Arcoiris TV

Chi è Online

274 utenti
Libri.itGREAT ESCAPES EUROPE (IEP) - edizione aggiornataN.30/49/50/72/100/101/144 ENRIC MIRALLES 1983 - 2009REMBRANDT. THE SELF-PORTRAITSCALATRAVA. COMPLETE WORKS 1979-TODAY (IEP)THEODORE DE BRY. AMERICA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: Rototom Sunsplash Edizione 2006

Totale: 149

Bloomy Roots - Rotototom Sunsplash 2006

Le Bloomy Roots nascono nel 2004 a Roma dall'idea della bassista Silvia Montesi e della cantante Germana Gallorini di dar vita ad un progetto reggae interamente al femminile. Una sfida vera e propria quella di riuscire a riunire alcune ragazze in un panorama culturale e musicale in un contesto che in genere dava poco spazio all'espressione femminile. L'idea piace ed in breve vengono coinvolte altre ragazze, fino ad arrivare all'attuale formazione: Silvia e Germana, Silvia Scippa alla chitarra ritmica, Fabiana Testa alla chitarra solista, Valeria Frangiolini alle tastiere, Francesca Danesi alla batteria, Claudia Venturini alle percussioni, Paola Sposato al sax contralto e Emma Satchel al mixer. Il vero obiettivo è di creare un sound più dolce, sperimentando vibrazioni che spaziano dal rocksteady al roots, dallo ska al dub, fondendo sonorità africane con influenze più moderne proprie del background romano. Il primo concerto live presso "Il Cantiere" , a Roma si rivela coinvolgente e positivo, data la grande affluenza di persone incuriosite dall'idea. Nel 2005 le Bloomy Roots crescono musicalmente e, anche grazie ad una serie di live a Roma e provincia, approdano dapprima nel Salento poi a Milano. Approdano al Rototom Sunsplash come vincitrici del concorso Liberi Gruppi indetto dal network radiofonico di Radio Popolare.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Mighty Vibez - Rotototom Sunsplash 2006

Vincitori del Reggae Contest categoria Europa
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Luciano - Rotototom Sunsplash 2006

Il vero nome di Luciano è Jepther McClymont ed è nato a Davey Town (Manchester) in Jamaica nel 1974. Dopo un'infanzia e un'adolescenza passate nel country, al termine delle scuole, Jephter si trasferisce a Kingston a vivere con un suo fratello, stretto aderente ad una confraternita avventista. Il rigore di questa confraternita, in cui il giovane era intanto entrato a far parte, lo spinge a ritornare nel country e a seguire un altro fratello nella vendita di frutta, verdura e gelati in un mercato di Montego Bay. Dopo altre esperienze di lavoro come tappezziere ed un altro trasferimento a Kingston, Luci inizia a frequentare gli studi di registrazione e la sua abilità viene notata da Rick Trooper di Kilimanjaro Sound, ma la persona che più lo aiuta a farsi strada nell'ambiente musicale e gli impartisce gli insegnamenti più utili è il producer Homer Harris.
Il suo debutto discografico avviene per Herman Chin-Loy e la sua Aquarius records, e nello stesso periodo Jephter registra alcuni brani per Sky High & Mau Mau che finiscono su un album diviso a metà con Pressley. Il primo suo successo in Jamaica, 'Give my love a try', viene registrato per il produttore Castro Brown. In questo periodo Luciano (il nome d'arte gli è stato attribuito da Homer Harris) collabora anche con Philip 'Fatis' Burrell ed i suoi hits singles del 1993 'Chant out' e 'Poor and single' sono i primi di un lungo sodalizio artistico, interrotto in questi primi tempi da collaborazioni con Sly & Robbie, Blacka Dread e Freddie McGregor per cui il giovane artista registra l'ottimo album 'Shake it up tonight'. Dopo altri tre ottimi albums prodotti da Fatis (Xterminator), in cui Luciano passa da giovane promessa a maturo ed affermato artista, il duo ottiene un contratto internazionale per la Island per cui esce lo stupendo album 'Where there is life', ma il contratto viene scisso dopo l'uscita nel 1996 dell'inferiore, ma pur sempre ottimo, 'Messenger'.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

La familia Torelli - Rotototom Sunsplash 2006

Vincitori del Reggae Contest 2006, categoria Europa.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Burning Spear - Rotototom Sunsplash 2006

Parlando di Burning Spear parliamo di un artista leggendario, uno degli unici depositari rimasti della autentica tradizione del roots rurale jamaicano degli anni settanta. Dopo aver sviluppato la sua sensibilità musicale nel country di St. Ann (stesse origini di Bob Marley), ha contribuito ad aprire le porte di Studio One al roots and culture con due album fondamentali e parecchi singoli. In questo periodo Winston Rodney ha già formato il suo stile: lo stile vocale inconfondibile, l'ipnoticità della sua musica dal retaggio assolutamente africano e la sua poetica di recupero dell'eredità africana e del pensiero di Marcus Garvey (il suo nome è il nome di battaglia del leader keniota Yomo Keniatta). Dopo aver lasciato Studio One Burning Spear estende all'estero la sua fama dapprima agli stupendi albums prodotti da Jack Ruby, poi con le sue numerose autoproduzioni attraverso cui, anno dopo anno, Spear è entrato nel terzo millennio rinnovando sempre il suo messaggio ma rimanendo sempre saldamente ancorato alle sue radici in un'opera dalla straordinaria proflificità ed intensità. Sicuramente molti di voi avranno ancora in mente l'ultimo intensissimo concerto di Burning Spear al Rototom Sunsplash 2003 nell'edizione del decennale: quell'anno il magico African Teacher promuoveva il suo CD 'Free man'. Sul finire del 2005 Spear è tornato con un ulteriore capitolo della sua straordinaria avventura artistica e cioè l'eccellente ultimo CD 'Our music'. Il tour di quest'anno quindi, oltre ai suoi grandi classici di sempre proporra' le sue nuove composizioni.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Andrew Tosh - Rotototom Sunsplash 2006

Andrew Tosh è nato nel 1967 ed è il terzo figlio del leggendario Peter Tosh, nato da una relazione tra il grande artista e Shirley Livingstone, sorella di Bunny Wailer: i suoi primi ricordi musicali sono le canzoni cantate insieme al padre durante i frequenti viaggi nel country jamaicano di Westmoreland, zona da cui proveniva Peter Tosh. Il suo debutto discografico è il singolo 'Vanity lover', registrato per la Gorgon label di Neville Lee nel 1985. In quel periodo Andrew lavora anche con Jimmy Cliff, ma i frutti di questa collaborazione non vedranno mai la luce. L'11 settembre 1987 suo padre viene assassinato e questa tragedia rappresenta ovviamente un vero e proprio trauma per Andrew che, durante la cerimonia funebre, canta in lacrime 'Jah guide' e 'Equal rights'. Da quel momento l'obiettivo principale del giovane artista è raccogliere l'eredità del padre e continuare a diffondere i suoi messaggi conscious e lo fa egregiamente attraverso i suoi due albums 'Original man', prodotto da Niney The Observer e 'Make place for youth', realizzato con svariati musicisti della band del padre come Santa Davis, Fully Fullwood e Tony Chin. Nel 1991 partecipa a un tour mondiale insieme ai Wailers. Nel 1994 la Heartbeat ha ripubblicato 'Original man', comprensivo di dub versions. Nel 2000 è uscito il suo terzo album 'Message from Jah' e nel 2004 è uscito il suo quarto 'Andrew sings Tosh (he never died!)', dedicato alla musica del padre.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Aluta Continua - Rotototom Sunsplash 2006

Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Train to Roots - Rotototom Sunsplash 2006

Vincitori del Reggae Contest categoria Italia
In un anno di attività live i Train To Roots sono diventati ormai una realtà nel panorama della musica Sarda, in attesa di essere conosciuti anche nel resto d'Italia.
Gli otto componenti stabili del gruppo, sono oramai un treno in partenza verso le origini del reggae.
L'intento è quello di esprimere al meglio il messaggio sonoro del roots reggae, curando il suono tipico degli anni settanta e influenzandolo con testi attuali cantati in inglese, italiano e in lingua sarda.Dal 2004 ad oggi è stato registrato un demo contenente 5 pezzi e il primo album in studio contenente 11 canzoni interamente originali, che spaziano dal suono dalle tipiche influenze del British Reggae (Aswad, Steel Pulse, Matumbi) al dub strumentale arricchito da effetti vintage, passando per le lovers che ricordano i primi pezzi di Gregory Isaacs e Dennis Brown.
In questi mesi la band ha avuto un'intensa attività live sui palchi più prestigiosi della Sardegna, alcuni arricchiti dalla presenza sul palco di artisti nazionali come Radici Nel Cemento, Jaka , Fabrizio"Mr Roots 'n'Culture" Laganà, ed internazionali come i portoghesi Terrakota. Oltre ad aver partecipato al festival ROTOTOM SUNSPLASH 2005 di Osoppo (Ud) "SHOWCASE AREA" e al POSITIVE VIBRATION di Colfelice (FR).
Recentemente in tour in tutta Italia ha suonato a Roma al C.S.I.O.A. "VILLAGGIO GLOBALE" come apertura dei VILLA ADA POSSE, al C.S.A. "DEPISTAGGIO"di Benevento al Jah Bless di Torre del Greco riscuotendo ottimi consensi dal pubblico campano e romano.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Red Stripe - Rotototom Sunsplash 2006

Vincitori del Reggae Contest categoria Italia
I Red Stripes nascono a Roma (più precisamente al C.S.O Ricomincio dal Faro) nel dicembre del 2001, grazie all'incontro di alcuni ragazzi con la passione per la musica reggae ed il sentimento comune di esprimere, tramite le proprie canzoni, i disagi e le tragedie della modernità, occupandosi di problematiche politico-sociali.
Solamente dopo 3 mesi dalla formazione del gruppo ha inizio l'esperienza live grazie al (tutt'oggi) continuo sostegno dei compagni del Faro. Oltre che aver suonato come gruppo spalla dei 24 Grana e successivamente Radici nel Cemento, Chop Chop Band, Al Mukawama, Punkreas ed altri, il gruppo è stato ospitato da vari centri sociali romani per promuovere il messaggio del gruppo tra cui: il Faro (ovviamente), il Villaggio Globale, lo Spartaco e la Strada.
Nel 2003 sono stati invitati dall'associazione Papillon e Prince Faster (d.j. di Radio Rock) nel carcere romano di Rebibbia per tenere un concerto a sostegno dei detenuti (esperienza che tra tutte ha toccato i componenti della band). Ultimamente i R. S. hanno partecipato al "Meeting internazionale per la Pace e la Solidarietà tra i Popoli" organizzato da Radio Città Aperta svoltosi all'ex-Bocciodromo dove hanno partecipato varie band tra cui Radici nel Cemento, Pama International, Yugo in Incognito.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Junior Kelly - Rotototom Sunsplash 2006

A distanza di due anni dal suo ultimo concerto al Rivellino, Junior Kelly ritorna al Rototom Sunsplash per la terza volta.
La fama di questo artista è salita alle stelle nel 2000 grazie a ' Love so nice' , tuttora una delle sue canzoni più famose, ma questo artista non più giovanissimo era alla ricerca di un'affermazione dal 1985, anno in cui era uscito il suo primo singolo ' Over her body' , realizzato per la sconosciuta Neco Records.
Una notevole perseveranza e l'intensificazione della sua fede Rasta lo hanno portato nel nuovo millennio con il giusto grado di maturazione artistica: nella primavera 2000 è uscito su Jet Star il suo primo CD 'Rise' e durante l'estate, come abbiamo detto, è letteralmente esplosa ' Love so nice' , una azzeccatissima love song sul ritmo di 'Stir it up' di Bob Marley la cui orecchiabilità ha distolto l'attenzione dalla vena spirituale e dalla forza delle composizioni roots del giovane artista.
Da quel momento Junior Kelly ha iniziato comunque a sfornare un gran numero di singoli tutti di notevole qualità: il suo stile è una lettura molto personale del 'singjay style' che accomuna personaggi come Sizzla, Capleton ed Anthony B. Oltre al suo tocco personale facilmente riconoscibile, bisogna dire che Junior Kelly predilige i ritmi e le liriche roots ed i brani dancehall costituiscono una minoranza della sua produzione e dell'infuocato repertorio delle scalette dei suoi concerti.
Tra i suoi lavori segnaliamo i CDs 'Juvenile' (Jet Star) e 'Love so nice' (VP) usciti nel biennio 2000-2001, 'Conscious voice' (Jet Star) , 'Bless' (Jet Star), ' Smile' (VP), 'Creation' (Penitentiary) ed il suo magnifico ultimo CD uscito nel 2005 'Tough life' . Questo artista conosce molto bene il pubblico italiano ed ama molto esibirsi dalle nostre parti: al Sunsplash 2004 ha mantenuto il pubblico sotto il palco nonostante lo scatenarsi di una vera e propria bufera di pioggia.
Junior Kelly è una delle più concrete stars del new roots jamaicano e un suo concerto è una notevole esperienza a cavallo tra l'innovazione e la tradizione del reggae.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com