Chi è Online

263 visite
Libri.itHELMUT NEWTON. POLAROIDS (INT)WILLIAM BLAKE. I DISEGNI PER LA DIVINA COMMEDIA DI DANTE - ClothBoundSILLY SWEATERS PER GATTIMARVIN E. NEWMAN - edizione limitataPONTI (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: p2

Totale: 8

SPACCATEGLI LA TESTA

La violenza con cui è stata imposta la nuova legge elettorale firmata immediatamente dal presidente della Repubblica mostra un piglio dittatoriale che combacia con il programma della loggia massonica P2 di Licio Gelli.

CROZZA E VILLAGGIO

Crozza continua a far le pulci alla politica; Villaggio, da quando si è fermato, assomiglia sempre più al suo personaggio Fracchia. Tuttavia, con tutti i limiti, il mondo dello spettacolo è il solo a raccontarci qualche verità.

Un solo errore - Bologna, 2 Agosto 1980

Bologna, 2 agosto 1980.

Il più feroce attentato della storia repubblicana, il cinico tentativo di abbattere la democrazia, un sanguinario colpo contro la popolazione inerme che sta partendo per le vacanze.

I terroristi commettono un unico errore: aver scelto Bologna come obiettivo.

I soccorsi sono immediati, la città manifesta il proprio sdegno "rioccupando" le piazze percepite come "luoghi della democrazia" e da subito, tramite la voce dell'allora sindaco di Bologna Renato Zangheri e l'immagine impressa nella memoria collettiva dell'allora presidente della Repubblica Sandro Pertini, si leva con forza la richiesta di verità e giustizia.

Le indagini dei magistrati bolognesi e l'impegno costante dell'Associazione dei familiari delle vittime conducono per la prima volta ad individuare e condannare gli esecutori materiali della strage: i neofascisti dei NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari); e i depistatori che fin da subito hanno ostacolato l'accertamento della verità: la P2 di Licio Gelli e i massimi vertici dei servizi di sicurezza, dalla prima manovrati.

Dal lutto rinasce un'idea di società civile che dal lutto elabora un impegno ed una strategia collettiva che vede nelle giovani generazioni, ancora oggi troppo disinformate e disincantate, il principale antidoto alle trame occulte che fin da Piazza Fontana hanno avvelenato e avvelenano ancora oggi, grazie anche all'ubriacatura dei mass media, la nostra democrazia.

Regia: Matteo Pasi
Produzione: Associazione Pereira
Con il supporto di: Arcoiris TV; Associazione Pedrelli
Con la collaborazione di: Associazione 2 Agosto 1980; Cineteca di Bologna
Musiche: Modena city ramblers; Daniele Silvestri; Francesco Guccini

Visita il sito: www.associazionepereira.it

P2, 30 anni dopo - intervista a Giampaolo Mora

GIAMPAOLO MORA,segretario della Commissione P2 "La guida di Tina Anselmi nella ricerca della commissione" intervista a cura di: Raffaella Ilari.
Il 20 maggio 1981 vengono pubblicati i nomi degli affiliati alla loggia segreta P2, maestro venerabile Licio Gelli: 962 protagonisti insospettabili. Giuliano Turone, giudice istruttore a Milano, e il procuratore Gherardo Colombo, scoprono l'elenco mentre indagano sul finto rapimento di Michele Sindona e incontrano il nome di Gelli coinvolto nelle estorsioni del banchiere della mafia. Nella valigia che una segretaria prova a trafugare, ecco la lista. Rivelazioni che sconvolgono la grande politica, giornali, Tv, forze armate, servizi segreti, la stessa massoneria. Indaga una commissione parlamentare da Tina Anselmi. Sono passati trent'anni, l'Italia forse è cambiata. Il convegno vuol capire come.

P2, 30 anni dopo - intervista a Claudio Nunziata

12 maggio a Teatro DueCLAUDIO NUNZIATA, magistrato "La P2 e le stragi "Guarda la conferenza Claudio Nunziata, "La P2 e le stragi" Intervista a cura di: Raffaella Ilari. Il 20 maggio 1981 vengono pubblicati i nomi degli affiliati alla loggia segreta P2, maestro venerabile Licio Gelli: 962 protagonisti insospettabili. Giuliano Turone, giudice istruttorea Milano, e il procuratore Gherardo Colombo, scoprono l'elenco mentre indagano sul finto rapimento di Michele Sindona e incontrano il nome di Gelli coinvolto nelle estorsioni del banchiere della mafia. Nella valigia che una segretaria prova a trafugare, ecco la lista. Rivelazioni che sconvolgono la grande politica, giornali, Tv, forze armate, servizi segreti, la stessa massoneria. Indaga una commissione parlamentare da Tina Anselmi. Sono passati trent'anni, l'Italia forse è cambiata. Il convegno vuol capire come.

NO BERLUSCONI DAY 2 - ROMA 2 OTTOBRE 2010

Dopo nemmeno un anno dal prima NO B Day ecco che il popolo viola torna in piazza per chiedere le dimissioni del premier Berlusconi.Rispetto ad un anno fa molte sono le cose cambiate da allora, e di conseguenza ho deciso di andare in piazza a chiedere ai particpanti, cosa è cambiato dal primo no B day e soprattutto , se la fine di berlusconi significa anche la fine del berlusconismo.

Visita il sito: www.youtube.com

Le interviste possibili: Gherardo Colombo

Gherardo Colombo (Briosco, 23 giugno 1946) è un magistrato italiano, attualmente ritiratosi dal servizio, divenuto famoso per aver condotto o contribuito a inchieste celebri quali la scoperta della Loggia P2, il delitto Giorgio Ambrosoli, Mani pulite, i processi Imi-Sir/Lodo Mondadori/Sme.

Visita il sito: www.telestreeti3.it

Il Discepolo 1816

l Piano di Rinascita Democratica di Licio Gelli non è mai stato abbandonato. Una malattia non può considerarsi debellata fino a quando l'ultimo agente patogeno non sia stato stroncato. Da un solo ceppo resistente, l'infezione può sempre tornare a proliferare.La malattia delle istituzioni si chiama P2. L'agente patogeno resistente al trattamento è la tessera n°1816 dell'albo: Silvio Berlusconi.Ci sono delle analogie strabilianti tra il manifesto della P2 e la storia italiana degli ultimi trent'anni di cui Berlusconi è stato protagonista. Vediamo quali.

Visita il sito: www.byoblu.com