323 utenti


Libri.itLIVING IN JAPAN - 40th AnniversarySTUDIO MUMBAI 2003-2019PAUL - edizione limitataN.207 GUSTAVO UTRABO (2015-2020)RIFUGI
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

25 Marzo 2021 12:01

REFERENDUM CONTRO LA CACCIA

806 visualizzazioni - 0 commenti

di Giancarlo De Salvo


Cara amica e caro amico,
dal momento che ti stiamo invitando ad accompagnarci in un percorso referendario che sarà lungo e impegnativo, ci fa piacere condividere con te le ragioni per cui siamo fermamente convinti che l'abolizione dell'attività venatoria sia l'unica via.
L'approvvigionamento alimentare tramite caccia è ormai in disuso in tutti i paesi europei.


LA CACCIA È UNA SCUOLA DI CRUDELTÀ:
Ogni ora, vengono uccisi circa 53.700 animali a scopo di divertimento. È opportuno, in un paese civile, incoraggiare il vezzo dell'uccisione senza scopo? Oppure questa abitudine avrà ricadute di indifferenza nella psiche e nella collettività, e si accompagna a un venir meno dei sentimenti e dei valori?
Ci conviene ed è umanamente e politicamente opportuno, costruire una società spietata?

LA CACCIA NON È ECOLOGICA
La caccia fa molto male all'ambiente e non rispetta la natura. Ogni anno i cacciatori sparano 500 milioni di cartucce, pari a 17.500 tonnellate di piombo, che puntualmente si riversa nei terreni. Il piombo inquina gravemente anche i corsi d'acqua, sia di proprietà che coltivati. La caccia, non è affatto ecologica ed è un danno per l'intero ecosistema.

LA CACCIA, È PERICOLOSA PER I CITTADINI:
Riportiamo le stime 2020 riguardo agli incidenti di caccia.
Settembre: 3 morti Ottobre: 5 morti. Novembre: 6 morti. Dicembre: 6 morti.
Oppure, prendiamo 5 mesi del 2019, pari alla durata dell'intera stagione venatoria:
95 vittime umane, di cui 27 morti e 68 feriti, 80 di queste appartenenti al mondo venatorio, le restanti 15 trovatesi lì per caso.

INTORNO ALLA CACCIA, GIRANO SOLDI:
Lo Stato incassa per la caccia 2 milioni di euro all'anno, ma ne spende molti di più per i soccorsi che vengono inviati a cacciatori che si procurano autolesioni, senza contare le spese sostenute per la caccia di selezione.

LA CACCIA CREA E PEGGIORA IL PROBLEMA DELLA FAUNA SELVATICA.
Come accennato all'inizio, il cacciatore non ha affatto interesse a ridurre il numero dei capi di selvaggina presenti sul territorio, perciò immette continuamente in natura animali allevati in cattività, liberati al solo scopo di ucciderli. Sarà sufficiente fare una ricerca in rete per apprendere quanti allevamenti di cinghiali esistono in Italia (sono in sovrannumero, ma si allevano?!).
In pratica uccide, ripopola, fa aumentare i danni alle coltivazioni, allora uccide, ripopola.

LA CACCIA PUÒ ESSERE FERMATA SOLO GRAZIE AL NOSTRO REFERENDUM, MODIFICA DELLA LEGGE 157/92, CHE IL MOVIMENTO ORA HA GIÀ DEPOSITATO
Questo referendum, sarà una meravigliosa rivalsa dell'onestà di intenti di milioni di cittadini e animalisti che scelgono la vita.
Siamo certi che tu voglia far parte di questo grande sogno.
Ti diremo come puoi aiutarci, perché realizzarlo dipende da ciascuno di noi, e quindi anche da te. Unisciti a noi, sii parte del cambiamento!
Grazie
Giancarlo De Salvo


Per info : Scrivere su Whatsapp 3929697414 oppure scrivere a rispettopertuttiglianimali@gmail.com

COMMENTA