Arcoiris TV

Chi è Online

408 utenti
Libri.itREMBRANDT. COMPLETE DRAWINGS AND ETCHINGSLA FOCA BIANCAIMPOSSIBILELA FOCA BIANCA - Edizione SpecialeGREAT ESCAPES AFRICA (IEP) - edizione aggiornata

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: Comuni

Totale: 34

Metamodello II: linguaggio dell'Essere - Parte I, conferenza di Mauro Scardovelli

Dal linguaggio separativo del giudizio al linguaggio dei sentimenti e dei bisogni.Uno degli obiettivi fondamentali della ricerca Aleph è come sviluppare qualità e armonia nelle relazioni. Tema etico che, se avessimo a cuore l’integrità e la salute dell’essere umano, sarebbe al centro della nostra educazione, dalla prima elementare fino all’università.Guarda la seconda parteGuarda la terza parte

Visita: www.aleph.ws

Metamodello II: linguaggio dell'Essere - Parte II, conferenza di Mauro Scardovelli

Il “metamodello II” ci permette di vedere la realtà in modo unitivo e non più separativo, come ci ha abituato il pensiero scientifico da Bacone in poi. Se osserviamo la realtà in profondità emozioni come la paura, la rabbia, la tristezza non sono “mie” o “tue” ma sono come “danze” o “forme d'onda” impersonali. Non si può dire che la nota LA è mia o tua: esiste il LA. Sarebbe una sorta di distorsione percettiva, di ipnosi. Non più la mia paura, ma la Paura. Il metamodello II ci aiuta a cambiare la nostra percezione del mondo dalla “piccola mente” alla “grande mente”.Guarda la Prima parteGuarda la Terza parte

Visita: www.aleph.ws

Incontro con Erri de Luca alla Libreria San Benedetto di Genova

Erri De Luca ha presentato il suo libro “Il peso della farfalla” il 10 dicembre 2009 alla Libreria San Benedetto di Genova della Comunità fondata de don Gallo nel 1970.Erri ha incantato il pubblico presente trattando veri argomenti: le forze dal basso verso l’alto contro la legge di gravità e quella imposta dai più forti, montagne, animali, insurrezioni, rivoluzioni, fascismi, scempi operati dagli uomini, libri, poesie, testi sacri. Ha apprezzato il brano di De Andrè eseguito dai ragazzi della Comunità ed infine ha cantato lui stesso la sua toccante “Ballata per una prigioniera”.

Don Gallo Angelicamente Anarchico

Alcune tra le numerose divertenti battute di don Gallo nello spettacolo "Angelicamente anarchico" in scena a Genova il 10 e 11 Novembre 2009 e già rappresentato in altre città italiane.

Don Gallo intrattiene il pubblico per quasi tre ore fornendo diversi spunti di riflessione ed è accompagnato con musica, danza e poesia da alcuni ragazzi della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova, da lui fondata nel 1970 e da altri due musicisti.

Primo Maggio 2009 con don Gallo ad Alessandria

La festa del Primo Maggio 2009 della Comunità di San Benedetto al Porto si è tenuta ad Alessandria nella ex caserma dei Vigili del Fuoco qui denominata simbolicamente “Casa dei Popoli” per significare l’apertura di questo spazio polivalente a varie associazioni con fini sociali.Insieme a don Gallo, che ha tenuto il suo appello alla Comunità, sono intervenuti per un breve saluto il Presidente Filippi della Provincia di Alessandria e l’Assesssore alla cultura Rossa.

Omelia di don Gallo - Natale 2008

Omelia di don Andrea Gallo fondatore della Comunità di San Benedetto al Porto, registrato alla messa di mezzanotte del 24 dicembre 2008 alla Chiesa di San Benedetto di Genova

Incontro con Husein Salah

Un gruppo di giovani scout di Pontedera, durante un campo estivo presso la Cascina Canepa di Mignanego (Genova), una delle strutture della Comunità di San Benedetto al Porto, ha invitato Husein Salah, rappresentante della Comunità Islamica di Genova, ad un incontro per parlare serenamente delle rispettive religioni in un clima di reciproco rispetto. Questa iniziativa dei giovani rappresenta un piccolo-grande passo verso la convivenza pacifica e una reale speranza per il nostro futuro.

Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 5° parte)

N.A.Di.R. informa:all'ombra degli alberi del centro Emmaus Tohoué si riuniscono tre gruppi di lavoro: Il senso della cooperazione, pratiche per la decolonizzazione dell'immaginario e il senso della politica.
Un eterogeneo gruppo si interroga su qual'è il senso della cooperazione oggi e con quali aspettative si rivolge all'Africa. Nasce la riflessione sul perché il rapporto tra le società civili che si incontrano sia sbilanciato nella quasi totalità delle volte: una relazione dove solo l'occidente sembra poter dare in quanto incapace di ascoltare e ricevere. Come può crearsi un rapporto paritario? Cos'è la cooperazione? Conclusioni della 3° sessione di lavoro
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (incontri del lunedi)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita". Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta deinaufraghi", "L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista esociologo, oggi mediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD.Hanno coordinato: Graziano Zoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sonostati occasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
In questo video:
Intervento di Albert Tevoedjiré che, partendo dalla storia dello sviluppo, tende verso la riflessione relativa a quello che potrebbe essere ilfuturo del continente africano e del mondo intero alla ricerca del progresso umano. (in lingua francese)
Pasquale De Muro che ci propone la ricerca delle alternative all'economia tradizionale considerata l'antitesi dell'evoluzione umana
Moyse Mensah che si domanda chi produce ricchezza e contemporaneamente chi ne usufruisce. Si sofferma sulla ripartizione della ricchezza chepare essere relativa al volere della classe dirigente. (in lingua francese)
"La colonizzazione dell'immaginario"
Introduce Eugenio Melandri che critica il modello di sviluppo economico liberista selvaggio dominante. Un modello che non tiene in considerazione l'uomo,ma che ha sviluppato una sorta di feticismo verso elementi quali il Pil o la crescita economica rendendoli valori assoluti.
Serge Latouche deriva l'incapacità dell'occidente ad affrontare il disequlibrio economico globale in quanto affetto dalla sindrome della colonizzazionedell'immaginario. "Quando si ha un martello nella testa, si vedono tutti i problemi sotto forma di chiodi" (Mark Twain).L'Occidente nella testa ha un martello chiamato ECONOMIA e questo impedisce o rende difficilissimo un approccio alternativo al problema in questione(in lingua italiana)
a conclusione dei lavori della giornata i partecipanti al gruppo di studio pongono alcune domande agli esperti.
L'obiettivo principe sarebbe quello di permettere a tutti di avere vita in abbondanza, ma... come potrà mai essere possibile se l'abbondanza di qualcunodiviene la debolezza degli altri?
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it

Ricchezza - Povertà, Crescita - Decrescita (3° sessione- 4° parte)

N.A.Di.R. informa: Chiama l'Africa onlus e CIPSI hanno organizzato a febbraio 2007, il seminario in Bénin, presso la comunità Emmaus Tohoué "Africa: Ricchezza ?Povertà, Crescita ? Decrescita".
Tra i relatori: Serge Latouche, economista e filosofo francese, autore di libri come "Il Pianeta dei naufraghi","L'altra Africa tra dono e mercato", Pasquale De Muro, professore di sviluppo umano all'università di Roma 3, Albert Tevoédjré, economista e sociologo, oggimediatore del presidente della repubblica beninese e Moyse Mensah, già Ministro dell'Economia in Bénin e Vice presidente dell'IFAD.Hanno coordinato: Graziano Zoni, presidente Emmaus Italia, Eugenio Melandri, coordinatore Chiama l'Africa e Guido Barbera, presidente Cipsi.
Oltre a essere stato un viaggio di conoscenza, di incontro con la società civile e le associazioni di cooperazione locali, i momenti del seminario sono statioccasione di apprendimento, confronto e proposte per ripensare i nostri modelli di vita e per pensare insieme a come fare solidarietà.
Guido Barbera, Pasquale De Muro e Serge Latouche
Visita il sito: www.chiamalafrica.it
Visita il sito: www.cipsi.it
Visita il sito: www.mediconadir.it