Arcoiris TV

Chi è Online

288 visite
Libri.itPACKAGE DESIGN BOOK 5ROY STUART. THE LEG SHOW PHOTOS: EMBRACE YOUR FANTASIES, GETTING OFFN.199 SMILJAN RADIC (2013-2019)WALT DISNEYN.197 BRUTHER (2012-2018)

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: protezione civile

Totale: 2

L'Aquila, visita alla zona rossa- esclusivo

Il 2 Luglio 2010, 452 giorni dopo il terremoto, i radicali italiani visitano la zona rossa, durante il Comitato Nazionale di Radicali Italiani straordinario a L\'Aquila-Ovindoli.
M. Pannella, E. Bonino Vicepresidente del Senato, una delegazione di 6 parlamentari radicali, il Segr. di Radicali Italiani Mario Staderini, il Tesoriere De Lucia e altri dirigenti hanno visitato, assieme al sindaco Massimo Cialente, il centro storico del capoluogo abruzzese devastato dal terremoto.
Leggi il Dossier L'Aquila: paradigma dell'assenza di democrazia e diritto - www.radioradicale.it/dossier-l
Dal 2 al 4 luglio si è tenuto a L'Aquila e a Ovindoli il Comitato nazionale di Radicali Italiani.

Si è scelto di tenere il Comitato in Abruzzo perché la tragedia del terremoto del 2009 ha messo a nudo una serie di nodi centrali per la lettura radicale del regime italiano: il mancato rispetto della legalità, che si traduce in strage di vite; il dissesto idrogeologico e l\'assenza di governo del territorio; una gestione emergenziale, tipica della partitocrazia, che cancella la certezza del diritto ed ogni possibilità di controllo democratico; il mancato funzionamento della giustizia; l'assenza di un'informazione corretta, che dia davvero al cittadino la possibilità di "conoscere per deliberare".

Riprese di Virginia Fiume
Montaggio di Francesco D'Ambrosio

BOSCOREALE (NA): MANIFESTAZIONE ANTIDISCARICA

Dal sito: vesuvioinlotta.blogspot.com

Articolo postato lunedì 15 febbraio 2010

BOSCOREALE 13 febbraio2010
I comitati civici dell?area vesuviana ed i movimenti di difesa del territorio si sono dati appuntamento presso la sede del Comune di Boscoreale in occasione del carnevale ed in concomitanza della campagna elettorale del Pdl. Presente alla kermesse l?onorevole ministro Mara Carfagna, assente non giustificato l?onorevole Nicola Cosentino. La popolazione, circa 700 persone, presente per informare la cittadinanza e contestare contro l?apertura della seconda discarica (Cava Vitiello) prevista dal piano affaristico criminale deliberato dal Consiglio dei Ministri. Alla richiesta di un incontro con il Ministro, le popolazioni come unica risposta hanno subito la violenza e la durezza della repressione poliziesca. Gli agenti delle forze dell?ordine si sono accaniti contro donne e bambini indifesi scesi in piazza per difendere il loro territorio dall?avvelenamento cominciato trent?anni fa e sancito dal DL 90/2008.

Oggi, come da 15 anni a questa parte, il potere governativo rifiuta il dialogo con le popolazioni che chiedono di partecipare ed autogestire le scelte chiave a tutela della propria salute. Il fallimento di centro sinistra e centro destra in tema di rifiuti nasconde un progetto politico tutto interno al business di rifiuti-connection.

Durante la manifestazione, mentre un gruppo di contatto dialogava con la dirigente della questura per incontrare il Ministro, i reparti della celere sono giunti in numero sproporzionato già in assetto antisommossa ed hanno provocato, con spintoni e manganellate, la reazione pacifica dei presenti. Ancora una volta il piano di repressione messo in campo dal Governo, fiancheggiato dalle istituzioni locali, si è scagliato contro le comunità alle quali ormai è palese l?intreccio, altamente tossico, d?affari fra la politica e la camorra sulla questione discarica ed inceneritori. Non saranno, né oggi né mai, queste azioni ad arrestare le popolazioni in lotta contro questo disastro ambientale.

INVITIAMO LE REALTA? DI BASE, LE COMUNITA? E LA POPOLAZIONE TUTTA A PARTECIPARE IN MASSA A TUTTI I MOMENTI DI LOTTA IN DIFESA DEL TERRITORIO E DEL DIRITTO ALLA SALUTE