e delal solidarietà.
Promosso da: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.maffeodarcole.it

Sette Porte

Video artistico sul tema della morte ambientato all'interno di un cimitero.L'artista si interroga sul valore della vita, sui destini degli uomini, sulla mancanza di una cultura della "morte" cui fa contrappeso la mancanza di una cultura della "vita".
Promosso da: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.maffeodarcole.it

Il tempo dei tabarri

Cortometraggio sul conflitto tra i valori, le tradizioni del mondo contadino e le regole della civiltà moderna.
Promosso da: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.maffeodarcole.it

Not 1 Reason

Documentario d'archivio sul G8 di Genova sviluppato su due linee
narrative:una mostra i momenti della manifestazione pacifista
(audio e video sono in sincrono),l'altra su schermo nero svela
attraverso il sonoro e brevi flash di immagini la violenza tra
poliziotti e manifestanti.
Promosso da: Arcoiris Bologna
angelita.flo@libero.it

Il nodo di Sylvie

Sylvie è una ballerina di Parigi, dopo un incidente di automobile
non può più ballare.. si dedica così allo yoga e alla creazione di
sculture tessili, uniche a livello mondiale e strettamente legate
al suo vissuto. La pratica dell'annodamento risponde infatti a un
desiderio di esteriorizzare il suo essere e di distaccarsi da se
stessa. Se prima era abituata a servirsi del suo corpo per
esprimere la sua creatività, adesso gli strumenti di lavoro
divengono le sue mani e le dita a contatto con i fili intrecciati.
La danza, lo Yoga e l'annodamento le danno la possibilità di
esplorare meglio le dimensioni dell'essere fisico e mentale nella
statica e nel movimento.
Promosso da: Arcoiris Bologna
angelita.flo@libero.it

Au fait, qu'est-ce que c'est pour vous la sante?

"Scusi mi può dire cosa è per lei la salute?" Una domanda, in apparenza banale, è il pretesto per una riflessione sulla percezioneche si ha della salute nelle nostre cosiddette società moderne e sui fattori sociali che la determinano.Questo video documentario è stato realizzato a margine del primo convegno della rete Svizzera per la promozione e l'adozione di strumenti diValutazione d'impatto sulla salute (VIS). Siamo ancora sicuri di conoscere il significato della parola salute?
Anno di Produzione: 2007
Produzione: SU Studio & LaFibule
Camera: Fabrizio Saudino & Anne Dubos
Musiche: Fabrizio Saudino
Sonorizzazione e Montaggio: SU studio
Promosso da: Arcoiris Bologna
In associazione con: www.impactsante.ch

Marco Paolini legge Jack London

NADiRinforma: nell'ambito della consueta rassegna "Sotto il segno della solidarietà" organizzata dall'Assoc. tra i famigliari delle vittime del 2 agosto,in collaborazione con "Eventi", con il patrocinio del Comune e della Provincia di Bologna, oltre che della Regione Emilia Romagna,Marco Paolini partecipa leggendo un breve racconto di Jack London.La lettura si svolge alla stazione centrale di Bologna nella Sala TorquatoSecci dinanzi allo squarcio che nel 1980 venne aperto dallo scoppio della bomba che sconvolse la città tutta e della quale rimane volontà comuneconservarne il ricordo a deterrente di nuove azioni terroristiche.
Gli incontri, a cadenza mensile, vogliono perseverare nel ricordo della strage che accadde 28 anni fa, con le sequele giudiziarie che,malgrado i tanti anni trascorsi, sembrano non avere ancora fatto luce sino al fondo del pozzo nero che questi eventi scavano nel cuore di ogni individuo.
"Ho pensato che ci saremmo fatti compagnia, che non avremmo parlato di quel 2 agosto, ho scelto una storia che secondo me può accompagnarci.É la storia di uno scrittore che da noi si legge solo da bambini... mai da grandi, si chiama Jack London e questo libretto si chiama...
Io non voglio dirvi altro... solo che ho dovuto saltare alcune parole, perché mi accorgevo che era più lungo di quello che mi immaginavo.I racconti, per quanto brevi, è meglio leggerseli che ascoltarli" Marco Paolini.
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.stragi.it

Visita il sito: www.mediconadir.it