Arcoiris TV

Chi è Online

214 visite
Libri.itMOVIES OF THE 1950STIGMATELA MENTE DEL FOTOGRAFO - nuova edizione aggiornataDARK CITY. THE REAL LOS ANGELES NOIRLASCIATE OGNI PENSIERO O VOI CHINTRATE

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: educazione

Totale: 20

"Il diritto al delirio" Eduardo Galeano

Bellissimo video realizzato da Nerea Ganzarain,con musica di "Bosques de mi mente" e con traccia parlata dallo stesso Eduardo Galeano,autore del testo

Bambino e scienza, adulto e relazione, intervento di Simona Colpani

Siamo soliti pensare ai bambini in termini di emozioni e relazioni. E' difficile pensare che si possa parlare di scienza pensando ad un bambino. La scienza è "cosa da grandi", è terreno riservato agli adulti, a quelli "bravi". L'abbinamento bambino e scienza suona subito stonato. Diventando grandi abbiamo acquisito tante conoscenze. Non vediamo più il mondo con gli occhi innocenti di un bambino.

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com

Dal grembo materno all'autonomia della vita, intervento di Giulia Cremaschi

In un seminario di musicoterapia umanistica Giulia Cremaschi pone l'attenzione sull'importanza dell'infanzia in ciascuno di noi per apprezzare il percorso attraverso il quale siamo diventati adulti. Come dice Edgar Willems la musica è dentro l'uomo prima che attorno l'uomo. L'ordine ritmico all'interno del corpo materno crea l'imprinting che ci fa nuovere per tutta la vita. Noi adulti siamo consapevoli di aver acquisito quest'ordine? Nel grembo materno non esiste silenzio. La musica del grembo materno, la prima orchestra, è fatta di ordine ritmico, voci, accenti, timbri sonori.

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com

Educazione non violenta con i bambini , conversazione guidata da Mauro Scardovelli

Nell'educazione, i primi anni di età sono molto delicati. E' un momento nel quale, se da un lato il bambino inizia a differenziarsi sempre di più acquisendo sempre maggiore libertà, rimane però dipendente dalla mamma. Se come adulti non ascoltiamo e utilizziamo la forza, stiamo agendo, nell'educazione dei nostri figli, azioni di potere. Già Gordon ha sfatato la leggenda nella quale necessariamente un bambino, diventando adolescente, deve necessariamente contrapporsi. La ribellione è infatti una manifestazione del fatto che si è esercitato potere e siccome la struttura del potere è dappertutto si dice che la contrapposizione (o ribellione) è ovunque. I bambini imparano per modellamento, sono sensibili al clima e modellano soprattutto le qualità dei genitori, quello che i genitori sono, più che quello che dicono con le parole.

Visita il sito: www.aleph.ws

E’ ora di parlare di educazione - Parte 1a

Seminario a cura di Duccio Demetrio, Università degli Studi di Milano-Bicocca.Saluto di Marco Cipriano. Introduzione di Duccio Demetrio e Ferruccio Capelli. Le idee e i valori: Fulvio Papi, Salvatore Natoli, Milena Santerini, Telmo Pievani, Silvia Vegetti Finzi.La società, i comportamenti, le politiche: Alessandro Rosina, Vanna Iori, Silvia Kanizsa, Barbara Mapelli, Susanna Mantovani, I problemi, i silenzi, le risposte: DonVirginio Colmegna, Graziella Favaro, Almira Myzyri, Sergio Tramma.Milano 16 febbraio 2010 Guarda la seconda parte

Visita il sito: www.casadellacultura.it

E’ ora di parlare di educazione - Parte 2a

Seminario a cura di Duccio Demetrio,Università degli Studi di Milano-Bicocca.Saluto di Marco Cipriano. Introduzione di Duccio Demetrio e Ferruccio Capelli. Le idee e i valori: Fulvio Papi, Salvatore Natoli, Milena Santerini, Telmo Pievani, Silvia Vegetti Finzi.La società, i comportamenti, le politiche: Alessandro Rosina, Vanna Iori, Silvia Kanizsa, Barbara Mapelli, Susanna Mantovani,I problemi, i silenzi, le risposte: DonVirginio Colmegna, Graziella Favaro, Almira Myzyri, Sergio Tramma.Milano 16 febbraio 2010Guarda la prima parte

Visita il sito: www.casadellacultura.it

E’ possibile un’educazione per una democrazia? prima parte

NADiRinforma propone la Conferenza-seminario esperienziale condotto da Claudio Naranjo il 30 ottobre '10 a Bologna.La mente “patriarcale” domina ancora la civiltà occidentale e ne limita l’evoluzione,producendo falsi valori che frenano il pieno sviluppo del potenziale umano.Claudio Naranjo, uno dei massimi rappresentanti della cultura dei nostri tempi eprofondo conoscitore del “come” favorire la salute psichica e spirituale, propone un’originale visione e prassi educativa, capace di portare armonia tra pensiero, emozioni e comportamento. Favorendo una maggiore conoscenza di se stessi, è possibile dar vita a forme sociali più sane e integrate."La trasformazione dell’educazione è la nostra migliore speranza per un futuro migliore.La situazione mondiale richiede un cambiamento dall’educazione patriarcale ad una educazione integrale che ponga l’attenzione allo sviluppo umano attraverso l’auto-conoscenza e la capacità affettiva"Claudio Naranjo.Guarda la seconda parte

Visita il sito: www.claudionaranjo.net

Visita il sito: www.centrogestalt.it

Visita il sito: www.sateducazione.com

E’ possibile un’educazione per una democrazia? seconda parte

NADiRinforma propone la Conferenza-seminario esperienziale condotto da Claudio Naranjo il 30 ottobre '10 a Bologna.La mente “patriarcale” domina ancora la civiltà occidentale e ne limita l’evoluzione,producendo falsi valori che frenano il pieno sviluppo del potenziale umano.Claudio Naranjo, uno dei massimi rappresentanti della cultura dei nostri tempi eprofondo conoscitore del “come” favorire la salute psichica e spirituale, propone un’originale visione e prassi educativa, capace di portare armonia tra pensiero, emozioni e comportamento. Favorendo una maggiore conoscenza di se stessi, è possibile dar vita a forme sociali più sane e integrate."La trasformazione dell’educazione è la nostra migliore speranza per un futuro migliore.La situazione mondiale richiede un cambiamento dall’educazione patriarcale ad una educazione integrale che ponga l’attenzione allo sviluppo umano attraverso l’auto-conoscenza e la capacità affettiva"Claudio Naranjo.Guarda la prima parte

Visita il sito: www.claudionaranjo.net

Visita il sito: www.centrogestalt.it

Visita il sito: www.sateducazione.com

Lettera a un ministro

Il sistema educativo nel nostro Paese pare basarsi su piani “quinquennali”; a ogni cambiamento di maggioranza parlamentare consegue uno stravolgimento o quasi dell’ assetto dell’ istruzione vigente fino a quel punto. Con la riforma Gelmini e la legge 133 del ministro dell’ economia Tremonti, conversione di un decreto legge, si è originata una protesta e una contestazione che va dagli atenei alla scuola elementare e primaria, queste ultime due concepite sempre come un modello non solo a livello nazionale, ma colte come esempio a livello internazionale. Abbiamo incontrato tre firmatarie di una lettera aperta al ministro della Pubblica Istruzione, Eleonora Mutti, Chiara Casella e Susanna Bertoli. La lettera in questione è stata scritta e sottoscritta da un cospicuo numero di docenti dell’ istituto comprensivo di Rivergaro (PC) e nella sua presentazione si sono toccati più punti: dalla proposta delle classi-ponte, alla discussa figura del nuovo maestro unico, fino alla costante strumentalizzazione politica dell’ istruzione , ridando voce a tutti/e coloro che purtroppo nel dibattito riguardante la formazione restano sempre esautorati/e.Intervista a cura di Angelo BoccatoProduzione:Arcoiris Tv Piacenza

Visita il sito: www.istruzione.it

Mezze verità, conferenza di Mauro Scardovelli

Si dice che la verità ci rende liberi. Ebbene le "mezze verità" ci rendono schiavi. Spesso la nostra comprensione dei problemi è parziale. La verità è invece la comprensione dell'insieme. Non basta comprendere un aspetto del nostro problema per poterlo risolvere.L'umanità è attraversata da uno stile di pensiero fondato sulle "mezze verità" e questo vale anche al nostro interno. Appena abbiamo un problema lo “processiamo” con questo sistema e risolverlo diventa impossibile. Il modo per uscire da una visione parziale dei problemi è la “leadership” che riusciamo a creare al nostro interno. Chi c'è realmente al nostro governo? Quali frasi ci ripetiamo? Se non abbandoniamo i tribunali che si creano dentro di noi saremo condannati alla crudeltà e alla cecità. Gli aspetti di noi che giudichiamo finiscono in questo modo nell'ombra. Il cammino verso l'integrità è comprendere la verità su noi stessi nella sua interezza.

Visita il sito: www.mauroscardovelli.com