Arcoiris TV

Chi è Online

248 visite
Libri.itBUILD YOUR OWN HUMAN SKELETON – LIFE SIZE!GUSTAV KLIMT. TUTTI I DIPINTI - #BibliothecaUniversalisIMPRESSIONISMO (I) #BasicArtROUSSEAU (I) #BasicArtMEIER (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: cooperazione internazionale

Totale: 3

Intervista a Dot Keet

La condizione di crisi globale e la situazione dell'Africa oggi. Dot Keet, esperta commerciale AIDC (South Africa's Alternative Information and Development Centre), un'organizzazione non governativa che conduce attività di mobilitazione per la ricerca di alternative al sistema economico dominante, si sofferma sulla qualità degli investimenti in Africa, che definisce molto bassi, iniqui, concentrati in pochi Paesi e accompagnati da enormi fuoriuscite di capitale. Le politiche di aggiustamento strutturale messe in atto dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Banca Mondiale - afferma l'esperta - sostengono questi squilibri agevolando gli investitori esteri. Centrale la questione degli Accordi di Partenariato Economici proposti dall'Unione europea ai Paesi ACP (African, Caribbean and Pacific Group of States): dall'intervista emerge come la politica dell'Ue imponga ai Paesi la partecipazione al negoziato. Segnala infine la voce della società civile africana, tutta rivolta a fermare gli accordi di partenariato in quanto definiti antidemocratici e ingiusti e ostacolano lo sviluppo. L'intervista si è svolta il 20 ottobre 2008 in occasione del Forum Stati Generali autunno 2008 (Roma, 19-20 ottobre 2008 - "Quale lotta alla Povertà: coerenza delle politiche e nuovi partenariati per una maggiore quantità e qualità degli aiuti"). A cura di Monica di Sisto (Fair), in collaborazione con le Ong Cestas, Cospe e Amici dei Popoli. Promosso da Arcoiris Bologna

Visita il sito: www.africa-eu.org

Visita il sito: www.agendasociale.it

CFM - un treno per Maputo

CFM - un treno per Maputo documenta la riorganizzazione delle officine di riparazione delle ferroviarie mozambicane (CFM) e la rimessa in opera di treni e binari.Grazie al finanziamento del Ministero degli Affari Esteri, l'ISCOS (Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo, promosso dalla Cisl) insieme al Dipartimento Materiale Rimorchiato delle Officine Generali (Cfm-Sul) di Maputo ha lavorato per il rifacimento di 110 carri merci e di 13 carrozze, permettendo così al CFM di rispondere all'esigenza di rafforzamento dei trasporti ferroviari del Mozambico. Il progetto, oltre all'installazione di nuovi impianti, alla fornitura di materiali e pezzi di ricambio, alla riorganizzazione sul piano gestionale e produttivo dell'officina, ha fornito una formazione duffusa e di alto livello (i corsi hanno coinvolto 350 meccanici ed elettricisti ferroviari e numerosi capi settore) che ha portato all'innalzamento delle capacità professionali del personale mozambicano del dipartimento Officine. L'intervento ha visto la partecipazione di numerosi tecnici delle FS (Ferrovie dello Stato) Italiane, che hanno dato il loro contributo nell'organizzazione e nella gestione delle attività, nonché nella formazione del personale.

Visita il sito: www.iscos.cisl.it

Intervista a Lester Brown

Lester Brown, fondatore del WorldWatch Institute, nel corso della tourné di presentazione del suo ultimo libro, ha fatto tappa a Torino il 17 giungo, ospite della Fondazione Agnelli.La redazione della rivista Volontari per lo sviluppo lo ha intervistato sulla recente crisi alimentare mondiale, dettata anche dai problemi ambientali, e il ruolo delle ong.

Visita il sito: www.volontariperlosviluppo.it