248 utenti


Libri.itJAPAN 1900THE CHARLIE CHAPLIN ARCHIVESGIO PONTI  -  ART EDITIONL’INFERNALE OTTOVOLANTETHE STANLEY KUBRICK ARCHIVES
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Lingua: ITALIANO

Totale: 10832

Alex Zanotelli: se vince Kerry, se vince Bush

Zanotelli, grande conoscitore della realtà americana ­ ha studiato e vissuto negli Usa per oltre 10 anni ­ traccia una sintetica analisi della sfida Bush Kerry.

ViralVideo 20 Fini

Massimo Fini, intellettuale di destra, giornalista e scrittore. Il caso Berlusconi:un regime ad personam.
Filmato ViralVideo Project

Intervista a Burning Spear

Visita il sito:
www.rototomsunsplash.com

Emergenza mafia, ma il governo cosa fa? Intervista a Nando Dalla Chiesa

Quasi assente ai funerali di Francesco Fortugno (Berlusconi ha mandato in ritardo un messaggio di condoglianze, e dei ministri era presente solo La Loggia, titolare del dicastero per gli affari regionali, quasi la mafia fosse un problema da risolvere a tra Reggio e Cosenza...) il governo ha da sempre trascurato l'emergenza mafia e della 'ndrangheta in particolare. Che, si dice da tempo, è diventata più forte perfino di Cosa Nostra, con alleanze sempre più solide con mafie straniere.
E' quanto sostiene Nando Dalla Chiesa, che nell'intervista ricorda anche come, pochi giorni dopo l'attentato di Locri il governo abbia approvato un ddl con cui, in pratica, si lascia la possibilità ai mafiosi di riprendere possesso delle terre loro confiscate.
Il senatore della Margherita commenta poi l'approvazione della devolution e spiega la sua posizione sulle candidature del centrosinistra alla carica di sindaco di Milano.

Terzani. I popoli, le culture, le differenze: la sfida della pace

Dialogo di Angela Staude Terzani con Furio Colombo.
Interviene Ilaria Maria Sala.
Presiede Giuseppe Giliberti.
Letture a cura di Silvana Strocchi.
Visita il sito: UniversoTV.it

Torpedo - M.E.I. 2005

Torpedo - M.E.I. 2005
Riprese effettuate Sabato 26/11/2005 presso la Tenda M del MEI FEST 2005.
Visita il sito: www.meiweb.it

Come i funghi

Come i funghi - di Alessandro Formigoni:
Può l'amore essere eterno? Un uomo perde la fidanzata a causa di un incidente in bicicletta ma la donna, anche da defunta, riesce a manifestarglisi. La loro storia può così continuare, presto però emergeranno dei problemi. Surreale e ironico ai confini del grottesco. Ambientato nella Modena del 1929, è proposto come film d'epoca, muto, con sottotitoli e pellicola finto-invecchiata.
Da non perdere la canzone di chiusura.
Visita il sito: www.fuoriicorto.tv

Killer Cola - Sai cosa bevi? Intervista a Edgar Paez

Edgar Paez - Responsabile Internazionale del Sindacato Sinaltrainal spiega perchè bisognerebbe smettere di consumare Coca Cola

12)In-Sicurezza Stradale- Intervento di Francesco Saladini

Francesco Saladini, giurista del Foro di Ascoli Piceno, Gruppo giustizia AIFVS, parla delle proposte dell' AIFVS di modifica ai codici per dare giustizia e restituire dignità alle vittime.
Iniziative informative e di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.
Iniziativa dell'associazione italiana familiari e vittime della strada - sede di Modena.
Visita il sito: www.vittimestrada.org

KASHMIR, chi ricomincia dopo la tragedia

Breve viaggio per fare il punto sulla ricostruzione post-terremoto nel distretto di Bagh, nella parte pakistana della regione rivendicata anche dall'India
KASHMIR, CHI RICOMINCIA DOPO LA TRAGEDIA
Nulla in muratura è stato ancora riedificato, a causa del freddo: si vive e si va a scuola nelle tende. Senza lacrime, con nello zaino una dignità che fa paura.
La polvere che imbianca i pantaloni e ostruisce le narici. Lasciando filtrare però l'odore stomachevole del cibo fritto per la strada. Il grigio delle tende e le coloratissime stoffe appese alle baracche, in vendita. I clacson e il vociare dei commercianti che mercanteggiano. Le macerie e gli scheletri delle case. Vita e morte insieme, distruzione e caos. Questa è Bagh city.
Dopo oltre 5 mesi dal terremoto di 7,6 gradi della scala Richter che lo scorso 8 ottobre l'ha devastata, la regione del Kashmir, tra Pakistan e India, sembra ancora il fantasma di se stessa. Il mezzo tsunami che coi suoi quasi 100 milioni di morti e 4 milioni di senzatetto è stato cancellato presto dalle pagine dei giornali, è ancora presente nella quotidianità di chi da quelle parti continua a vivere. Sì, perché la vita è ripresa, ma nelle tende. Si può comprare di nuovo tutto, ma ai negozi mancano le pareti. L'aiuto prestato dall'Onu, dalle ong estere (tra cui Save the children, Mercy Malasya, Oxfam, Msf), locali e italiane (Intersos, Alisei), della Croce Rossa come anche quello dei contingenti militari della Nato, inserito nell'operazione "Indus" terminata a gennaio, ha fornito alla popolazione tutti gli aiuti (intesi come aiuti materiali e servizi vari) di primissima e prima necessità. La ricostruzione vera e propria è però ancora lontana. Non tanto per la neve, che fortunatamente è scesa copiosa solo oltre i 1500 metri. Piuttosto per il freddo, che costringe ad attendere l'arrivo di aprile.
Sono personalmente andata lo scorso dicembre 2005 a visitare il distretto di Bagh, a nord-ovest di Islamabad e a pochi chilometri dall'epicentro del sisma. Anche qui la gente ha perso tutto o quasi, tranne un fortissimo senso dell'ospitalità e una dignità inenarrabile.
Laura Tangherlini