Arcoiris TV

Chi è Online

282 utenti
Libri.itTHE HISTORY OF GRAPHIC DESIGN VOLUME 2, 1960-TODAYSEGRETO DI FAMIGLIAFORCHE, ROGHI E GHIGLIOTTINEN.199 SMILJAN RADIC (2013-2019)THE GOLDEN AGE OF DC COMICS - #BibliothecaUniversalis

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

9 Novembre 2006 16:38

" TIM AZZERA I COSTI DI RICARICA?": ANDREA D'AMBRA PRESENTA UN ESPOSTO ALL'ANTITRUST PER PUBBLICITA'

555 visualizzazioni - 0 commenti

di andrea d'ambra

" TIM AZZERA I COSTI DI RICARICA?": ANDREA D'AMBRA PRESENTA UN ESPOSTO ALL'ANTITRUST PER PUBBLICITA' INGANNEVOLE In attesa della conclusione dell'indagine congiunta Antitrust-Agcom, continua la "crociata" del giovane studente contro i costi di ricarica Il Promotore della petizione contro i costi di ricarica che, ad oggi, ha raggiunto oltre 650mila firme attraverso il sito www.aboliamoli.eu ha annunciato di aver presentato un esposto all'Antitrust per la pubblicità ingannevole dello spot Tim che dal 24 Ottobre sta andando in onda sui principali canali televisivi quotidianamente. Nell'esposto, Andrea D'Ambra fa presente che nella pubblicità televisiva in questione si afferma, a torto: "TIM azzera i costi di ricarica". Il messaggio errato che la Tim avrebbe azzerato i costi di ricarica non corrisponde al vero ed è quindi ingannevole. La Tim non ha azzerato i costi di ricarica continua il giovane petizionario. I costi di ricarica vengono sempre pagati dall?utente che intende ricaricare una prepagata Tim, deve inoltre pagare 5 Euro per attivare il servizio pubblicizzato, passare ad un piano tariffario che ha costi piu' elevati (la tribù appunto) e il bonus che riceve successivamente, equivalente al costo di ricarica, può essere utilizzato soltanto per sms e chiamate esclusivamente verso gli appartenenti alla ?tribù? e quindi non verso tutti gli altri utenti di telefonia mobile ed entro e non oltre 30 giorni dalla ricarica e per un limite massimo di 3 ricariche al mese. Questo non significa azzerare i costi di ricarica. L?Azzeramento del costo di ricarica renderebbe automaticamente identico, al momento della ricarica, l?importo pagato con l?importo effettivamente ricaricato come credito. Così come avviene con tutte le compagnie di telefonia mobile in tutti gli altri paesi del mondo per qualsiasi taglio di ricarica. Lo spot TIM abusa della credulità e/o mancanza di esperienza degli spettatori ed in particolare dei ragazzi/adolescenti, target principale dello spot, inviando un messaggio ingannevole che induce lo spettatore a cadere nel tranello e credere all??azzeramento del costo di ricarica? magari anche passando da un altro operatore a Tim proprio in seguito alla pubblicità, per poi rendersi conto della beffa. In ragione di quanto esposto sopra, il sottoscritto, richiede l?intervento dell'Autorità contro la pubblicità in questione, e, vista la durata relativamente corta di tali spot, che vengono trasmessi per cicli di durata non superiore a qualche settimana, vista l?urgenza, il sottoscritto richiede la sospensione della pubblicità in questione. Andrea D'Ambra - http://www.aboliamoli.eu

COMMENTA