166 utenti


Libri.itLIBRARY OF ESOTERICA - ASTROLOGIAQUANDO DORMO LA NOTTE…KUMA. COMPLETE WORKS 1988-TODAYSEBASTIÃO SALGADO. AMAZÔNIAHELMUT NEWTON. LEGACY
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: Genova

Totale: 65

Giovanna Marini in concerto con Coro e Banda del Testaccio

Concerto di Giovanna Marini con il Coro e la Banda della Scuola Popolare di Musica del Testaccio di Roma tenuto a Genova il 25 aprile 2009 a Villa Imperiale alla presenza delle massime Autorità di Comune, Provincia e Regione e dell'Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania Michael Steiner.

Moni Ovadia parla degli immigrati

Moni Ovadia ha parlato agli abitanti del quartiere del "Lagaccio" di Genova domenica 11 Aprile 2010. In questa zona della città dovrebbe sorgere la Moschea e, dopo don Gallo, il rappresentante della Comunità Islamica genovese Husein Salah e Gad Lerner, anche Moni Ovadia è stato chiamato ad esprimere alcune sue considerazioni sull'immigrazione.

Grifo d'Oro di Genova a Giacomo Piombo

Il 14 ottobre 2008 il Sindaco di Genova Marta Vincenzi ha conferito a Giacomo Piombo che lotta da trentasei anni dalla parte dei disabili il "Grifo d'Oro" , la più alta onorificenza del Comune di Genova con la seguente motivazione: "Grifo d'Oro a Giacomo Piombo, per essersi dedicato con determinazione e coraggio alla difesa dei diritti di tutte le persone disabili, senza distinzione di razza, religione, situazione sociale e politica perseguendo un ideale democratico di esistenza priva di barriere fisiche e psicologiche."

Beppe Grillo su volontariato e partecipazione

Beppe Grillo è intervenuto allo spettacolo di beneficenza per la Croce Verde di Pegli (Genova) insieme a don Gallo e Gino Paoli. Beppe Grillo attraverso le sue formidabili battute esorta la gente e sopratutto i giovani a partecipare in prima persona, a cercare informazioni autentiche, a fare volontariato costruttivo, a reagire alla decadenza della politica e della democrazia.

Don Gallo al concerto di Subsonica al PalaCEP

Don Gallo saluta e riscalda il folto pubblico giovanile al concerto offerto in beneficenza da Subsonica, Assalti Frontali e Zero Plastica in favore della Comunità di San Benedetto al PalaCEP di Genova-Pra il 4 agosto 2010. Don Gallo viene premiato da Carlo Besana animatore del CEP, quartiere popolare all’estrema periferia di Genova, ad un anno dall’inaugurazione del PalaCep, spazio coperto dedicato al pattinaggio e ad altre attività ricreative.

Speciale Genova trenta giugno 2008

speciale sulla manifestazione trenta giugno 2008.i fatti . Il 30 giugno del 1960 la Camera del Lavoro cittadina indisse uno sciopero generale dalle 14 alle 20, a cui si sarebbe aggiunto un lungo corteo per le strade della città. Ed ancora sempre Sandro Pertini scriverà nella presentazione del libro "A Genova non si passa" di Francesco Gandolfi (edizioni Avanti!, 1960), libro dedicato alla rivolta antifascista di Genova:« È Genova che ha riaffermato come i valori della Resistenza costituiscano un patrimonio sacro, inalienabile della Nazione intera e che chiunque osasse calpestarli si troverebbe contro tutti gli uomini liberi, pronti a ristabilire l'antica unità al di sopra di ogni differenza ideologica e di ogni contrasto politico. »

Visita: www.cineindipendente.it

Incontro con Erri de Luca alla Libreria San Benedetto di Genova

Erri De Luca ha presentato il suo libro “Il peso della farfalla” il 10 dicembre 2009 alla Libreria San Benedetto di Genova della Comunità fondata de don Gallo nel 1970.Erri ha incantato il pubblico presente trattando veri argomenti: le forze dal basso verso l’alto contro la legge di gravità e quella imposta dai più forti, montagne, animali, insurrezioni, rivoluzioni, fascismi, scempi operati dagli uomini, libri, poesie, testi sacri. Ha apprezzato il brano di De Andrè eseguito dai ragazzi della Comunità ed infine ha cantato lui stesso la sua toccante “Ballata per una prigioniera”.

Orrore e vergogna a Bolzaneto

Mario Portanova - Inferno Bolzaneto Tutti gli orrori di Bolzaneto raccontati attraverso la requisitoria dei pubblici ministeri Patrizia Petruzziello e Vittorio Ranieri Miniati al processo contro 45 uomini e donne delle forze dell’ordine. Tra il 20 e il 22 luglio 2001, nel “carcere provvisorio” del G8 di Genova oltre 200 manifestanti inermi subirono botte, manganellate, ustioni, insulti, umiliazioni, vessazioni, minacce, in un regime di terrore che avvolgeva ogni angolo della caserma, dal piazzale d'ingresso ai bagni, all’infermeria. Questo libro racconta per la prima volta i risultati dell’inchiesta giudiziaria e gli atti del processo. L’accusa dei magistrati genovesi è durissima: «A Bolzaneto sicuramente vi sono stati comportamenti deliberatamente inumani, crudeli e degradanti», scrivono. «Non c'è emergenza che possa giustificare quello che è accaduto. Non c'è giustificazione perché si era ormai lontani dagli scontri di piazza e quella caserma, dove lavoravano pubblici ufficiali, doveva rappresentare un luogo di sicurezza e di rispetto dei diritti per ogni detenuto». 


In Italia non esiste il reato di tortura. 
Ma se esistesse, a Bolzaneto sarebbe stato commesso.

Visita: www.melampoeditore.it

Genova notte bianca anzi grigio topo

Mentre in varie piazze dello splendido centro storico di Genova si stava svolgendo la “notte bianca” una serie di spettacoli prodotti da Comune, da una popolare rete televisiva commerciale e da altri sponsor, nel periferico CEP (Centro Edilizia Popolare) a Genova-Pra è andata in scena la “notte grigio-topo” incontro-manifestazione per evidenziare i problemi del quartiere con la partecipazione dei cittadini, di Beppe Grillo, Ferruccio Sansa (autore insieme a Marco Preve del recente libro “Il Partito del Cemento”) e Marco Travaglio. La serata è organizzata autonomamente dalle associazioni del quartiere, da tanti volontari guidati dall’ex farmacista della zona Carlo Besana, ora in pensione, che dedica il suo tempo libero al quartiere dove ha lavorato tanti anni.Si scopre così che questa zona dimenticata di media, a meno che non si verifichino reati o incidenti, considerata ingiustamente malfamata, si rivela in realtà centro di eccellenza per originali progetti sociali autonomi, quali ad esempio l’insegnamento dell’informatica agli anziani da parte dei giovani del quartiere e per varie manifestazioni che promuovono la pacifica convivenza e comprensione tra persone di nazionalità ed usi, costumi e religioni diversi.La serata stata organizzata soprattutto per denunciare la generale dimenticanza da parte delle istituzioni per il quartiere ed i suoi problemi, tra cui, ad esempio la mancanza di un’adeguata manutenzione degli impianti degli edifici e, soprattutto, il fatto che molti abitanti, in base alle attuali regole dell’edilizia popolare, siano costretti ad abbandonare il proprio alloggio e traslocare in luoghi ignoti solo dopo due o tre anni, creando quindi grosse incertezze nelle famiglie e rendendo quindi impossibile un adeguato radicamento sociale degli abitanti.

Intervento di Giancomo Mondovì

Presso il teatro Modena di Sampierdarena GENOVA - Sabato 19/07/2003
Visita il sito: www.veritagiustizia.it