Arcoiris TV

Chi è Online

158 utenti
Libri.itLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI E DISEGNI (GB)THE DAVID BAILEY SUMO - edizione limitataJULIA PASTRANATIKI POP (INT)GIOVANNA GARZONI. UN VOTO D

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!




Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

10 Gennaio 2017 16:36

CI VUOLE PIù ESPONSABILITà

496 visualizzazioni - 0 commenti

di francesco lena


GentileRedazione Le mando questo mio semplice scritto Veda se ritiene utilepubblicarlo, grazie.
Ci vuole più responsabilità
Laresponsabilità come sappiamo tutti, è un atteggiamento al quale veniamochiamati come cittadini e cittadine, in ogni ruolo e a tutti i livelli,famigliari, sociali, informativi e istituzionali. A livello famigliare,prendersi cura in collaborazione con tutti i componenti, nelle piccole e grandicose da fare, per un buon convivere e condividere e trarne tutti vantaggio,favorendo un clima di armonia e sereno.
A livellosociale, la responsabilità è avere consapevolezza delle nostre azioni, cheabbiano alla base dei principi e obiettivi di alta civiltà, per rendere lasocietà migliore e più giusta. Per raggiungere questi obiettivi, ci sono coseda non fare, lavoro nero, l'evasione fiscale, non abbandonarsi ha guadagnifacili, spaccio di droghe, di merce contraffatta, non corrompere e non farsicorrompere in lavori o cose illegali, ma con una bella e sentitaresponsabilità, comportarsi da cittadini per bene, con onestà, sincerità,umanità, questo ci rende cittadini migliori e ci permette di andare sempre a testaalta.
A livelloinformativo, giornali, radio, internet, tv, telefonini, bisogna che tuttiabbiano una sana e onesta responsabilità, di non pubblicare notizie false,offensive, dispregiative nei confronti di persone, associazioni, istituzioni,ma informazioni corrette, trasparenti, veritiere e obiettive, salvaguardandosempre la dignità di ogni persona. A livello istituzionale, qui chi ne fa partedeve avere quella responsabilità, dovere di servizio, limpida e di buonesempio, a partire dai Consigli Comunali, ai componenti non basta essere statieletti dai cittadini, bisogna impegnarsi tenacemente per risolvere i problemidella comunità. Delle persone, ai consiglieri che non fanno parte dellamaggioranza, non basta dire solo dei no, protestare o addirittura nonpartecipare ai Consigli Comunali, devono essere presenti, attivi, fare propostecostruttive, essere al servizio della gente in collaborazione con lamaggioranza, per cercare di far prevalere le soluzione migliori, per benecomune. Le Province, che dovevano essere superate, ma con la prevalenza del noal referendum del 4 dicembre 2016, tutto ciò si è bloccato, preso atto ora siprendano con seria volontà e responsabilità, a gestire i compiti e problemi chegli competono. Dalla manutenzione delle strade, alla sicurezza, alle scuole, aitrasporti, alla tutela dell'ambiente, con piani di governo del territorio,dell' agricoltura e altro. Con spirito di servizio, per il bene di tutta lacomunità. Le Regioni, per primo i consiglieri regionali dovrebbero ridursi lostipendio, com'era previsto nella legge di riforma istituzionale, poi piùresponsabilità nella gestione delle risorse, meno sprechi con unaprogrammazione sanitaria, assistenziale, sociale, con più attenzione aicittadini più deboli, poi più trasparenza negli appalti e convenzione diservizi sanitari e sociali.
IlParlamento, doveva diminuire il numero dei suoi componenti, per darle piùefficienza e risparmio economico, ma con la prevalenza del no al referendum del4 dicembre 2016 tutto rimane come prima.
Ora simettano a lavorare con grande responsabilità, dimostrino di essere di buonesempio per il paese per i cittadini, in parlamento ci sia dialettica vivace,confronto acceso, onesto e rispettoso dell'altro, costruttivo per il bene degliitaliani e per la nostra bella Italia. Ci sia anche nel linguaggio verbale escritto, intelligente, educato, senza titoli dispregiativi, insulti inutili,parolacce offensive, piuttosto impegnarsi di più per ridurre le disuguaglianzetra cittadini, poi un'accurata attenzione ai più deboli nel legiferare, aglianziani, ai bambini, ai diversamente abili, ai disoccupati, ai senza tetto, aimigranti, ai terremotati. Poi lasciatemelo dire, per rendere la nostra Italiaancora più grande e più bella, bisogna fare di più per combattere le mafie, lacorruzione, l'evasione fiscale, fuga di capitali all'estero, l'illegalitàdiffusa.
In fine,cari cittadini tutti insieme mettiamoci con grande impegno, onestà eresponsabilità, a darsi da fare in ogni luogo in tutti i settori, a voler benealla nostra meravigliosa Italia, trattare con rispetto sia il territorio chetutti i suoi cittadini, cerchiamo di dare sempre il meglio di noi stessi percontribuire a raggiungere obiettivi grandi, di giustizia sociale, disolidarietà, di amore, di pace.
FrancescoLena Via Provinciale, 37   24060 Cenate Sopra ( Bergamo ) tel.035956434
 
 
 

COMMENTA