Arcoiris TV

Chi è Online

316 utenti
Libri.itLA MALEDIZIONE DELLREMBRANDT. THE SELF-PORTRAITSMATRIOSKAANNA DEI MIRACOLILEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI E DISEGNI (GB)

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Categoria: Rototom Sunsplash Edizione 2006

Totale: 149

In un altro pianeta - Rototom Sunsplash 2006



Regia: Tommaso D'Elia
Aiuto regia: Silvia Bonanni
Montaggio: Luca Onorati
Fotografia: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni, Jerome Nicolas, Gaia Ceriana
Produttore esecutivo: Claudio Giust
Prodotto dal Rototom Sunsplash XIII edizione
Il film, registrato durante l'ultima edizione del raduno 'Rototom Sunsplash 2006' ad Osoppo (Friuli), attraverso le testimonianze di personaggi autorevoli, ragazzi e ragazze che frequentano il festival, la musica, racconta che esiste un luogo dove la tolleranza diventa strumento di scambio, di comunicazione e trasmissione dei saperi. Un festival di musica reggae con una forte impronta sociale e di comunicazione. Unico nel suo genere in Italia, tra pochi nel mondo.
Francois Houtard (sociologo, tra i fondatori del World Social Forum) e Renato Kizito Sesana (missionario Comboniano in Africa) ci raccontano l'importanza dell'acqua; don Andrea Gallo (comunità recupero tossicodipendenti di Genova) della lotta alla 'pedagogia nera', Franco Corleone (FuoriLuogo/Forum Droghe ex sottosegretario alla Giustizia) della situazione nelle carceri italiane; Cindy Sheehan, madre di un marine Usa morto a Bagdad, attivista pacifista; Domenico Leggiero 'Osservatorio militare' della strage di Nassyria; Giuliano Giuliani, il padre di Carlo, morto durante gli scontri contro il G8 di Genova; e poi Leuren Moret esperta di radiazioni nucleari; Yvonne Gayle, jamaicana; Giovanni Canitano, fotografo di musica; Mario Andolina, pediatra Trieste.
E poi ancora i racconti di Kia, RasMat e Rastaflat, del forum del Rototom, che seguiamo nei posti di lavoro, in famiglia e al raduno d'Osoppo. ...e tanta musica con i Steel Pulse, gli Africa Unite, Morgan Heritage, Zoe & Smoke, Groundation, Luciano
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

On Another Planet - Rototom Sunsplash 2006



Directed by: Tommaso D'Elia
Direction assistant: Silvia Bonanni
Editing: Luca Onorati
Photography: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni, Jerome Nicolas, Gaia Ceriana
Executive production: Claudio Giust
Production: Rototom Sunsplash 13th edition
The film, shot during the last edition of the 'Rototom Sunsplash 2006' musical event in Osoppo (Friuli), shows us that there is a place where tolerance is a means of exchange, of communications, and a delivery of knowledges. It succeds in doing so thanks to many important witnesses, boys and girls who went to the festival, thanks to music and so on.
This is a reggae music festival with a strong social and communicative mark. It is the one and only in its genre in Italy, and one of fews in the world.
Francois Houtard (sociologist, he is one of the founders of the World Social Forum) and Renato Kizito Sesana (Combonian missionary in Africa) tell us how important is water; Father Andrea Gallo (who works at a Center for drug-addicted people in Genova) tells us the fight against the "black pedagogy"; Franco Corleone (FuoriLuogo/Forum Droghe former undersecretary at the Ministry of Justice) tells us the situation in the Italian prisons. Cindy Sheehan, mother of an American marine who died in Baghdad, is a very active pacifist; Domenico Leggiero who works at the Army Observatory of the Nassyria massacre; Giuliano Giuliani, Carlo's father: his son died during the riots against the G8 in Genova in 2001; and, finally, Leuren Moret, musical photographer and Mario Andolina, pediatrician from Trieste.
The film goes on with all the stories of Kia, RasMat and Rastaflat, from the Rototom Forum, which we follow in our working sites, while we are with our family and at the festival in Osoppo? and a lot of music with the Steel Pulse, the Africa Unite, Morgan Heritage, Zoe&Smoke, Groundation, Luciano, and many others.
Visit the site: www.rototomsunsplash.com

In un altro pianeta - Rototom Sunsplash 2006



Regia: Tommaso D'Elia
Aiuto regia: Silvia Bonanni
Montaggio: Luca Onorati
Fotografia: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni, Jerome Nicolas, Gaia Ceriana
Produttore esecutivo: Claudio Giust
Prodotto dal Rototom Sunsplash XIII edizione
Il film, registrato durante l'ultima edizione del raduno 'Rototom Sunsplash 2006' ad Osoppo (Friuli), attraverso le testimonianze di personaggi autorevoli, ragazzi e ragazze che frequentano il festival, la musica, racconta che esiste un luogo dove la tolleranza diventa strumento di scambio, di comunicazione e trasmissione dei saperi. Un festival di musica reggae con una forte impronta sociale e di comunicazione. Unico nel suo genere in Italia, tra pochi nel mondo.
Francois Houtard (sociologo, tra i fondatori del World Social Forum) e Renato Kizito Sesana (missionario Comboniano in Africa) ci raccontano l'importanza dell'acqua; don Andrea Gallo (comunità recupero tossicodipendenti di Genova) della lotta alla 'pedagogia nera', Franco Corleone (FuoriLuogo/Forum Droghe ex sottosegretario alla Giustizia) della situazione nelle carceri italiane; Cindy Sheehan, madre di un marine Usa morto a Bagdad, attivista pacifista; Domenico Leggiero 'Osservatorio militare' della strage di Nassyria; Giuliano Giuliani, il padre di Carlo, morto durante gli scontri contro il G8 di Genova; e poi Leuren Moret esperta di radiazioni nucleari; Yvonne Gayle, jamaicana; Giovanni Canitano, fotografo di musica; Mario Andolina, pediatra Trieste.
E poi ancora i racconti di Kia, RasMat e Rastaflat, del forum del Rototom, che seguiamo nei posti di lavoro, in famiglia e al raduno d'Osoppo. ...e tanta musica con i Steel Pulse, gli Africa Unite, Morgan Heritage, Zoe & Smoke, Groundation, Luciano
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Villa Ada Posse - Rotototom Sunsplash 2006

La VILLA ADA POSSE è una crew attiva a Roma dal 1992, con all'attivo centinaia di dance-halls e concerti in tutta la penisola. Nel 1993 pubblica il primo demotape che mette in luce la qualità dei singers and djs della crew, seguito dal cd "Musically" (1997) e da "Villa Ada crew @ Rainastudio"(2000). Sono stati anche pubblicati numerosi 45 giri con etichette indipendenti, tra cui l'ultimo singolo "Dancehall Vibes" di Raino & Ginko (2001). Dalla scuderia della Villa Ada, oltre agli mc's Ginko, Raina, Lady Flavia, Aldan e il selecter Pekoz, proviene Brusco, che si è fatto notare, come solista, negli ultimi anni sul panorama pop nazionale. Le dancehall del Villa Ada sound infiammano da anni la scena italiana con le good vibes del reggae grazie all'intrattenimento unico degli mc's della crew, che fanno ogni volta del sound system uno strumento per un'esclusiva live jam di reggae music. Nel corso dei 10 anni di attività ha collaborato con moltissimi artisti italiani ed internazionali (Dillinger, Alton Ellis, Luciano, General Levy, Tony Rebel, Morgan Heritage), vanta partecipazioni ai maggiori festival nazionali ("ROTOTOM SUNSPLASH", "RAS-Reali Autentici Sound") ed europei. DISCOGRAFIA ESSENZIALE / ESSENTIAL DISCOGRAPHY: Salento showcase (Autoprod.) Musically (1997) Villa Ada Crew @ Rainastudio (2000) Dancehall Vibes (2001)
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Burning Spear - Rotototom Sunsplash 2006

Parlando di Burning Spear parliamo di un artista leggendario, uno degli unici depositari rimasti della autentica tradizione del roots rurale jamaicano degli anni settanta. Dopo aver sviluppato la sua sensibilità musicale nel country di St. Ann (stesse origini di Bob Marley), ha contribuito ad aprire le porte di Studio One al roots and culture con due album fondamentali e parecchi singoli. In questo periodo Winston Rodney ha già formato il suo stile: lo stile vocale inconfondibile, l'ipnoticità della sua musica dal retaggio assolutamente africano e la sua poetica di recupero dell'eredità africana e del pensiero di Marcus Garvey (il suo nome è il nome di battaglia del leader keniota Yomo Keniatta). Dopo aver lasciato Studio One Burning Spear estende all'estero la sua fama dapprima agli stupendi albums prodotti da Jack Ruby, poi con le sue numerose autoproduzioni attraverso cui, anno dopo anno, Spear è entrato nel terzo millennio rinnovando sempre il suo messaggio ma rimanendo sempre saldamente ancorato alle sue radici in un'opera dalla straordinaria proflificità ed intensità. Sicuramente molti di voi avranno ancora in mente l'ultimo intensissimo concerto di Burning Spear al Rototom Sunsplash 2003 nell'edizione del decennale: quell'anno il magico African Teacher promuoveva il suo CD 'Free man'. Sul finire del 2005 Spear è tornato con un ulteriore capitolo della sua straordinaria avventura artistica e cioè l'eccellente ultimo CD 'Our music'. Il tour di quest'anno quindi, oltre ai suoi grandi classici di sempre proporra' le sue nuove composizioni.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Capleton - Rotototom Sunsplash 2006

Capleton è uno dei più significativi artisti del new roots jamaicano e l'autentica voce della corrente Bobo Dread che ha contribuito in modo fondamentale al reggae degli ultimi anni grazie ad artisti come Capleton stesso, Sizzla, Anthony B, Junior Reid, Jah Mason e tanti altri. Il suo primo attesissimo tour italiano del maggio 2003 è stato un grossissimo evento e ha mobilitato decine di migliaia di appassionati di reggae italiani e a questo è seguita una prima esibizione al Rototom Sunsplash 2004 di cui ancora si ricorda l'energia e le reazioni suscitate nel pubblico.
Il vero nome di Capleton è Clifton Bailey e non è sempre stato un artista conscious: i suoi primi successi dancehall in un periodo dominato da deejays come Cobra, Tiger, Shabba Ranks, Ninjaman ed il giovane Buju Banton, arrivano nel 1990 ed un certo cambio di direzione stilistica si intravede quando Capleton entra a far parte dell'Exterminator camp di Philip Fatis Burrell, uno dei produttori più influenti di quel periodo. Nel 1993 esce con grande successo il suo album 'Almshouse' che anche se rispecchia in pieno la tendenza di quel periodo lascia intravedere una svolta rispetto ai temi trattati.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Sud Sound Sistem - Rotototom Sunsplash 2006

Roots reggae, dancehall style, la consapevolezza delle proprie radici, il non porre limiti alla propria espressivita' usando il dialetto salentino, l'italiano ed il patois nelle proprie liriche: questi sono i principali ingredienti della ricetta Sud Sound System, il collettivo salentino attivo dai primi anni novanta quando era fondamentale recuperare la propria tradizione per fonderla a delle suggestioni ritmiche che arrivavano da Kingston, Londra o New York. Dagli esordi con i loro bellissimi singoli 'Fuecu' e 'Reggae internazionale' hanno prodotto cinque albums e due raccolte di vari artisti, la seconda delle quali, 'Salento Showcase 2000' mostra chiaramente di come la loro lezione continua ad essere recepita nella loro terra da svariati giovani artisti che producono musica prendendoli come punto di riferimento. I Sud Sound System hanno fatto tantissima strada dai loro esordi e sono entrati nel terzo millennio sicuramente come una delle voci piu' apprezzate della scena reggae italiana.
I loro vocalists sono dei campioni assoluti ed in Italia non hanno rivali nel dancehall style. Da vari anni i Sud Sound System si sono uniti ad una band nuova di zecca, la Baggariddim Band per tornare al suono live ed hanno pubblicato nel 2001 l'ottimo 'Musica musica', presentato al pubblico del Sunsplash 2001 nel notevole concerto che ha infuocato il main stage prima dell'arrivo del ciclone Sizzla. Nel 2002 i Sud Sound System hanno prodotto l'inno ufficiale della loro squadra calcistica del cuore, il Lecce e hanno fornito la loro musica e la loro efficace presenza scenica a 'Acido fenico', una piece teatrale di successo scritta da Giancarlo Di Cataldo in cui la musica e le parole della band fanno da contrappunto ad una storia tragica di camorra e di degrado sociale nel piu' tipico Sud d'Italia, lo stesso Sud che cerca un riscatto anche attraverso le loro voci. Gli inarrestabili Sud Sound System sono tornati nel 2003 con un nuovo CD: 'Lontano' e' una conferma assoluta, un lavoro in cui l'amore per il reggae, la loro dancehall 'mediterranea' e le loro liriche di denuncia sociale toccano vertici di qualita' altissimi. Tra i punti di arrivo piu' interessanti della loro carriera abbiamo un concerto tenutosi a Gallipoli lo scorso agosto in cui Sud Sound System hanno eseguito la loro musica arrangiata anche per archi insieme alla Orchestra Filarmonica di Lecce. Nel 2004 e' uscito 'Fuecu su fuecu', un riassunto della loro opera sulla etichetta V2 impreziosito dalla presenza dei due ottimi inediti 'Fuecu su fuecu' e 'Friscu de sira'.
Lo scorso anno sono usciti sulla etichetta tedesca Pow Pow i due singoli 'Don't follow dem' e 'Solo se tu vuoi' rivolti al mercato internazionale, ed in seguito il loro ultimo ed apprezzatissimo CD 'Acqua pe sta terra' dove per la prima volta la band salentina ha collaborato con prestigiosi ospiti internazionali come Luciano, Anthony Johnson, Chico e General Levy. Nel frattempo l'attivita' dei Sud Sound System continua ad essere frenetica: oltre ai loro frequenti tour italiani, sia con la band che in versione dancehall style, gli artisti di San Donato stanno curando un CD live a cui sara' incluso un DVD, il CD di debutto della giovane cantante Marina (da qualche tempo e' anche una corista dei Sud Sound System) ed il terzo capitolo della serie 'Salento Showcase' con il quale promuoveranno una nuova generazione di vocalists salentini.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Groundation - Rototom Sunsplash 2006

Provenienti da San Francisco i Groundation sono la vera e propria sorpresa della scena roots statunitense degli ultimi anni. Il loro suono lento e meditativo si rifa' ai classici del roots reggae ma le svariate provenienze dei membri danno comunque al loro sofisticato sound qualcosa di inconfondibile. Groundation devono molto ai pionieri del roots reggae del dub ma anche all'attitudine alla sperimentazione del jazz degli anni '60 e '70. La band si è formata nel 1998 da un primo nucleo comprendente Marcus Urani, Ryan Newman e Harrison Stafford a cui si sono piu' tardi uniti il trimbettista jazz David Chachere ed il trombonista Kelsey Howard. Sempre dalla scena jazz della California del sud è arrivato il sax di Jason Robinson mentre Paul Spina ha rimpiazzato James Stafford nel dicembre 2001. Il loro debutto discografico avviene con 'Young tree', disponibile ora in versione CD rimasterizzata. Nel 2001 esce il loro secondo CD 'Each one teach one' a cui collaborano Ras Michael alle percussioni ed alle voci Marcia Higgs, moglie del compianto Je Higgs. Sono però i loro due successivi CDs a dare notorietà a questa band anche in europa: 'Hebron gate' del 2002 li vede affiancati da miti del roots come Don Carlos ed i Congos, mentre per il bellissimo 'We free again' del 2004 sono raggiunti in studio dall'ex Israel Vibration Apple Gabriel. In programma al Rototom Sunsplash 2005 dimostrano al pubblico italiano di essere una grande band in un concerto la cui unica pecca è la pioggia battente. In questo inizio 2006 è uscito 'Dub wars' un CD con le dub versions dei brani migliori di 'Hebron gate' e 'We free again' e Groundation sono stati riconfermati per acclamazione al Sunsplash. Speriamo che il loro concerto del 2006 si svolga in condizioni ottimali.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Luciano - Rotototom Sunsplash 2006

Il vero nome di Luciano è Jepther McClymont ed è nato a Davey Town (Manchester) in Jamaica nel 1974. Dopo un'infanzia e un'adolescenza passate nel country, al termine delle scuole, Jephter si trasferisce a Kingston a vivere con un suo fratello, stretto aderente ad una confraternita avventista. Il rigore di questa confraternita, in cui il giovane era intanto entrato a far parte, lo spinge a ritornare nel country e a seguire un altro fratello nella vendita di frutta, verdura e gelati in un mercato di Montego Bay. Dopo altre esperienze di lavoro come tappezziere ed un altro trasferimento a Kingston, Luci inizia a frequentare gli studi di registrazione e la sua abilità viene notata da Rick Trooper di Kilimanjaro Sound, ma la persona che più lo aiuta a farsi strada nell'ambiente musicale e gli impartisce gli insegnamenti più utili è il producer Homer Harris.
Il suo debutto discografico avviene per Herman Chin-Loy e la sua Aquarius records, e nello stesso periodo Jephter registra alcuni brani per Sky High & Mau Mau che finiscono su un album diviso a metà con Pressley. Il primo suo successo in Jamaica, 'Give my love a try', viene registrato per il produttore Castro Brown. In questo periodo Luciano (il nome d'arte gli è stato attribuito da Homer Harris) collabora anche con Philip 'Fatis' Burrell ed i suoi hits singles del 1993 'Chant out' e 'Poor and single' sono i primi di un lungo sodalizio artistico, interrotto in questi primi tempi da collaborazioni con Sly & Robbie, Blacka Dread e Freddie McGregor per cui il giovane artista registra l'ottimo album 'Shake it up tonight'. Dopo altri tre ottimi albums prodotti da Fatis (Xterminator), in cui Luciano passa da giovane promessa a maturo ed affermato artista, il duo ottiene un contratto internazionale per la Island per cui esce lo stupendo album 'Where there is life', ma il contratto viene scisso dopo l'uscita nel 1996 dell'inferiore, ma pur sempre ottimo, 'Messenger'.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Steel Pulse

Steel Pulse sono una delle roots band più famose e rappresentative della ondata del reggae inglese degli anni Settanta. Questo gruppo proveniente da Birmingham ha iniziato a metà degli anni Settanta testimoniando con un progetto di grande militanza il grande disagio degli abitanti di Handsworth, il popoloso quartiere caraibico della loro città. Oltre ad avere accompagnato come opening act Bob Marley in alcuni dei suoi primi tours europei, Steel Pulse è anche la prima reggae band inglese ad essere stata accolta al Reggae Sunsplash in Jamaica. Dagli esordi dei primi anni settanta legati ad un sound tagliente ed ad una grande militanza Rasta ed antirazzista di albums come 'Handsworth revolution' e 'Tribute to the martyrs' , Steel Pulse si sono a poco a poco trasformati durante gli anni Ottanta in una band reggae di successo internazionale abbastanza abile nel flirtare con il pop pur mantenendo una certa qualità e grande militanza nelle proposte. I veterani italiani del reggae hanno consumato le loro copie di 'True democracy' e 'Earth crisis', due album classici del loro suono e sicuramente tra i più significativi lavori roots del loro tempo. Il live 'Rastafari centennial' è una favolosa testimonianza della loro energia: negli ultimi lavori hanno duettato con personaggi del reggae moderno come Tony Rebel e Macka B e addirittura Damian Marley si affianca a loro nel loro ultimo CD. Spike Lee li ha voluti nel 1989 nella colonna sonora del suo 'Do the right thing'. Se uniamo i loro albums alle numerose raccolte la loro discografia ha raggiunto i diciannove albums, compreso il loro ultimo 'African holocaust' del 2004, disco che ha ricevuto la nomination ai Grammy Awards. Attualmente vivono e lavorano negli USA ed hanno accolto nelle loro fila musicisti statunitensi.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com