Arcoiris TV

Chi è Online

234 utenti
Libri.itHISTORY OF INFORMATION GRAPHICSREMBRANDT. COMPLETE DRAWINGS AND ETCHINGSPLAY WITH MEPIRULDIAN HANSON

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

29 Ottobre 2007 03:15

"LA GIUSTA DISTANZA" IL CAPOLAVORO DI CARLO MAZZACURATI

394 visualizzazioni - 0 commenti

di pierluigi dattis

"La giusta distanza" il film appena sfornato dal Festival del Cinema di Roma, con la Regia di Carlo mazzacurati è un CAPOLAVORO. Un'autentica lezione di regia, sceneggiatura,fotografia,montaggio e produzione. Per non parlare della recitazione delle attrici e degli attori con un particolare plauso ad Ahmed Hafien(bravissimo, dolce e bellissimo) addiruttura cercato direttamente a Tunisi da Carlo Mazzacurati. Un pugno allo stomaco alla provincia italiana che fra "falso perbenismo" radici cattoliche ingoiate come l'olio di ricino inconspevolmente e violentamente, razzismo e arroganza, prevaricazione morbosa verso le donne, riesce a vivere nella "giusta distanza " . Quello che dovrebbe fare un buon giornalista , secondo i criteri d'insegnamento di un giornale di provincia. La provincia italiana che fa paura. Che giudica ed emette sentenze attraverso processi sommari. La provincia italiana, lontano dal mondo, lontano da Dio. La provincia ricca del Nord,(del Centro e del Sud) i protagonisti perbene, ma morbosi e peccaminosi (tanto c'è il prete che ti assolve)con famiglie battagliere e pronte a difendere, la morte incomprensibile di una giovane,di una donna, di un'uomo,di un bimbo,di un feto, di una VITA UMANA!!! Gli insospettabili per bene.I colleghi di lavoro, i vicini di casa, gli amici del branco. Tanto si troverà sempre "il capro espiratorio" o il colpevole innocente" Per fortuna la verità, arriva. Si, arriva! Arriva sempre!!!

COMMENTA