Arcoiris TV

Chi è Online

404 utenti
Libri.itLUNGO  IL CAMMINO NORMAN MAILER. MOONFIRE. 50TH ANNIVERSARY EDITIONTHE POLAROID BOOK (IEP) - #BibliothecaUniversalisMICHAEL FREEMAN LA BIBBIA DEL FOTOGRAFOTHEODORE DE BRY. AMERICA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

9 Ottobre 2019 09:15

DONNA CIVETTA PAPERA GALLINA

23 visualizzazioni - 0 commenti

di Doriana Goracci


Molti animali, non si sa per quale diceria, sono accoppiati al genere femminile, sicuramente non in maniera positiva, e nel migliore dei casi con bonaria ironia maschile.Ma andiamo avanti, come preannuncio dal titolo, ci sono 3 volatili che frequentemente sono accostati a noi donne, nel migliore dei casi con affetto antico.
Io vorrei oggi fermarmi alla gallina.
(per foto video testo e riferimenti continua su https://www.agoravox.it/Donna-civetta-papera-gallina.html)
Mi imbatto nella lettura, fresca di scodellamento nel web, diun articolo di GreenMe.it "Naturelle nella bufera dopoil video shock che denuncia i maltrattamenti subiti dalle galline negli allevamenti. Un investigatore di Essere Animali ha lavorato sotto copertura in un mega allevamento di 56.000 galline fornitore del gruppo Eurovo, la multinazionale italiana leader europea nella produzione di uova. Sono vendute con il marchio Naturelle ma, a dispetto del nome, le uova prodotte da questo allevamento provengono da galline maltrattate, scaraventate da una gabbia all'altra e, se malate, uccise con bastonate che le lasciano agonizzanti per decine di minuti. Alle violenze degli operatori, nei cui confronti abbiamo sporto denuncia, si aggiungono le sofferenze causate dalle gabbie, una tipologia di allevamento consentita ma disumana, in cui le galline non hanno nemmeno lo spazio per distendere le ali...Lo scorso anno in Italia sono state prodotte 12 miliardi di uova da quasi 40 milioni di galline. Circa la metà delle galline ovaiole viene allevato in gabbia.Per sapere come vengono allevate le galline che si acquistano è possibile controllare il primo numero del codice stampato sul guscio dell'uovo: solo il numero zero e il numero 1 garantiscono che le galline non siano allevate all'interno di gabbie."
L'articolo, che vi invito a leggere tutto, è stato redatto da Tatiana Maselli, "non a caso forse", laureata in Scienze e tecnologie erboristiche presso l'Università Statale di Milano, autrice del blog ideetascabili.it, che tratta di fitoterapia, alimentazione vegan, cosmesi naturale e stili di vita sostenibili.Organizza workshop sulla produzione di cosmetici naturali e saponi artigianali e conferenze su alimentazione naturale e uso delle erbe per la salute.
 
Già nel 2015 si leggeva da adnkronos.com: "Non possono aprire le ali, perdono le piume, subiscono l'amputazione del becco ma producono il doppio rispetto a 50 anni fa. Sono le galline allevate in gabbia che in Italia sono oltre 40 milioni (il 65% del totale). I dati arrivano dal Ciwf Italia Onlus che ha documentato la situazione con filmati girati in allevamenti italiani e rilancia la sua campagna End the Cage Age, chiedendo l'abolizione delle gabbie, per le galline e per tutti gli animali da allevamento. "
Nel film Freaks, i Mostri, del 1932...Olga Baclanovadiretta dal regista Tod Browning, è la sventurata che da bellissima donna quale era, è stata ridotta ad un essere orribile; le sono state tagliate le gambe, cavato un occhio, le mani schiacciate e deturpate, la lingua mozzata. Ridotta a un essere deforme, viene presentata dai crudeli proprietari del circo come la "donna gallina" e sottoposta anche lei allo scherno del pubblico. "
I mostri sono forse altri, ai giorni nostri.CantavanoCochi e Renato La gallina, era il 1973.
Doriana Goracci
 foto video testo e riferimenti su https://www.agoravox.it/Donna-civetta-papera-gallina.html

Ma del resto
Tutta la vita è una ruota
E la gallina seduta
Nella via
Ripete, ripete,
Ripete il suo gesto.
La gallina solo di piume è ricoperta
E sta sempre rinchiusa all'aria aperta
E non prova invidia né avversione
Neanche verso le pecore
Che le passan davanti col maglione.
Tutte le pecore nella loro superiorità superba
Gli passan davanti con un maglione di chasmire
E con un bottone proprio qui sul collo.
L'unica cosa calda che ha sono le uova
Che ci dà sempre fresche.

COMMENTA