Chi è Online

Chi è Online

180 utenti
Libri.itVIENNA. PORTRAIT OF A CITYPETER LINDBERGH. DIOR (INT) - XLMARIO TESTINO. CIAO. OMAGGIO ALLHADID. COMPLETE WORKS 1979-TODAY (IEP) - Edizione 2020THE ADIDAS ARCHIVE. THE FOOTWEAR COLLECTION
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

12 Giugno 2020 18:45

LA SANITà IN ITALIA

134 visualizzazioni - 0 commenti

di francesco lena



La sanità in Italia.
In questo periodo si parla tanto su tutti i mezzi diinformazione della nostra sanità in Italia.
Si discute tanto dei limiti e di cosa non ha funzionatobene, sicuramente ci sono state carenze e errori, sono stati fatti da piùparti  sulla grave situazione venutasi a creare con l'arrivo, dellosconosciuto coronavirus.
Ma in complesso il nostro Servizio Sanitario Nazionale, haretto abbastanza bene la situazione drammatica, e nonostante le difficoltàincontrate, rimane uno dei migliori del mondo.
Con l'arrivo inaspettato coronavirus, ci ha trovatiimpreparati, con strutture non altezza per affrontare la grave situazione,carenza di posti letto per la rianimazione, carenza di materiale sanitario,carenza di medici e infermieri, carenza di servizi e presidi sanitari sulterritorio, lasciatemelo dire in alcune regioni, i governatori non sono statialtezza per gestire l'emergenza, poi tanti direttori generali impreparati pergestire le complessità delle Agenzie Territoriali Salute (ATS) e della AziendeSocio Sanitarie Territoriali (ASST), alcune regioni da anni, hanno portatoavanti una politica di privatizzazione della sanità, con continuifinanziamenti, tagliando  risorse e depotenziando la sanità pubblica.
Ora io dico che c'è bisogno urgentemente di investire di piùe meglio nella sanità pubblica, la salute deve essere messa la primo postonelle scelte culturali, economiche, sociali e politiche.
Alcune mie semplici proposte alle istituzioni e airesponsabile della sanità:
1)      Potenziamentodel Servizio Sanitario Nazionale, più risorse economiche, più strutture, piùposti letto per la rianimazione, più medici e infermieri.
2)      NegliOspedali creare percorsi di sicurezza per i ricoveri degli  ammalati, perevitare contagi di infezioni da coronavirus.
3)      Dentroil piano sanitario locale, sia potenziato velocemente la sanità sul territorio,aumentare strutture, più presidi di prevenzione, più medici e infermieri.
4)      Idirigenti Agenzia Territoriale Salute (ATS) e Aziende Socio SanitarieTerritoriali (ASST), siano nominati con un concorso pubblico, possibilmenteinternazionale (europeo), con criteri di preparazione nel settore sanitario, dicompetenze, capacità e onestà.
5)      Leregioni dentro il piano sanitario regionale, siano superate le disparità ditrattamento dei cittadini sul diritto alla salute, da regione a regione.
6)      Appenapronto il vaccino, sia messa a disposizione del Servizio Sanitari Nazionale, laquantità sufficiente per soddisfare il bisogni per la  vaccinazione ditutti i cittadini.
7)      Alivello centrale dentro il Piano Sanitario Nazionale, sia applicata a pieno lalegge 833, quella che ha istituito il nostro S.S.N. Servizio SanitarioNazionale universalistico, con i suoi principi e obiettivi di prevenzione curae riabilitazione.
8)      Siaapplicato su tutto il territorio nazionale, l'articolo 32 della nostra bellacostituzione, in cui dice che il diritto alla salute deve essere garantito a tutti i cittadini e in eguale misura.
9)      Perultimo un ringraziamento speciale a tutti gli operatori sanitari, del grandeimpegno e immenso sacrificio che hanno fatto per salvare vite nell' infezionida coronavirus, mettendo a rischio la propria,
Francesco Lena Via Provinciale,37   24060 CenateSopra (Bergamo) Tel. 035956434

COMMENTA