Arcoiris TV

Chi è Online

317 utenti
Libri.itFORCHE, ROGHI E GHIGLIOTTINEREMBRANDT. THE SELF-PORTRAITSWINSOR MCCAY. THE COMPLETE LITTLE NEMO 19101927FIORI E FOGLIE PRESSATI AD ARTETHEODORE DE BRY. AMERICA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: GIUSTIZIA - LEGALITÀ - ETICA

Totale: 223

04)- VA' PENSIERO - di Luigi Boschi

Intervento di: Fabrizio Gatti
IMMIGRAZIONE E CPT: UN MONDO SPESSO CELATO DA SCOPRIRE E DENUNCIARE
Intervento di Fabrizio Gatti a ?I LUNEDI? DI SANTA CRISTINA? promossi da Don Luciano Scaccaglia.
?Ritengo che una vera democrazia abbia l?obbligo di esseretrasparente in ogni suo ambito, anche per gli aspetti
che riguardano l?immigrazione, l?accoglienza e l?espulsionedegli immigrati. Sono in gioco diritti fondamentali, non solo per quanto riguarda gli stranieri, ma anche il diritto a essere informati che riguarda tutti i cittadini italiani. Un regolamento invece impedisce ai giornalisti, e spesso anche a avvocati e rappresentanti di organizzazioni umanitarie, la verifica delle condizioni nei centri di detenzione. Un articolo che viola palesemente l?articolo 21 della Costituzione Italiana e l?articolo 10 della Convenzione Europea per i diritti dell?uomo.? Fabrizio Gatti
Autore, regia, riprese e montaggio: Luigi Boschi
Postproduzione: Arcoiris
Produzione: Florance
Parma, 05 dicembre 2005
Visita il sito: www.luigiboschi.it

La democrazia delle parole - Roberto Scarpinato

Il tempo in cui viviamo è caratterizzato da grandi potenzialità conoscitive e da grandi tentazioni.Nuovi strumenti di relazione tra gli individui e scambi di conoscenze convivono con suggestioni e modelli mediatici che inducono all'individualismo, all'autoreferenzialità nel valutare concetti come giustizia e verità. Eppure basta andare appena oltre la superficie delle parole per cogliere significati più profondi: la “verità” come “aletheia”, ciò che non si può dimenticare, convive con la “verità” come “apocalypsis”, ciò che si scopre, si disvela. Entrambe le accezioni presuppongono adeguatezza comunicativa e congrue competenze linguistiche per poter essere comprese e valorizzate nella storia della comunità.Anche la parola giustizia – e ancor più la giurisdizione che ne costituisce l’attuazione sociale – è legata all'espressione “ius dicere” che indica la lingua come strumento primario mediante il quale una comunità riflette sulle regole e sulla necessità del loro rispetto.La crisi di una società è riscontrabile anche nella crisi delle parole e dei linguaggi, nella perdita generalizzata di quell'insieme di significati e di esperienze senza cui non possono aversi nuovi strumenti cognitivi per affrontare realtà sempre più complesse.Competenze linguistiche alte e diffuse in una comunità sono quindi un prerequisito della democrazia.L'impegno delle Istituzioni e delle Associazioni alla diffusione di quelle competenze qualifica il loro interesse alla crescita delle comunità.Con questi incontri Magistratura Democratica intende offrire ai cittadini l'opportunità di interrogarsi su temi che riguardano la vita democratica e di acquisire una più precisa consapevolezza su un periodo oscuro e tragico della storia italiana sconosciuto a molti giovani. E’ forte la convinzione che educare alla umiltà conoscitiva e alla precisione nella comunicazione sia reale manifestazione di rispetto e onestà intellettuale verso i propri simili.E' questa anche la lezione attualissima che, a 50 anni dalla sua pubblicazione, proviene dall'opera "Esperienze Pastorali" di don Lorenzo Milani. Colui che dall'alto di una sperduta parrocchia di montagna seppe spalancare una finestra sul mondo, trasformando l'isolamento in cui era costretto in una esemplare testimonianza di elevazione civile, coerenza morale e spirito di servizio a favore dei più deboli.3 ottobre 2008 Barletta, Sala Rossa del CastelloSaluti: Ing. Nicola Maffei Sindaco di Barletta: dott. Roberto Scarpinato (Procuratore Aggiunto presso il Tribunale di Palermo)Sistemi criminali e potere dell’informazione. Comprendere le parole per avvicinarsi alla verità.Coordinatore degli incontri: Francesco Messina, Giudice presso il Tribunale di Trani

Visita: magistraturademocratica.it

Intervista ad Edmondo Bruti Liberati

Edmondo Bruti Liberati è il presidnete ANM
Visita il sito: www.communitas2002.it

Intervento di Maurizio Serofilli

Maurizio Serofilli responsabile dei comitati "Dossetti" per la Costituzione
Riprese effettuate durante l'incontro:
A dieci anni dalla lettera di Giuseppe Dossetti al Sindaco di Bologna

11) Dalla strada alla sentenza - Intervento Sig. Torchia

Sig. Torchia
Iniziative informative e di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.
Iniziativa dell'associazione italiana familiari e vittime della strada.
Visita il sito: www.vittimestrada.org

Cherifa Bouatta - Imma Barbarossa

Religioni e politiche identitarie negano i diritti fondamentali delle donne.
Indagine attorno ad alcune esperienze di fondamentalismo religioso o politico ma anche su quanto possa essere presente la complicità del sesso femminile.
Cherifa Bouatta(Algeria) partecipò a Puntog, la due giorni a Genova delle donne nel giugno 2001, che aprì le manifestazioni di dibattito in vista del G8.
Imma Barbarossa (El_fem network) già parlamentare di Rifondazione Comunista, ora attiva nel Forum donne del partito EL_FEM Network - rete femminista collegata a quella delle organizzazioni e del gruppi che fanno riferimento alla sinistra europea.
Incontro internazionale voluto dalla rivista femminista MAREA con donne e uomini impegnati contro i fondamentalismi religiosi, per l'autodeterminazione delle donne e la cittadinanza,
registrato Venerdì 26 maggio 2006 presso il Palazzo Rosso, Genova.
Visita il sito: www.mareaonline.it

Armando Spataro: Riforma della Costituzione? Macché, un?accozzaglia schifosa.

Il pubblico ministero traccia un quadro indiganto dei paralleli tra la cosiddetta riforma della seconda parte della costituzione e la controriforma della magistratura. Altro che riforme, sostiene il pm ex membro del Csm: si tratta di una ?massa di norme varate senza alcun progetto politico, accozzaglia indecifrabile, uno schifo?

Intervista ad Armando Spataro

Armando Spataro è il segretario del Movimento per la Giustizia
Visita il sito: www.communitas2002.it

01)- L'OCCHIO DEL CINEMA - di Luigi Boschi

Incontri con Giuseppe Calzolari
Il Cinema all'aperto a Parma; "Aurora" di F.W.Murnau
Il clima del cinema all'aperto d'estate a Parma, il modo di frequentarlo, le sale, dove erano dislocate. Aneddoti di vita provinciale quando il cinema rappresentava col teatro il luogo di incontro e divertimento della città.Segue la critica al film muto di Murnau recentemente restaurato e iun programmazione presso le sale italiane.
Per Giuseppe Calzolari, Peppino, Humphrey Bogart lo soprannominò Pietrino Bianchi, il cinema è la sua vita. Davide Barilli lo ha descritto benissimo nel suo libro sui personaggi di Parma. Cominciò ad occuparsi di critica cinematografica nel 1950 quando firmava come redattore la rivista di Parma Sequenze edita da Maccari e diretta da Luigi Malerba. E' tra i direttori della collana edita da Guanda Piccola Biblioteca del cinema in compagnia di Bertolucci e Malerba. Ha curato una collana di monografie di attori del cinema firmata insieme a Tullio Chezich per Edizioni Sedit di Milano intitolata Tascabile del Cinema. Ha seguito come critico i Festival Internazionali da Cannes a Venezia per l'agenzia Aga di Roma e per numerosi quotidiani. Ha pubblicato: Parma vicende e protagonisti, I Cinematografi di Parma, Cineclub di Parma. Ha curato la mostra e il volume Il Portoghese discreto per ricordare Pietro Bianchi.
autore: Luigi Boschi
regia: Luigi Boschi e Marta Mambriani
riprese: Marta Mambriani; Angelo Bonisforza
montaggio e postproduzione: Angelo Bonisforza
mixeraudio: Studioveronica
produzione: Florance
Visita il sito: www.luigiboschi.it

Carlo Lucarelli: La loggia massonica P2 e la creazione dello Stato parallelo

Terza edizione del ciclo di relazioni “La Democrazia delle Parole” Il filo conduttore sarà: l'uso politico della Storia. La ricostruzione del passato è stata spesso manipolata al fine di fornire ai cittadini una interpretazione dei fatti che è resa funzionale al mantenimento di determinati interessi e, quindi, finisce per alterare i processi cognitivi che presiedono alla consapevole scelta politica di ognuno. L'iniziativa di quest'anno si pone l’obiettivo di discutere di un tema fondamentale, esaminandolo da esperienze e angolazioni culturali diverse ma tutte convergenti nel cercare di comprendere quali siano i meccanismi con cui si pratica la distorsione della realtà e, per converso, quali siano i mezzi cognitivi per restarne immuni e comprenderla.12 novembre - Carlo Lucarelli, scrittore, giornalista e conduttore televisivo

Visita: www.lademocraziadelleparole.it