271 utenti


Libri.itTHE FRENCHMAN - FERNANDELCINEMA DEGLI ANNI CINEMA DEGLI ANNI STANLEY KUBRICK (I)PAUL VERHOEVEN
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tutti i filmati di ARCOIRIS TV BOLOGNA

Totale: 132

Haiti: un paese dimenticato

N.A.Di.R. informa: in occasione del 60° anniversario della Dichiarazione dei Dirittti del'Uomo l'Assoc. Fratelli dell'uomopropone un dibattio rifrentesi alla violazione dei diritti delle donne in Centroamerica. "Violare i diritti delle donne è un criminecontro l'umanità" si legge nel comunicato di Barbara Spinelli (Assoc. Naz. Giuristi Democratici) e la situazione ad Haiti è particolarmentedrammatica rispetto agli altri Paesi centroamericani, situazione da imputarsi per lo più al drammatico clima politico che ha connotato Haitia partire dagli anni '90 e che ha contribuito alla soppressione dello sviluppo del pensiero femminista nel Paese. E' inequivocabilel'incapacità istituzionale di garantire il dirittto delle donne all'integrità psico-fisica e ad una vita libera dalla violenza.
Hanno partecipato:
Suzi Castor - sociologa e storica haitiana. Direttrice del Centro per la Ricerca e la Formazione Economico Sociale allo Sviluppo
Antonio Papisca - Direttore del Centro Diritti Umani - Università di Padova
Francesco Bicciato - Ass. Com. Padova
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: www.fratellidelluomo.org

Visita: www.mediconadir.it

Alta civiltà: La sfida dei giovani alle mafie

Politicamente scorretto 2007
Domenica 24 Novembre 2007
Alta civiltà: La sfida dei giovani alle mafie
Giovani provenienti da Sicilia, Campania, Calabria e Emilia Romagna dialogano con:
Don Luigi Ciotti Presidente di Libera Gherardo Colombo ex magistratoPina Grassi vedova di Libero GrassiPiero Grasso Procuratore Nazionale AntimafiaPierluigi Stefanini Presidente di UnipolCoordina: Carlo Lucarelli
Visita il sito: www.politicamentescorretto.org

Una cosa anche nostra

Politicamente scorretto 2007
Domenica 24 Novembre 2007
Una cosa anche nostra
Una conversazione sull'infiltrazione mafiosa nel nord Italia con Gianluca Di Feo (L'Espresso) e Piero Grasso (Procuratore Nazionale Antimafia).
Visita il sito: www.politicamentescorretto.org

Misteri italiani: il noir che racconta la nostra storia recente

Politicamente scorretto 2007 Sabato 24 Novembre 2007
Misteri italiani: il noir che racconta la nostra storia recente
Coordina: Carlo Lucarelli
Intervengono gli autori: Andrea Santini, Alex Boschetti, Gianni Cipriani, Valerio Lucarelli, Vittorio, Demetrio Mascherpa, Simone Sarasso

Visita: www.politicamentescorretto.org

Bologna incontra Roma

Politicamente scorretto 2007
Sabato 24 Novembre 2007
Bologna incontra Roma
Coordina: Carlo LucarelliIntervengono gli autori: Marco BettiniGrazia VerasaniMassimo MongaiMassimo PietroselliDiego Zandel
Visita il sito: www.politicamentescorretto.org

Il focus: la strage del 2 Agosto alla stazione di Bologna

Politicamente scorretto 2007
Sabato 24 Novembre 2007
Il focus: la strage del 2 Agosto alla stazione di Bologna
Coordina: Carlo LucarelliIntervengono: Fausto Baldi (avvocato)
Aldo Balzanelli (La Repubblica)
Walter Bielli (Presidente del Centro Studi Strategici Internazionali)
Paolo Bolognesi (Presidente dell'Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980)
Roberto Canditi (Il Resto del Carlino)
Giuseppe Giampaolo (avvocato)
Libero Mancuso (ex magistrato)Gigi Marcucci (L'unità )
Massimo Martelli (regista e sceneggiatore)
Claudio Nunziata (ex magistrato)
Olivio Romanini (Corriere di Bologna)
Visita il sito: www.politicamentescorretto.org

Lo stato del noir: siamo ancora politicamente scorretti?

Politicamente scorretto 2007
Venerdì 23 Novembre 2007
Lo stato del noir: siamo ancora politicamente scorretti?
Coordina: Carlo LucarelliIntervengono gli autori: Luigi Bernardi
Girolamo De Michele
Franco Limardi
Alberto Ibba
Massimo Siviero
Mauro Smocovich
Valerio Varesi
Marco Vichi
Simona Vinci
Visita il sito: www.politicamentescorretto.org

Di questa cosa che chiami vita

N.A.Di.R. informa: propone la presentazione del libro di Brunetto Salvarani (teologo e giornalista -Diettore di "CEM Mondialità" e della collana della EMI "Parole delle fedi" - da anni impegnato nel dialogointerreligioso) e di Odoardo Semellini (operatore culturale c/o il Comune di Carpi, esperto di fumetti e cantautori)"Di questa cosa che chiami vita" - Il mondo di Francesco Guccini (Ed. Il Margine). Una sorta di piccola elussureggiante enciclopedia gucciniana, "la più fedele biografia che mi riguardi" sono le parole di FrancescoGuccini che ha accolto la presentazione presso il Mulino Guccini a Pàvana in u'atmosfera intima e carica della sua stessa essenza.Il mondo di Guccini, uno dei più imponenti cantautori del panorama musicale italiano, oltre che ottimo scrittore di noir,
è un mondo vasto, multiforme, sorprendente, un mondo che ha rappresentato una sorta di modello ideale di riferimentoper svariate generazioni. Il libro di Salvarani e Semellini intraprende un viaggio emozionante entrando nelle parolechiave della produzione musicale e letteraria dell'autore di "Dio è morto", "Auschwitz", "La locomotiva" ...da Anarchia a Dio, da Donne a Gatti, da Morte a Tempo, da Notte a Radici.
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: www.il-margine.it

Uno Bianca e Trame nere

N.A.Di.R. informa: La libreria Solea propone la presentazione del libro “Uno bianca e trame nere. Cronaca di un periodo di terrore”di Antonella Beccaria (Stampa alternativa, 2007) presso Punto Spazio Espositivo (Casalecchio di Reno). "D’accordo con il mio editore,
è stato rilasciato con una licenza Creative Commons e dunque la sua versione elettronica è disponibile per il download sul blog www.antonella.beccaria.org ".“La vicenda della Uno bianca – 103 azioni criminali, 24 vittime, 102 feriti – comincia nel 1987 e si conclude nel 1994 conl’arresto dei sei componenti della banda, cinque dei quali sono poliziotti in servizio. Processualmente, viene definita e archiviata come
una storia di rapinatori assassini. Ma anche in questo caso la verità giudiziaria non è sufficiente a risolvere l’enigma di fondo che tuttora
avvolge l’esistenza e le feroci imprese compiute dai tre fratelli Roberto, Fabio e Alberto Savi e dai loro complici.
Fili doppi e tripli, riscontri e persino dati di fatto incontrovertibili legano la Uno bianca ad altre vicende che si sono consumate a cavallodi quegli otto anni. Dalla strage alla stazione di Bologna a quella di Peteano, dalla bufera politica provocata dall’inchiesta di Tangentopolial mistero della Falange Armata, passando attraverso la struttura di Gladio, le deviazioni dei servizi segreti e i collegamenti con diversi spezzonidella criminalità organizzata e persino con esponenti del terrorismo internazionale...” (dalla prefazione di Andrea Purgatori)
Relatori:
Fabio TEMPORINI – Libreria SOLEA
Antonella BECCARIA – scrittrice, giornalista
Simona MAMMANO – Polizia di Stato – Sindacato di Polizia SIULP
Alessandro GAMBERINI – avvocato parte civile delle famiglie delle vittime e del Comune di Bologna
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: info@libreriasolea.it

Visita: www.mediconadir.it

Una Moschea a Bologna, prospettive di incontro

N.A.Di.R. informa: Il Centro di Cultura Islamica di Bologna e il Gruppo consiliare Società Civile -Il Cantiere hanno organizzato un incontro su un tema, quello della costruzione della Moschea a Bologna,che ha destato polemiche roventi. Il Convegno non ha voluto avere nessuna etichetta partitica puntando sul fatto,sostenuto dagli inteventi degli esperti relatori convenuti, che si basa sulla convinzione, come dice Abu Yasin Merighi,che per rapportarsi alla cittadinanza tutta sia bene portare testimoninanza della oggettiva possibilità di produrre cultura senza “cavalcare” quelli che sono, tante volte, legittimi sentimenti, quali il timore e la diffidenza.
“L’Islam, si voglia o no, ha il grande merito di avere riportato Dio al centro del mondo. Quel Dio che l’occidente aveva messo in disparte.Come storico e come cittadino comprendo perfettamente le motivazioni che stanno alla base di questa evoluzione sociologica, ma da cattolico,quale sono, non posso che auspicare che si moltiplichino sempre di più sulla terra i luoghi nei quali, sia che essi si chiamino Chiese,Sinagoghe o Moschee, si loda il Santo nome di Dio.” Franco Cardini
Presiede: Serafino D’Onofrio – Consigliere Comunale – Bologna
Presenta: Roberto Panzacchi - Consigliere Comunale – Bologna
Relatori:
Stefano Allievi - Docente di Sociologia delle religioni, Università di Padova
Franco Cardini - medievista, docente di Storia medievale, Università di Firenze
Ludovico Idris Zamboni - arabista, studioso di discipline islamiche
Modera: Abu Yasin Merighi - Centro di Cultura Islamica di Bologna
Produzione: Arcoiris Bologna
Visita il sito: www.mediconadir.it
informazioni: www.societacivilebologna.it
www.corano.it

Visita: www.mediconadir.it