164 utenti


Libri.itCORVI DPICCOLO TIGRE E PICCOLO ORSO VANNO IN CITTAWITCHCRAFT. THE LIBRARY OF ESOTERICAMISTERO NEL BOSCOPETER LINDBERGH. AZZEDINE ALAÏA
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tutti i filmati di meetingdirimini

Totale: 63

Educare alla libertà

Eraldo Affinati, Scrittore ed insegnante, fondatore della scuola Penny Wirton; Susanna Tamaro, Scrittrice. Introduce Costantino Esposito, Professore Ordinario di Storia della Filosofia all’Università di Bari.

Si è parlato tanto dei giovani in questi mesi di pandemia. Per alcuni le limitazioni imposte sono state dannose per il loro sviluppo, altri le vedono come momenti certamente non facili ma particolarmente sfidanti per la loro crescita. Ma per tutti il tema dell’educazione è uscito dalla scontentezza e si è imposto con le sue domande più decisive. La didattica a distanza ha riaperto la questione sullo scopo della didattica, la vita più stretta in famiglia ha rimesso in luce il senso delle relazioni familiari, le difficoltà di incontrare i compagni di scuola o di quartiere ha fatto riscoprire l’amicizia. Di quali relazioni hanno bisogno bambini e giovani per scoprire sé stessi e il mondo? Quali sono le attenzioni da seguire per favorire la loro libertà e la loro assunzione di responsabilità? Cosa cercano quando guardano noi adulti? E cosa ci sta veramente a cuore quando li abbracciamo?

Visita: www.meetingrimini.org

Il futuro della democrazia. Il coraggio nella politica

Aleksandr Archangel’skij, Scrittore, conduttore tv, giornalista (Russia); Luciano Violante, Presidente emerito della Camera dei Deputati; Joseph H.H. Weiler, University Professor at NYU Law School and Senior Fellow at the Center for European studies at Harvard. Introduce Lorenza Violini, Professore di Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Milano.

Avrà la democrazia la capacità, nei prossimi decenni, di dimostrarsi un sistema di governo ancora sostenibile? La civiltà digitale e la globalizzazione mettono a rischio la libertà dell’io, un io che vive di omologazione in universi iper-individualizzati. Viene così meno la struttura fondante dei processi democratici, che è trama di relazioni tra la persona, le sue aggregazioni, il popolo sovrano e i detentori del potere.
Voti in rete, democrazia diretta e digitale ma elitaria, ricerca esasperata del consenso mirano a deteriorare non solo i fondamenti ma anche i meccanismi della democrazia, riducendo l’io ad un “votante” e la politica a un’arte della manipolazione e della gestione del consenso. Come ridare respiro ad una democrazia anestetizzata?
Se ne parlerà con franchezza, senza l’ansia di costruire progetti di assai improbabile inveramento, senza pensare che nuovi meccanismi “elettorali” o nuovi sistemi di governo possano sostituire l’atrofizzarsi della libertà e della responsabilità. Una ricerca e una discussione aperta all’apporto di tutti, alla ricerca di strade nuovamente praticabili per il nostro vivere insieme.

Visita: www.meetingrimini.org

Talk: Il lavoro che verrà. Il lavoro o la vita?

Gian Carlo Blangiardo, Presidente Istat; Roberto Giacchi, Amministratore Delegato di ItaliaOnline; Giancarlo Giorgetti, Ministro dello Sviluppo Economico; Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà.

Come possiamo immaginare il lavoro sostenibile è la domanda con cui si concluderanno gli incontri. Le nuove possibilità tecnologiche e organizzative permetteranno una sempre migliore conciliazione dei tempi di lavoro e di vita? Giovani e donne non saranno più le fasce fragili del lavoro ma saranno il traino di una nuova occupazione? Il lavoro è al centro di un nuovo paradigma di sviluppo sostenibile: non c’è sostenibilità ambientale senza sostenibilità sociale e viceversa. L’uomo al lavoro esercita il ruolo fondamentale in questo passaggio verso il futuro; il lavoro trasforma risorse naturali e risorse sociali in beni utili a migliorare la vita di tutti. Da qui l’enorme libertà e responsabilità nel fare sì che si producano beni e non danni.
Un ministro dialoga con i dati e le statistiche e con una azienda digitale che guarda alla crescita.

Visita: www.meetingrimini.org

La rete, i social, il dilemma della comunicazione

Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione digitale e servizi civici del Comune di Milano; Derrick De Kerckhove, Sociologo, Accademico e Direttore scientifico della rivista digitale Media Duemila; Enrico Gentina, Coordinatore Civiltà Digitale e Organizer TEDxTorino, Formatore; Massimo Russo, Direttore di Esquire Italia e Chief Product Officer Europe di Hearst. Introduce Marco Bardazzi, Giornalista, esperto di innovazione digitale nel giornalismo e nella comunicazione.

L’ecosistema digitale in cui siamo immersi da oltre un ventennio sta cambiando profondamente il nostro rapporto con il lavoro, le amicizie, lo svago. I social media in particolare sono la vera disruption della nostra epoca e sfidano la nostra capacità di attenzione, immersi come siamo in quella continua condivisione che gli studiosi del MIT hanno definito “The Hype Machine”. In questo scenario, cresce il bisogno di una educazione a vivere pienamente l’era digitale, a individuarne le opportunità e capirne i pericoli. Anche sulla Rete serve il coraggio di dire “io” con consapevolezza e con la conoscenza di cosa c’è in gioco. Ne discutono alcuni esperti e protagonisti del mondo digitale, per uno scambio di esperienze su cosa sta avvenendo e un tentativo di immaginare cosa ci aspetta negli Anni Venti.

Visita: www.meetingrimini.org

Le nuove infrastrutture e il pilastro della sostenibilità

Mario Abbadessa, Senior Managing Director & Country Head di Hines Italy; Enrico Giovannini, Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili; Alessio Torelli, Chief Business Unit Mobility & Liquefaction Snam. Introduce Bernhard Scholz, Presidente Fondazione Meeting per l’amicizia fra i popoli. Modera Mariangela Pira, Giornalista di SkyTg24.

Strade, ponti e tunnel, ferrovie, porti e aeroporti, gasdotti, cablaggi elettrici e fibra ottica, questi sono solo alcune delle più importanti infrastrutture necessarie per garantire la vita sociale ed economica di un paese moderno. Costruirli, rinnovarli ed innovarli è un compito arduo che coinvolge tanti attori diversi in una pianificazione condivisa al livello regionale, nazionale e sempre più spesso anche internazionale. Realizzarli oggi ha come criterio inequivocabile la sostenibilità: La produzione dell’energia, la mobilità e l’edilizia sono validi solo in quanto si possono appoggiare sul pilastro di una sostenibilità sociale e ambientale. Che questa sostenibilità non sta in contradizione con l’economicità ma al contrario la favorisce a medio lungo termine sarà uno dei temi principali di questo incontro.

Visita: www.meetingrimini.org

La filiera del farmaco italiana e l'emergenza

Enrique Häusermann, Presidente Egualia; Paolo Russolo, Presidente Aschimfarma; Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria e Presidente e Amministratore Delegato Janssen Italia; Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato IMA. Introduce Camillo Rossi, Direttore Sanitario ASST Spedali Civili Brescia.

Le imprese della filiera del farmaco hanno giocato un ruolo di primo piano nella risposta alla pandemia, assicurando la continuità operativa necessaria per rispondere al bisogno di cura e garantendo così ai pazienti l’accesso alle terapie. Diverse aziende italiane stanno partecipando alla costruzione di una filiera italiana dei vaccini anti-Covid. Il comparto italiano del farmaceutico, con oltre 34 mld € di produzione, è il leader in Europa della produzione di farmaci. Tutta la filiera ha un ruolo di primo piano a livello mondiale, basti pensare alla leadership che l’Italia ha nel settore di ideazione e produzione di macchine per il farmaceutico o nella produzione di principi attivi. Al Meeting di quest’anno incontreremo gli attori di questa filiera così importante anche in un’ottica di ripresa e rilancio dell‘economia.

Visita: www.meetingrimini.org

Webinar: non sprechiamo la pandemia

A cura di AVSI
Laura Frigenti, Global Head International Development Practice a KPMG LLP, già direttrice dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo; Grammenos Mastrojeni, Vice Segretario Generale dell’Unione per il Mediterraneo; Giampaolo Silvestri, Segretario Generale AVSI. Modera Francesco De Leo, Direttore Affarinternazionali.it, rivista dello IAI.

Non sprechiamo la pandemia: il dialogo parte da una provocazione espressa mesi fa da Papa Francesco, che apre a una riflessione a tutto campo sul modello di sviluppo che abbiamo perseguito fino ad oggi e che si è dimostrato insostenibile.
Oggi molti economisti, sociologi, politici invocano un cambio di passo, un nuovo paradigma. Ma che cosa significa concretamente per il nostro stile di vita? Come si traduce sviluppo verde nelle scelte personali, delle comunità, dei Paesi e nelle relazioni globali?
Su che cosa si deve fondare la collaborazione tra settore privato, che deve continuare a fare profitti, e settore non profit, che conosce le difficoltà e le contraddizioni quotidiane accanto agli ultimi del mondo? Come passare da auspici retorici a una pratica di programmi e progetti di sviluppo che tutelino la dignità di ogni uomo e donna, e al tempo stesso coniughino il bisogno di lavoro, la tutela della salute delle persone e dell’ambiente?
Attorno a queste domande si svilupperà il dialogo tra i panelist che, a partire da prospettive ed esperienze diverse ma integrate, offriranno provocazioni per una riflessione nuova.

Visita: www.meetingrimini.org

Custodi della vita. Il noi dentro l'io

Cristina Benetti, Jewish General Hospital di Montreal; Vincent Nagle, Cappellano Fondazione Maddalena Grassi; Patrick Vinay, Professor Emeritus of Medicine, Université de Montréal. Introducono Marco Maltoni, Direttore Unità Cure Palliative di Forlì, Membro dell’Associazione Medicina e Persona ed Elvira Parravicini, Director of the Neonatal Comfort Care Program, Associate Professor of Pediatrics, Columbia University Medical Center.

Non si vive se non in una relazione, perché ‘essere in relazione’ è la natura dell’uomo.
La pandemia ha costretto le persone all’isolamento fisico, per evitare il contagio, e questo è successo soprattutto in campo medico.
Madri hanno dovuto partorire senza il marito presente, pazienti ospedalizzati non hanno potuto ricevere il conforto della visita dei familiari e, peggio, sono morti da soli.
L’isolamento ha colpito anche gli operatori sanitari, e abbiamo visto una alta incidenza di depressione, di abbandono del posto di lavoro e qualche volta, suicidio.
Questo perché la relazione, sia per i pazienti che per gli operatori sanitari, è la possibilità di un continuo rigenerarsi a vicenda, per potere vivere anche la situazione più drammatica.
Ma durante il tempo della pandemia, ci sono state persone che hanno avuto ‘il coraggio di dire io’ e che hanno deciso di ‘esserci gli uni per gli altri’, realizzando così la verità di sé?

Visita: www.meetingrimini.org

Vivibilità e accessibilità. La città inclusiva

Giuseppe Bonomi, Amministratore Delegato di Milanosesto S.p.a.; Antonio Decaro, Presidente ANCI e Sindaco di Bari (TBC); Carlo Ratti, Architetto e Ingegnere, Docente presso il Massachusetts Institute of Technology e Direttore del MIT Senseable City Lab; Irene Tinagli, Presidente della Commissione Problemi Economici e Monetari del Parlamento Europeo. Introduce Guido Bardelli, Presidente Compagnia delle Opere.

Nei prossimi anni, la sfida per migliorare la qualità della vita delle persone si svolgerà in gran parte nelle città. È dal tipo di sviluppo che saremo in grado di immaginare e costruire che dipenderanno le soluzioni ai problemi antichi e nuovi dei grandi centri urbani. Per centrare questi ambiziosi, quanto indispensabili, obiettivi, che riguardano l’intero Paese e assieme l’Europa, si è già fatta strada in molteplici esperienze la scelta di orientare ogni nuovo progetto urbano ai principi e alle dinamiche dell’economia circolare, della transizione ecologica e della mobilità sostenibile. Quali leve sociali, economiche e istituzionali occorre dunque coinvolgere perché l’orizzonte della civitas sia sempre di più quello della libertà e del benessere di tutti? È possibile pensare alle nuove forme dell’abitare, del muoversi e del lavorare puntando alla ricerca dell’inclusività? Quali saranno in futuro i tratti concreti di una città pienamente accessibile e vivibile?

Visita: www.meetingrimini.org

Covid-19, il ruolo centrale della ricerca scientifica

Covid-19, IL RUOLO CENTRALE DELLA RICERCA SCIENTIFICA: LA SFIDA DEL VACCINO E DI UNA TERAPIA EFFICACE

Stefano Bertuzzi, Chief Executive Officer at American Society for Microbiology (ASM); Andrea Costa, Sottosegretario di Stato alla Salute; Skhumbuzo Ngozwana, CEO and President Kiara Health; Walter Ricciardi, Presidente della World Federation of Public Health Associations e Professore Ordinario di Igiene e Medicina Preventiva, Università Cattolica del Sacro Cuore. Introduce Riccardo Zagaria, Amministratore Delegato di DOC Generici.

Durante questi mesi abbiamo toccato con mano l’importanza che la ricerca ha per la vita di tutti noi. Attualmente sono in corso oltre 250 studi clinici che stanno studiando vaccini e cure efficaci contro il Covid-19 e future Pandemie. Importanti investimenti pubblici e privati hanno reso possibile questo sforzo senza precedenti. Tuttavia gli investimenti da soli non sarebbero bastati, perché dietro ogni progetto di ricerca ci sono uomini che, con determinazione, hanno portato avanti progetti tra mille difficoltà e limitazioni. Al Meeting di quest’anno vogliamo incontrare questi uomini e farci raccontare il loro percorso umano.

Visita: www.meetingrimini.org