Chi è Online

Chi è Online

390 utenti
Libri.itHORROR CINEMABOGARTHOLLYWOOD IN THE 30SCINEMA DEGLI ANNI MARILYN
Emergency

Fai un link ad Arcoiris Tv

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!






Tag: cine

Totale: 278

A merced de un asesino

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete A "La Merced", un quartiere popolare di Città del Messico, accadde una serie di omicidi misteriosi. L'assassino intende utilizzare le parti delle sue vittime per creare un essere superiore: la cosa però sfugge al suo controllo.Paese: MessicoRegia: Iván AvilésSceneggiatura: Tania Peña e Jessica MartínezFotografia (colore): Raúl RosalesMontaggio: Iván AvilésMusica: Miles DavisInterpreti: Jessica Martínez, Damián Méndez e Liliana SilvaProduttore: Luisa CortésProduzione: Colectivo KrosuntoAnno di produzione: 2006Per informazioni o acquisto scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Los indios del futuro: Mapuches (Rukatun lafkenche)



A comienzos del verano del 2002 se inició la construcción de una ruka, casa mapuche hoy desaparecida. La realizaron las comunidades mapuche lafkenche (gente de la costa) del sector de San José de la Mariquina en la región de la Costa.

La iniciativa de la asociación lafkenche responde al sueño que tenían Guillermo Tripailaf y Jaime Lienlaf de volver a recrear los ritos en torno a la ruka: la conversación en mapudungun alrededor de la fogata, el trabajo en comunidad y la comida.

El capítulo Construyendo la Ruka Lafkenche (Rukatun lafkenche) es parte de la serie documental sobre las comunidades indígenas de Chile llamada Los indios del Futuro.

Realizado por el Programa Culturas Originarias, Departamento de Fomento y Desarrollo Cultural, Consejo Nacional de la Cultura y Las Artes.

Dirección: Bruno Serrano / Producción: Heddy Navarro / postproducción:Jirafa

Consejo Nacional de la Cultura y de las Artes

Chile Audiovisual

Ser Indígena

Jotomario Arbelaez, profeta en su casa

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Il “Movimiento Nadaista” degli anni ‘50, a causa della sua natura irreverente e della sua scrittura revoluzionaria, divise in due la storia della letteratura inColombia. Il poeta Jotamario Arbelaez, uno dei suoi fondatori, discute sull’importanza e l’attualità di questo fenomeno letterario.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Manuel AlvarezMontaggio: David BonillaSuono: Saul DuarteProduzione: Casa de Poesía SilvaAnno di produzione: 1998Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Manuel H., el estanque visionario

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Manuel H., artista della fotografia. A 86 anni è un uomo giovanile e lucido. Il suo obiettivo, da più di mezzo secolo, registra con taglio profondo immagini di eventi memorabili, personaggi scomparsi, cambiamenti architettonici e cronache visive che riflettono i costumi dei suoi concittadini.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Néstor AmorteguiMontaggio: Erick MorrisSuono: Henry QuinteroProduzione: Corporación FORJARAnno di produzione: 2005Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Del adobe al cemento



Este trabajo muestra los cambios sufridos en Quilicura y su entorno durante los últimos quince años. Pasó a se de una zona agrícola tradicional a una ciudad satélite de Santiago con centros comerciales, supermercados y modernas industrias que ha traído una mejor calidad de vida, pero ha implicado una pérdida de sus tradiciones campesinas. Quilicura, Región Metropolitana.

Consejo Nacional de la Cultura y de las Artes

Chile Audiovisual

Carlos Mayolo, de pelicula

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Forse il più dotato ed importante regista cinematografico che abbia avuto la Colombia; durante l’infanzia, con l’acutezza di un bimbo geniale, fece tesoro di ricordi e visioni che gli sarebbero servite in seguito quando, uomo maturo, avrebbe conformato il proprio lavoro cinematografico, catalogato come opera d’autore. Un artista. Il documentario, segue due canali a volte paralleli, divergenti o complementari: biografia ed autobiografia.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Néstor AmorteguiMontaggio: Gabriel BaudetMusica: Oscar OlayaSuono: Mauricio MartínezProduttore: Roberto Triana ArenasAnno di produzione: 2006Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Los indios del futuro: Kolla (Wayra manta tujsi)



La esquina del viento es la traducción al español de Wayra manta tujsi, el título que lleva este capítulo de la serie documental sobre las comunidades indígenas de Chile llamada ?Los indios del Futuro?. El pueblo Kolla habita en la zona norte de Chile. En aguadas y quebradas de la cordillera de la provincia de Chañaral (Región de Atacama), entre las ciudades de Potrerillos, El Salvador, Diego de Almagro y Copiapó.

Realizado por el Programa Culturas Originarias, Departamento de Fomento Y Desarrollo Cultural, Consejo Nacional de la Cultura y Las Artes.

Dirección: Bruno Serrano / Producción: Heddy Navarro / Postproducción:Jirafa

Consejo Nacional de la Cultura y de las Artes

Chile Audiovisual

Ser Indígena

Barba Jacob, poeta maldito

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Porfirio Barba Jacob, è considerato uno dei poeti colombiani più importanti di tutti i tempi. È stato anche un grande giornalista. Nell’ultimo viaggio a Bogotá nel 1927, lavorò nel giornale El Espectador, pubblicò alcune straordinarie poesie e fece vari recital, fra i quali quello memorabile del Teatro Colón. Il documentario affronta questo periodo ed è diviso per capitoli nei quali si incrociano la vita e l’opera. Ciascun capitolo inizia con una drammatizzazione scenica.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Carlos Sánchez e Néstor AmorteguiMontaggio: Erick MorrisSuono: Henry Quintero e Saul DuarteInterpreti: Diego Vélez, Alfredo José Díaz, YadiraChávezProduzione: Casa de Poesía SilvaAnno di produzione: 2002Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

Beatriz Gonzàlez

XXIII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On Line Nell’arte plastica colombiana della seonda metà del secolo XX, Beatriz González emerge per aver portato il Movimento Pop ad un alto grado di perfezione formale e di profondo contenuto concettuale. Le sue tematichevanno dall’iconografia popolare alla cronaca, dall’influenza dei grandi maestri della pittura alla denuncia di stile giornalistico e politico.Paese: ColombiaRegia: Roberto Triana ArenasSceneggiatura: Roberto Triana ArenasFotografia (colore): Manuel AlvarezMontaggio: Ricardo SoteloSuono: Henry QuinteroProduzione: ColculturaAnno di produzione: 1996Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org

José Saramago - Le temps d'une mémoire

XXIII FESTIVAL DE CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico On LineDocumento sul poeta e scrittore portoghese, Premio Nobel nel 1998. Realizza il primo romanzo, "Terra del peccato", nel 1947 e si iscrive clandestinamente, nel 1969, al Partito Comunista portoghese, evitando la polizia politica del regime. Negli anni ‘60 è critico letterario per la rivista “Seara Nova” e scrive la prima raccolta di poesie, “I poemi possibili” (1966). Dal 1972 al 1973 cura l’edizione del giornale “Diario de Lisboa” epubblica "Probabilmente allegria", (1970), cronache, "Di questo e d'altro mondo", (1971), "Il bagaglio del viaggiatore", (1973); "Le opinioni che DL ebbe", (1974) testi teatrali, romanzi e racconti e, successivamente, i romanzi “Manuale di pittura e calligrafia” e “Una terra chiamata Alentejo”. Il successo arriva nel 1982 grazie a “Memoriale del convento”: seguiranno "L'anno della morte di Ricardo Reis" e "La zattera di pietra", apprezzate da pubblico e criticaletteraria. Negli anni ‘90 si suggella il successo internazionale con "Storia dell'assedio di Lisbona", "Il Vangelo secondo Gesù" e "Cecità".Le sue posizioni nei riguardi della religione hanno alimentato polemiche e controversie in Portogallo. Dal 2002 è Presidente onorario dell’Associazione Luca Coscioni.Regia: Carmen CastilloSceneggiatura: Carmen Castillo e Tessa BrisacFotografia (colore): Ned BurgessMontaggio: Eva Feigeles-Aimé e Agnès PoullinSuono: Corinne GigonMusica: Jorge ArriagadaProduttore delegato: José Chidlowsky, Clémence CoppeyProduttore esecutivo: Anne-Marie Marsaguet-Chion, AlainBastide, Nathalie Béslas, Angèle Le NévéProduzione: Les films à LouAnno di produzione: 2008Per informazioni o acquisto del video scrivere a festivalatino@gmail.com
Visita il sito:
www.cinelatinotrieste.org

Visita: www.cinelatinotrieste.org