Arcoiris TV

Chi è Online

201 visite
Libri.itDAVID CHIPPERFIELD (I) #BasicArtMOVIES OF THE 1950I SEGRETI DEI DIPINTI. I VOLTI DEL POTERE #BasicArtAMY WINEHOUSE BY BLAKE WOODLUCIA

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: rai

Totale: 45

SC - Recortes De Prensa

Parigi, 1980. Un gruppo di giornalisti e intellettuali esiliati politici dell'Argentina, tra cui Cortázar e Soriano, si propone di far un giornale chiamato "Sin Censura" per contrastare la campagna di disinformazione delle dittature militari sparse per l'America Latina negli anni '70. Dalla ricostruzione delle vite di chi vi ha partecipato, il documentario riflette e approfondisce il ruolo dei mezzi di comunicazione e la costruzione della realtà.

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

GIORNALISMO PEZZENTONE

I giornalisti italiani - fatta le debite eccezioni - sono fra i peggiori del mondo, corporativi, divulgatori di falsità spudorate; temendo di perdere i loro privilegi ritengono il Movimento 5 Stelle il loro peggior nemico.

CERUTTI GINO

Le reti televisive nazionali, temendo l'azione di pulizia del Movimento 5 Stelle, hanno dato il massimo appoggio alla Lega di Matteo Salvini che si ripropone - come nulla fosse accaduto - dopo anni di governo con Berlusconi.

IL TRIONFO DEI TRUFFATORI 2 5 56

La vendita delle postazioni dette comunemente torri di trasmissioni della Rai è una truffa che prevede in prospettiva la distruzione del Servizio Pubblico. L'ultimo nostro commento sul tema è del 12 novembre 2014.

LE DUE COMARI

Tg3 rai e Rai news 24, invece di informare che la fondamentale richiesta palestinese di togliere l'embargo alla Striscia di Gaza ridotta a lager non era stata accolta dagli israeliani, hanno fatto ricadere su Hamas la rottura della tregua

IL TRIONFO DEI TRUFFATORI

La privatizzazione della Rai rappresenta un duro colpo alla Nazione che viene privata di un suo bene di comunicazione essenziale. Dopo una pubblicità martellante e mendace un gruppo di truffatori trionfa.

IL NAZARENO GESU'

Nel famigerato Patto del Nazareno non poteva mancare l'antica speranza di distruggere la Rai da parte di Silvio Berlusconi. Renzi lo ha accontentato ponendo pesanti fardelli economici all'Azienda per spingerla verso la svendita di sé stessa.

patto del nazareno, rai, servizio pubblico radiotelevisivo, capo del governo, partito democratico,

PERCHE' VOTARLO?

Il personaggio Matteo Renzi descritto molto bene dallo scrittore Michele De Lucia nell'ultimo suo libro dal titolo "Il berluschino", rappresenta il berlusconismo di cui ben di rado si è precisato cosa fosse in realtà.

michele de lucia, matteo renzi, marco carrai, silvio berlusconi, costituzione, palazzo chigi, francesco rutelli, focolarini, comunione e liberazione, giorgio napolitano,

LA SIGNORA BERLINGUERA

Il confronto fra l'informazione Rai e la verità dei fatti è avvilente e non è ,azzardato dire che l'Italia disastrata di oggi non sarebbe tale se il nostro Paese non avesse avuto un servizio informativo così menzognero.

berlinguer, enrico mentana, rai, tg3, luigi di majo, movimento 5 stelle, corea del nord, repubblica democratica di corea, venezuela, ucraina, europa, pci,

Numerologia biblica (1,4,40,400)

L'armonia del rapporto 1:4 basa su fondamenti primordiali del prendere (dell'albero della conoscenza) e del dare (dell'albero della vita). La rottura di questa armonia nelle moderne democrazie genera carestia, facendo prevalere il prendere. Il fisco (la mano che prende) risulta perciò soggetto pervertito, mentre il privato (la mano che da') oggetto passivo da spremere e gabellare automaticamente in nome del pubblico. In tal modo, lo Stato diventa retorica della mano che prende: talmente impersonale che i vantaggi per chi "da'" sono nulli rispetto all'imposizione fiscale che allora è percepita come confisca e come saccheggio. Occorre pertanto saper guardare le cose del mondo con occhi più concreti. Solo così si può vedere ciò che, per esempio, il prelievo fiscale in effetti è: un dono vitale dell'uomo all'uomo, NON utopistico in quanto chi sa davvero prendere, sa anche che tutto è dono; e viceversa, chi sa dare, sa che sta in realtà prendendo tutto (divisione del lavoro).

Visita il sito: 0z.fr