153 utenti


Libri.itCARAVAGGIO. LCORVI DDEPECHE MODE BY ANTON CORBIJNPICCOLO TIGRE E PICCOLO ORSO VANNO IN CITTAGIO PONTI  -  ART EDITION
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Lingua: ITALIANO

Totale: 7855

Covid-19: Testimonianze dal mondo - 48 BURKINA FASO (Ouagadougu)

Testimonianze dal mondo: Covid-19 è una rubrica realizzata dal gruppo di filmmaker Opponiamoci. Sono interviste e testimonianze realizzate nei cinque Continenti e avranno un pubblicazione quasi giornaliera sulla home page di Arcoiris.tv. In più le potrete ritrovare tutte insieme cliccando sul nuovo logo Opponiamoci Testimonianze dal mondo: Covid-19 che troverete fisso in home page.

Parla Serge Roland Bado, produttore video - Proprietario di una azienda di fitoterapia per la malaria

Il grande segreto del sistema immunitario

Parlano Matteo Gracis e il Dott. Stefano Manera

Il regno più piccolo del mondo

Non mi era mai capitato di intervistare un Re.

Siamo a largo del comune di Olbia dove, tra le magnifiche acque della Sardegna, svetta una gigantesca montagna.
Su quell'isola disabitata, oltre due secoli fa, capitò casualmente un navigatore genovese: Giuseppe Bertoleoni. Si innamorò di quel paradiso a tal punto da fondare lì il suo regno e dopo sette generazioni quel regno esiste ancora: il regno di Tavolara.

Presentazione: Ai tempi di una pandemia nessuno è straniero

AI TEMPI DI UNA PANDEMIA NESSUNO È STRANIERO
Lunedì 7 Dicembre 2020 | Ore 17.30
Abbiamo parlato della discriminazione mediatica durante i controlli Covid-19 e del nostro nuovo report “Ai Tempi Di Una Pandemia Nessuno È Straniero”.

Introduce:
-Triantafillos Loukarelis (Direttore Generale, UNAR)
Interverranno:
- Giuseppe Giulietti (Presidente, FNSI)
- Sabika Shah Povia (Carta di Roma)
- Grazia Naletto (Lunaria)
Coordina
- Paola Barretta (Osservatorio di Pavia)

In collaborazione con:
- Festival dei Diritti di Ferrara
- Nexus Emilia Romagna
- Regione Emilia-Romagna
- Associazione Cittadini del Mondo Ferrara

Lo skate non è un crimine: gli skaters, la polizia e la storia di un movimento diventato olimpiade

"Skateboarding is not a crime", dicono da sempre gli skaters di tutto il mondo: fare skate non è un crimine. Una frase che riassume decenni di fughe dalla polizia, tavole sequestrate, pomeriggi trascorsi in strada sotto lo sguardo diffidente dei passanti, carenza di strutture e mancata considerazione da parte delle istituzioni.

A sessant'anni dall'apparizione della prima tavola a rotelle lungo le vie della California, lo skateboarding si è emancipato fino a venire ufficialmente riconosciuto come sport olimpico. E anche in Italia, un movimento per molti aspetti clandestino e in qualche momento addirittura proibito, legato a controculture di strada come il punk, il rap, i graffiti e la breakdance, è riuscito col tempo a essere progressivamente accettato dalla società. Un percorso lungo e complicato: dai pionieri che negli anni '80 e '90 skateavano in giro per le città italiane e per questo venivano multati o addirittura arrestati, fino ai giovani skater che oggi hanno sponsorizzazioni anche da stilisti e marchi famosi, viaggiano in tutto il mondo per le gare e sognano un posto alle prossime Olimpiadi.

Un viaggio non solo sportivo, perché lo skate non è solo uno sport ma un vero e proprio stile di vita all'insegna della libertà che unisce musica, cultura, arte e voglia di stare assieme: un mondo intero, che gravita intorno a una semplice tavola di legno con quattro ruote.

di Antonio Nasso

Un caffè a 10 euro!

Vi ricordate il 1990?
Quanto costavano le cose quell'anno? Quanto guadagnavamo quell'anno? Che problema c'è a lasciare i soldi fermi «sotto il materasso»? Ma soprattutto, c'è un legame tra queste 3 domande?
Video realizzato per Orizzonti TV​ da Taxi1729​ in collaborazione con GiustiEventi​.

Roberto Quaglia dixit: Contro-contro discorso globalista di fine anno 2020

Discorso di fine anno 2020 - tutto il meglio di un anno fantastico del quale tutti parlano male!

Dr. Stefano Montanari e Professoressa Antonietta Morena Gatti, conversazione con Red Ronnie

Stefano Montanari e Antonietta Morena Gatti sono la coppia più bella del mondo. Lui è laureato in farmacia, lei è fisico e bioingegnere. Lui è diventato una star di internet e i suoi video, dove racconta la verità su quello che sta accadendo, fanno milioni di visualizzazioni. Lei è stata la prima a denunciare le nanoparticella inventando il nome “Nanopathology”. I suoi studi sono esaminati in tutto il mondo. Entrambi hanno combattuto gli inceneritori, le cui nanoparticelle sono letali per l’essere umano. Montanari è stato reso famoso da Beppe Grillo nei suoi spettacoli. Il “comico” ha anche raccolto fondi per acquistare loro un prezioso microscopio per gli studi che fanno, che poi Beppe ha fatto in modo di sottrarre. La storia di questa incredibile vicenda, preludio ai 5 Stelle, la puoi leggere nel libro “Grillo Mannaro” che Stefano ha scritto e divulgato gratuitamente sul suo sito a questo link
https://www.stefanomontanari.net/il-g...
Visti gli episodi di censura che hanno subìto spesso i video di Stefano, lui ha creato un canale televisivo libero:
https://www.freehealthacademy.com
Sono andato a trovare Stefano e Antonietta Morena nello studio Nanodiagnostics che hanno vicino a Modena. La conversazione è durata un’ora e mezza. Per il rispetto della verità non ho fatto alcun taglio e la lascio integrale. C’è solo l’interruzione per il cambio batteria della telecamera.
L’analisi che hanno fatto di virus, va@@ini, DNA, frequenze, feti abortiti e tanti altri argomenti è lucida e serena, pur nella sua drammaticità. Chi ha già visto questa conversazione mi ha testimoniato quanto sia stata importante e illuminante.
L’informazione libera e il confronto nella scienza sono elementi essenziali in ogni società civile.
In teoria dovrei occuparmi solo di musica, ma nei momenti di emergenza sono costretto a raccontare altre storie, sempre alla ricerca della verità, seppur scomoda e penalizzante anche nel mio lavoro. Però non siamo su questa terra per accumulare fama o beni materiali ma per aiutare chi ha bisogno e risvegliare le coscienze, a partire dalla nostra.
Lunga vita agli audaci, ribelli e sognatori

Visita: www.freehealthacademy.com

Una Mole di libri - Fiera virtuale della piccola e media editoria

Intervento di Maria Assunta Partesotti, madre di Giacomo Montella ragazzo di 29 anni deceduto in un terribile incidente stradale sulla complanare di Modena.

Visita: www.vittimestrada.org

  • Visualizzazioni: 489
  • Lingua: ITALIANO | Licenza: Non commerciale - Non opere derivate - Licenza 3.0
  • Fonte: Franco Piacentini | Durata: 78.52 min | Pubblicato il: 10-07-2020
  • Categoria: LETTERATURA
  • Scarica: MP3 | MP4 |
  • 1.5/5 (8 voti)
    Condividi| Commenta

Monica Nardone - Le fake news

Le fake news, come nascono e perché si diffondono più rapidamente delle notizie vere. Come riconoscerle e contrastarle
Monica Nardone: Giornalista scientifica ANSA.

Molte fake news galleggiano nella rete, dove le informazioni false si diffondono sei volte più rapidamente rispetto a quelle vere. Le notizie infondate sulla politica sono le più veloci, battendo quelle su terrorismo, disastri naturali, finanza e scienza. Fra quest'ultime le più frequenti sono quelle che annunciano cure miracolose e il passaggio di asteroidi giganteschi, sul punto di collidere con la Terra. Per riconoscere le informazioni vere dalle false bisogna imparare a navigare consapevolmente.

Visita: www.festascienzafilosofia.it