Arcoiris TV

Chi è Online

230 visite
Libri.itN.199 SMILJAN RADIC (2013-2019)GRAN VAMPIRO 1PISTOLE, PUGNALI E VELENIANDO. COMPLETE WORKS 1975TODAYJACQUES DEVAULX. NAUTICAL WORKS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: nobel

Totale: 26

Il Noppaw alla Farnesina: Hélène Yinda, Teologa

NADiRinforma: mercoledì 25 Maggio 2011Sala delle Conferenze internazionali, Piazzale della Farnesina 1, RomaHélène Yinda, Teologa. Cameroun

Visita il sito: www.noppaw.org

Visita il sito: www.mediconadir.it

Il Noppaw alla Farnesina: Amii Stewart

NADiRinforma: mercoledì 25 Maggio 2011Sala delle Conferenze internazionali, Piazzale della Farnesina 1, RomaAmii Stewart Testimonial Campagna Noppaw con il brano Walking Africa

Visita il sito: www.noppaw.org

Visita il sito: www.mediconadir.it

Il Noppaw alla Farnesina Guido Barbera

NADiRinforma: mercoledì 25 Maggio 2011Sala delle Conferenze internazionali, Piazzale della Farnesina 1, RomaAPERTURA DEI LAVORI Guido Barbera, Presidente CIPSI

Visita il sito: www.noppaw.org

Visita il sito: www.mediconadir.it

Spot Campagna Noppaw (Nobel Peace Prize for African Women)

Lo spot di 30", destinato alla diffusione televisiva, radiofonica e via web, nasce dalla ventennale esperienza di Ethnos (www.ethnosfilm.com) nella produzione documentaristica nel e sul Sud del mondo, con una particolare attenzione all'Africa e alla condizione delle donne africane. Ethnos, in piena sintonia con i contenuti e gli intenti della Campagna Noppaw, che propone l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace 2011 alle donne africane, ha ritenuto di contribuire alla Campagna mettendo a disposizione il proprio archivio di immagini per costruire un messaggio semplice e immediato, di grande positività e forza espressiva, a partire dallo slogan della Campagna: "Walking Africa deserves a Nobel" - "L'Africa che cammina merita un Nobel". Lo spot, curato dai promotori della Campagna Solidarietà e Cooperazione Cipsi e ChiAma l'Africa con la consulenza di Elisa Kidané, è stato ideato da Elisa Mereghetti e Marco Mensa. Hanno dato il loro contributo il musicista Paolo Casa con la creazione della colonna sonora e gli attori Lello Lombardi e Victorine Mputu Liwoza che hanno prestato le loro voci.

Visita il sito: www.noppaw.org

Campagna NOPPAW – La guerra delle Donne

NADiRinforma e MedicoN.A.Di.R. partecipano alla Campagna Noppaw (Nobel Peace Prize for African Women) attraverso il video “La guerra delle donne” che raccoglie alcune testimonianze di donne congolesi sopravvissute agli orrori della guerra. Campagna Noppaw promossa da Solidarietà e Cooperazione Cipsi e da ChiAma l'Africa con l’obiettivo di assegnare il Premio Nobel per la Pace 2011 alle donne africane nel loro insieme.Nei prossimi mesi saranno promosse iniziative con le donne in varie regioni del Senegal, del Mali, del Burkina e di altri paesi africani. È inoltre già prevista la presentazione ufficiale al Parlamento Europeo a Bruxelles il 23 maggio e alla Farnesina il 25 maggio, con moltissimi eventi per tutto l’anno. Il Noppaw continua poi a portare avanti il suo impegno per la raccolta delle firme di adesione all’appello.

Visita il sito: www.mediconadir.it

Visita il sito: www.noppaw.org

Visita il sito: www.cipsi.it

Una rosa per San Suu Kyi

NADiRinforma: San Suu Kyi, insignita del premio Nobel per la Pace nel 1991, è una dissidente birmana, della Lega Nazionale per la Democrazia. E' agli arresti domiciliari da 19 anni e in questi giorni è stata incarcerata. La libertà di espressione, soprattutto nel Paesi sottoposti a un regime dittatoriale, è un diritto che va difeso strenuamente.Il 14 maggio a Bologna un gruppo di persone si è riunito davanti al Sacrario dei Caduti della Resistenza (simbolo della Libertà) per chiedere la liberazione di San Suu Kyi16 maggio 2009: “I militari non vogliono avere problemi per le elezioni del marzo 2010 e quindi ci aspettiamo che San Suu Kyi venga accusata e condannata” lo afferma il ministro degli Esteri del governo birmano in esilio Beaudee Zawmin. Lunedì 18 maggio la leader dell'opposizione e premio Nobel per la Pace verrà processata per violazione degli arresti domiciliari, dopo l'irruzione in casa sua di un americano. La giunta militare inoltre ha impedito a uno degli avvocati più importanti del Paese di difendere Suu Kyi.

Visita il sito: www.mediconadir.it