Arcoiris TV

Chi è Online

378 utenti
Libri.itSTEVE MCCURRY. ANIMALSSEGRETO DI FAMIGLIANYT. 36 HOURS. WORLD. 150 CITIES FROM ABU DHABI TO ZURICHTHE STAN LEE STORYBAUHAUSMDELS. A TRIBUTE TO PIONEERING WOMEN ARTISTS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: Luogo Comune

Totale: 99

Cancro - le cure proibite - Trailer

"Questo film non intende promuovere la validità di una qualunque cura rispetto ad altre, nè vuole suggerire l'abbandono di eventuali terapie in corso a favore di altre. E' un lavoro di carattere puramente storico/informativo, non scientifico, e non intende in ogni caso essere esaustivo".

Visita: www.luogocomune.net

Passeggiata spaziale

Lo scorso 28 settembre i cinesi hanno realizzato la prima "passeggiata spaziale", ma sono stati accusati di avere messo in scena il tutto, nell’arco di nemmeno due ore. In altre parole, gli astronauti non erano nemmeno tornati a terra - sempre che l’abbiano lasciata, ovviamente - e già in rete circolavano i sospetti che la loro "storica impresa" fosse stata realizzata in una piscina, per simulare i movimenti in assenza di peso. A dimostrarlo ci sarebbero alcune bollicine d’aria, che sembrano sfuggire ogni tanto dal casco degli "astronauti", e una illuminazione generale particolarmente sospetta.

Visita: www.luogocomune.net

Medico cura medico

Un dottore racconta come si è curato da un tumore al polmone con il metodo Simoncini, ragiona sull'ipotesi fungina del cancro, e rivolge un appello a tutti i suoi colleghi.

Visita: www.luogocomune.net

Seymour Hersh

Seymour Hersh – sempre lui – ha rivelato un incontro avvenuto un paio di mesi nell'ufficio di Dick Cheney, nel quale furono discusse diverse idee per provocare una guerra con l'Iran. L'incontro è avvenuto poco dopo la fallita provocazione navale nel golfo di Hormuz, fra una nave americana e una vedetta iraniana. Fra le nuove proposte c'era anche quella di vestire alcuni marinai americani da soldati iraniani, metterli su una finta vedetta iraniana, e farsi aggredire da loro, creando un incidente del tutto "casalingo". L'idea fu scartata perchè la nave americana aggredita avrebbe risposto al fuoco, causando probabili vittime fra gli americani della vedetta. Ma il fatto stesso che sia stata discussa – come suggerisce Hersh – descrive il livello a cui avvengono certe discussioni, da cui dipende la sicurezza del mondo intero. Quella dell'aggressione navale inoltre sembra una malattia dalla quale gli americani non riescono a liberarsi: a Cuba, nel 1898, si autoaffondarono il Maine, per fare guerra alla Spagna. Per entrare nella I guerra mondiale, fecero affondare il Lusitania. Per entrare nella II guerra mondiale, si fecero affondare mezza armata a Pearl Harbour. Nel Golfo del Tonchino finsero di essere aggrediti da una vedetta vietnamita, per dichiarare guerra al Vietnam. E di recente, dopo il fallito "attacco" da parte della vedetta iraniana nel Golfo di Ormuz, stavano già pensando ad una nuova versione dello stesso trito e ritrito incidente navale. A questo punto stupisce che non abbiano lanciato delle navi anche contro le Torri Gemelle. Massimo Mazzucco

Visita: www.luogocomune.net

Chemo-brain

Chemo-brain, o chemio-cervello, è il nuovo termine usato per definire una condizione sempre più diffusa fra le donne che hanno affrontato la chemioterapia per il cancro al seno: perdita di memoria, incapacità di ragionare, difficoltà a svolgere la mansioni più semplici ed abituali, per dirla con un eufemismo.

Visita: www.luogocomune.net

Arresti preventivi: quando Bob Kennedy si scontrò con lo sceriffo

Il ministro Gasparri ha chiesto "arresti preventivi" per evitare le violenze in strada.
Chissà se Gasparri conosce l'’episodio in cui Robert Kennedy - allora Ministro di Giustizia - si trovò a confrontarsi con lo sceriffo della contea di Kern, in California, durante le udienze di un comitato senatoriale sullo sciopero dei lavoratori.

Visita: www.luogocomune.net

Videoconferenza sull'11 settembre

Video conferenza di Massimo Mazzucco sull’11 Settembre.

Visita: www.luogocomune.net

Susan Boyle: dalle stalle alle stelle

Susan Boyle è una donna "qualunque" di 47 anni, disoccupata, che sbarcava il lunario cantando la domenica in chiesa per i suoi compaesani di Blackburn, una delle mille cittadine dimenticate della Scozia dei minatori. Susan non ha mai avuto un fidanzato, e vive da sola con il suo gatto. Poco tempo fa ha deciso di tentare la fortuna, per cercare di coronare il sogno della sua vita: diventare una cantante famosa. Quando è comparsa sul palcoscenico del concorso "Britain's got talent", con al collo il numero 14.321 dei "dilettanti allo sbaraglio", la sua figura tarchiata e il suo look decisamente demodè hanno suscitato ondate di risolini e di commenti divertiti da parte del pubblico, che aveva davanti la quintessenza di questo tipo di concorso: la più grande illusione umana di fronte ad un sogno chiaramente irrealizzabile. Da parte loro i giurati hanno aggiunto una nota di cinismo di dubbio gusto, roteando vistosamente gli occhi all'annuncio dell'età di Susan, e scambiandosi sguardi compassionevoli quando la medesima ha dichiarato, con assoluta serenità, di voler diventare una cantante "famosa come Elaine Paige". Ma non appena Susan ha iniziato a cantare è cambiato tutto.

Visita: www.luogocomune.net

Il capo della NASA invita a "prepararsi alle catastrofi"

Il direttore della NASA Charles Bolden ha mandato un messaggio “alla famiglia della NASA” talmente ambiguo, talmente pieno di piccole "sorprese", e talmente suscettibile di lettura da angolazioni diverse, da lasciare letteralmente senza parole.

Visita: www.luogocomune.net

Cancro ieri e oggi

Alla ricerca di una spiegazione per la frustrante situazione del cancro nel mondo.

Visita: www.luogocomune.net