Arcoiris TV

Chi è Online

195 visite
Libri.itBARBABLSNEAKER FREAKER. THE ULTIMATE SNEAKER BOOK!MATRIOSKAPACKAGE DESIGN BOOK 5WARHOL ON BASQUIAT

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: relazioni

Totale: 16

La società solida, dall'individuo solitario alle comunità solidali

14 marzo 2012. Insicurezza, paura, diffidenza, incertezza. Sono parole che sempre più spesso caratterizzano il discorso pubblico in questi tempi di crisi. Crisi dell’economia ma anche delle relazioni sociali, che si fanno sempre più deboli e inconsistenti, nuove espressioni di una società “liquida” – definizione del sociologo Zygmunt Bauman - in cui “le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure”.
In un contesto così precario, è ancora possibile promuovere un modello alternativo di società, che ponga le sue basi su pratiche inedite di socialità ed esempi di vita sostenibile? Il dibattito si apre affrontando l’esperienza dei condomini solidali, in cui famiglie o singoli – pur continuando ad abitare in un proprio appartamento - scelgono di “vivere in comunità”, secondo regole informali di buon vicinato solidale.L’intento è di aprire una discussione pubblica sul ruolo che esperienze di rete e di vita comunitaria possono svolgere per ricostruire relazioni significative tra gli individui, per far crescere una società “solida”, fondata sui principi di sussidiarietà e solidarietà, su un senso comune di appartenenza.
Evento realizzato con il contributo dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna ed in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Formazione, l'Associazione "Comunità e Famiglia" - Emilia Romagna, Bandiera Gialla, EMI Editrice Missionaria Italiana e l'Associazione Medica NADIR

Intervengono:
Bruno VOLPI, fondatore di Mondo Comunità e Famiglia
Stefano Zamagni, professore di Economia Politica all'Università di Bologna e di International Political Economy alla John Hopkins University, Presidente dell'Agenzia per il Terzo Settore.
Introduce Mattia Domenicali, studente dell'Università di Bologna

Visita il sito: www.centrostudidonati.org

Visita il sito: www.mediconadir.it

Amore e potere: il risveglio dall'ipnosi quotidiana, conferenza di Mauro Scardovelli

Molti dei nostri atti comunicativi sono incongrui, tengono insieme POTERE e AMORE, in famiglia, nella coppia, nei gruppi e nel rapporto con se stessi. Si è scoperto che il doppio legame è una delle cause della schizzofrenia, ma nelle relazioni quotidiane è stato poco indagato. Oggi il doppio legame è alla base della normale comunicazione umana e siccome è praticato ovunque non ce ne accorgiamo più. Chi cresce in un contesto relazionale ricco di messaggi incongrui avrà difficoltà a capire a riconoscere le proprie qualità interiori, la caratteristica peculiare della propria anima. I greci dicevano che la felicità è sviluppare pienamente la propria qualità interiore, farla fiorire e portarla a pieno compimento. Se l'anima è realizzata siamo felici. Essere in contatto con la nostra anima significa essere collegati con il flusso dei sentimenti e dei bisogni. Gli strumenti dell' ipnosi umanistica sono fantastici per accelerare il risveglio.

Visita il sito: www.aleph.ws

Sofferenza, ignoranza e struttura del potere, conferenza di Mauro Scardovelli

E' importante cogliere l'essenziale. Sono molte le conoscenze, ma poche quelle essenziali per sciogliere la sofferenza come insegna una storiella attribuita al Buddha. Le condizioni di amabilità, che abbiamo assorbito con l'educazione, sono le più grandi fonti di dolore. Ma è possibile capire il mondo mondo che abbiamo generato senza comprendere chi siamo? L'esortazione “conosci te stesso” (gnôthi seautón), iscritto sul tempio dell'Oracolo di Delfi, invitava a questo. Le nostre parti interne arrabbiate possono quietarsi solo quando l'io fa quello che va fatto, assumersi la responsabilità del dolore provocato e lasciare andare il giudizio. Non c'è giudizio ma solo un luogo di verità. E' importante per lasciare andare il giudizio comprendere a fondo la struttura del potere per poter lasciare andare la sofferenza e stare nell'amore.

Visita il sito: www.aleph.ws

Rinuncia al potere, conferenza di Mauro Scardovelli

Cos'è il potere? Mauro Scardovelli affronta la relazione tra “potere” e “amore”. Il continuo esercizio del potere, la prevaricazione dell'uomo sull'uomo è causa della sofferenza umana. Il potere è il più grande “demone” dell'umanità. L'unica via di redenzione è la rinuncia definitiva al potere, come esprime il messaggio di Gesù. Amore, consapevolezza e orientamento al bene comune sono le vie per la completa guarigione. Se siamo pronti...

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com

Educazione non violenta con i bambini , conversazione guidata da Mauro Scardovelli

Nell'educazione, i primi anni di età sono molto delicati. E' un momento nel quale, se da un lato il bambino inizia a differenziarsi sempre di più acquisendo sempre maggiore libertà, rimane però dipendente dalla mamma. Se come adulti non ascoltiamo e utilizziamo la forza, stiamo agendo, nell'educazione dei nostri figli, azioni di potere. Già Gordon ha sfatato la leggenda nella quale necessariamente un bambino, diventando adolescente, deve necessariamente contrapporsi. La ribellione è infatti una manifestazione del fatto che si è esercitato potere e siccome la struttura del potere è dappertutto si dice che la contrapposizione (o ribellione) è ovunque. I bambini imparano per modellamento, sono sensibili al clima e modellano soprattutto le qualità dei genitori, quello che i genitori sono, più che quello che dicono con le parole.

Visita il sito: www.aleph.ws

Amore radiante e visione a tunnel, frammento di Mauro Scardovelli

Di solito le persone hanno una visione a tunnel, danno amore e lo vogliono ricevere solo da una persona. Chi è in preda di “crisi d'amore” è cieco, non vede altro al di fuori dell'oggetto del suo amore. Più c'è “visione a tunnel” più c'è ottusità. L'amore autentico è invece radiante.

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com

L'inconscio è l'economia, conferenza di Mauro Scardovelli

Hillman scrive che oggi l'inconscio è l'economia. Non c'è pensiero che non sia sostenuto dal pensiero economico e non ne siamo consapevoli. Viviamo in un campo collettivo di forze molto potenti che interiorizziamo continuamente attraverso i messaggi mediatici. Viviamo nell'economia del “libero mercato”, dello scambio. Do ut des, io do affinché tu dia. Ma è sempre stato così? Nella storia dell'umanità hanno funzionato altri tipi di economia, come quella del dono e del contro dono. Mentre nella prima abbiamo una gara di tirchieria, nella seconda una gara di generosità. Anche le relazioni risultano fortemente influenzate da questo campo. Monte coppie sono un sistema di desideri in conflitto. Quando in una coppia si inizia a pensare nei termini di Do ut des si entra in un rapporto economico e finisce il rapporto d'amore. Non si può parlare di psicologia individuale o della famiglia senza tenere conto del contesto più ampio. Oggi è necessaria una cura delle idee.

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com

Lamentele, pretese e accuse, conferenza di Mauro Scardovelli

Lamentele, pretese e accuse sono equivalenti aggressivi. Mi lamento perché pretendo che la situazione sia diversa da così come è e accuso qualcuno. In un seminario di PNL Umanistica Integrata Mauro Scardovelli presenta un modello per comprendere gli equivalenti aggressivi come manifestazioni della rabbia non riconosciuta, trattenuta e proiettata verso l'esterno, sugli altri. Il mondo diventa in questo modo un luogo minaccioso: gli altri ce l'hanno con me ed io sono in pericolo. Se comprendiamo questo meccanismo psicologico fondamentale abbiamo la possibilità di migliorare sensibilmente la qualità delle nostre relazioni.

Visita il sito: www.aleph.ws

Emozioni e responsabilità, conferenza di Mauro Scardovelli

Una delle più grande illusioni è credere che le nostre emozioni dipendanoda ciò che avviene fuori. Fuori di noi ci sono solo degli stimoli, degli inneschi, ma ciò che fa scattare la rabbia, la paura, la tristezza è ciò che c'è già dentro di noi. Molti invece continuano a pensare che le nostre emozioni dipendano dagli altri, da come loro si comportano con noi. E' importante capire questo se vogliamo migliorare la qualità delle nostre relazioni.

Visita il sito: www.aleph.ws

Tipi umani, conferenza di Mauro Scardovelli

Come persone siamo tutti diversi. Abbiamo attitudini di base e forme di intelligenza differenti. I tipi umani sono uno strumento che permette di individuare rapidamente quali sono le caratteristiche personali di cui è importante tenere conto affinché possiamo instaurare relazioni produttive. Sono un modello eccellente per comprendere le persone, migliorare le relazioni, il lavoro nei gruppi e nelle organizzazioni. Non un modello per giudicare, ma per aumentare la comprensione di noi stessi e degli altri, per migliorare il “rapport” e per creare quel clima di fiducia nel quale le persone possano instaurare relazioni autentiche, intime, dove non c'è nulla da temere, dove si apre il cuore.

Visita il sito: www.aleph.ws