Chi è Online

377 utenti
Libri.itFINELINERLA FOCA BIANCAGRAN VAMPIRO 2MALATTIE TERRIBILI E ATROCI CUREATTI DELLA GLORIOSA COMPAGNIA DEI MARTIRI
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: ambient

Totale: 172

TF 2010 - Intervista a Maurizio Maggiani

Terra futura 2010 - buone pratiche di vita di governo e d'impresa verso un futuro equo e sostenibile.Intervista a Maurizio Maggiani, giornalista e scrittore.

Visita: www.terrafutura.it

TF 2010 - Intervista a Simone Siliani

Terra futura 2010 - buone pratiche di vita di governo e d'impresa verso un futuro equo e sostenibile.Intervista a Simone Siliani, tiriamo le somme sulla VIII edizione di Terrafutura.

Visita: www.terrafutura.it

TF 2010 - Dialogo tra Carlo Jaeger e Gustavo Soto.

Terra futura 2010 - buone pratiche di vita di governo e d'impresa verso un futuro equo e sostenibile.Dialogo tra Carlo Jaeger e Gustavo Soto.

Visita: www.terrafutura.it

OFFICIAL VIDEOCLIP "THE ISLAND" OF MONICA SHANNON

"THE ISLAND" è IL VIDEOCLIP UFFICIALE DI MONICA SHANNON, artista new age di origini italo-americane.
Questo lavoro descrive perfettamente la tematica trattata dall'artista nel brano "THE ISLAND" tratto dall'album "BEYOND 9", un connubio speciale tra anima e gli elementi della natura.

Una produzione ELFA Promotions
- Directed by Antonino Giorgianni
- Direzione Artistica ELFA: Tommaso Busiello
- Sceneggiatura a cura di Francesca Molon
- Fotografia a cura di Antonino Giorgianni e Francesca Molon

TF 2010 - Intervista a Ciro Pesacane

Terra futura 2010 - buone pratiche di vita di governo e d'impresa verso un futuro equo e sostenibile.Virginia Greco intervista Ciro Pesacane, presidente del Forum Ambientalista.

Visita: www.terrafutura.it

FIGGIEU ANEMU AVANTI

E' dall'ottobre del 1993 che realizzo editoriali televisivi per il Consorzio Teleambiente di Roma e fin da allora, inascoltato, mettevo in guardia dalle privatizzazioni. Finalmente la loro pericolosità l'ha capita Genova che è scesa in piazza.

Gsotto: LA CRISI AMBIENTALE ED ENERGETICA

3 luglio 2009Università degli Studi di Cagliari, Monteponi, IglesiasII Sessione: Le nuove frontiere dello sfruttamento delle risorse energetiche: le sabbie bituminose e nuove estrazioni nel Nord del mondo Co-facilitatori: Elena Gerebizza (CRBM/Mani Tese, Italia), Christian Mounzeo (RPDH, Repubblica del Congo)Intervista a: Nessa Ní Chasaide (AFRI, Irlanda) dell'intervistatrice Anelia Stefanova (CEE Bankwatch, Bulgaria) Intervista a: Dott.ssa Maria Rita D'Orsogna (movimento dell'Abruzzo contro l'estrazione petrolifera) dell'intervistatrice Caterina Amicucci (CRBM/Mani Tese, Italia)

Visita: www.gsotto.org

Il caso Bandazhevsky

Il professor Yuri Bandazhevsky, in visita in Italia per un ciclo di conferenze, parla degli effetti delle contaminazioni radioattive dell’incidente nucleare di Chernobyl. Medico anatomopatologo, classe 1957, a 33 anni era già professore all’Accademia di ingegneria bielorussa, nel ‘90 fonda l’Istituto medico universitario di Gomel, nelle zone più contaminate dal disastro di Chernobyl. Famoso per le ricerche sull’influenza delle piccole dosi di radiazioni sulla salute dell’uomo è autore di più di 240 lavori scientifici, fra cui trenta tesi di ricerca sulle conseguenze sanitarie di Chernobyl. Per la sua attività in ambito medico e anatomo-patologico, riceve diversi riconoscimenti, fra cui la medaglia d’oro Albert Schweitzer (per i suoi studi in radiopatologia), la Stella d’oro dell’Accademia di Medicina della Polonia ed il Premio Lenin, il più prestigioso nel suo paese per i giovani scienziati. Ma la sua brillante carriera dura poco. Le sue posizioni sono invise al regime bielorusso e quando, nel’99, denuncia il cattivo utilizzo di 10 miliardi di rubli, stanziati per la liquidazione delle conseguenze di Chernobyl, viene incarcerato in base del decreto presidenziale numero 21 per la “lotta al terrorismo” e condannato a otto anni da un tribunale militare, senza appello. Sconta sei anni nelle carceri bielorusse, da cui esce solo nel 2005, grazie a una forte pressione del Parlamento Europeo e un appello sottoscritto da Josè Maria Gil-Robles Delgado, Mario Soares, Michel Rocard, oltre che da migliaia di cittadini europei, mentre Amnesty International lo riconosce prigioniero di coscienza. E’ in Italia per la prima volta.

Visita: www.volontariperlosviluppo.it

Oikos

Istituto Oikos è un'associazione laica e indipendente, fondata nel 1996 a Milano, che opera in Europa e in Africa per favorire la conservazione e la gestione sostenibile delle risorse naturali come strumento di sviluppo economico e sociale.Maasai Women Art è una rete di cooperative di donne Maasai che portano avanti microiniziative economiche, per la realizzazione di gioielli di perline patrimonio della loro cultura. Queste attività costituiscono uno strumento di lotta contro la povertà e in favore della conservazione dei valori ambientali e culturali.

Visita: www.istituto-oikos.org

Visita: www.maasaiwomenart.net

Gsotto: LA CRISI AMBIENTALE ED ENERGETICA

3 luglio 2009Università degli Studi di Cagliari, Monteponi, IglesiasIV Sessione: Tavola rotonda sulle alternative e strategieCo-facilitatori: Nnimmo Bassey (ERA/Friends of the Earth International), Antonio Tricarico (CRBM/Mani Tese)Ing. Salvatore Marras (prof. dell'Istituto Professionale di Guspini)Andri Wijaya (JATAM.SDE, Indonesia)Conclusioni della giornata a cura dei co-facilitatori edel Sindaco di Guspini, Dott. Francesco Marras

Visita: www.gsotto.org