Arcoiris TV

Chi è Online

92 visite
Libri.itLA POESIA DELLA CARTADIAN HANSONTHE STAR WARS ARCHIVES: 19771983LONDON MIRABILIA. VIAGGIO NELLA DOG A DAY

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tag: 3°

Totale: 42

G. Pisapia - Verso il cambiamento

Scuola di cultura politica 2010-2011.Aspetti essenziali della cultura e dell'agenda politica della sinistra. 3° modulo: I mutamenti nelle civiltà occidentali.Intervento di Giuliano Pisapia: "Verso il cambiamento"Milano 11 dicembre 2010

Visita il sito: www.scuoladiculturapolitica.it

C. Saraceno - La famiglia, la sua storia, le sue declinazioni attuali

Scuola di cultura politica 2010-2011.
Aspetti essenziali della cultura e dell'agenda politica della sinistra.
3° modulo: I mutamenti nelle civiltà occidentali.
Intervento di Chiara Saraceno: "La famiglia, la sua storia, le sue declinazioni attuali"
Milano 11 dicembre 2010

Visita il sito: www.scuoladiculturapolitica.it

G.A.Y. Good As You 3° puntata Dietro le maschere

La vita di un omosessuale in Italia spesso non è facile, il nostro paese è un’anomalia europea in tante cose. Ma da alcuni anni a questa parte, sui diritti civili GLBT in particolare (Gay Lesbo, Bisex e Transessuali) c’è un vero e proprio osteggiamento da parte di alcune “forze” politico-religiose conservatrici che fanno una vera e propria opposizione attiva, magari perche si vedono sempre più circondati da un’Europa arcobaleno e temono che un cambiamento dello status quo sociale possa in qualche modo influenzare sul loro attuale potere, spesso con veri e propri attacchi gratuiti impediscono ogni forma di avanzamento e riconoscimento socio-legislativo che possa aiutare anche di poco l’emancipazione di questa minoranza.Il caso più recente è stata la questione dei DICO, promossa dal precedente governo prodi nel 2007 e che è stata fortemente osteggiata da queste forze montando delle vere e proprie campagne mediatiche atte a fomentare se non proprio coltivare un’omofobia generalizzata, spesso in modo sottile, (come menzogne su adozioni di bambini nella richiesta della legge per agire sulla sensibilità della popolazione) a volte in modo esplicito e prepotente (con manifestazioni quali il Family day , organizzata appositamente per mostrare una piazza con cittadini a cui spettano più diritti di altri, sulla base di credenze politiche e religiose).Oggi questa contro-educazione mediatica si è spostata su immigrati e stranieri (nuovo caprio espiatorio per il bene comune), ma comunque ha lasciato dei segni forti, soprattutto in senso comune e di visibilità conquistati in anni di lavoro, l’attuale crisi economica poi contribuisce a creare una minore attenzione per le minoranze sociali di qualsiasi tipo.A tutto questo ho deciso di rispondere creando una mini serie documentaristica con lo scopo di mostrare chi sono veramente le persone che costituiscono questa comunità LGBT, le loro vite, i loro progetti, le difficoltà che devono affrontare quotidianamente in un’Italia che non ha perso occasione di reagire con ignoranza e superficialità un’evento di evoluzione sociale che prima o poi ogni democrazia in maturazione si ritrova ad affrontare.TERZA PUNTATATutti noi prima o poi ci scontriamo con una società che fin dalla nascita, ci ha già confezionato un ruolo sociale, che da per scontato cosa vogliamo dalla vita (spesso solo in base al nostro sesso o anche ceto sociale), senza mostrare possibilità alternative o anche solo dare modo di replicare. Per le persone omosessuali in particolare questo diventa uno scontro inevitabile tra il desiderio interiore molto difficile da comunicare ed un’imposizione esterna che spesso ci si trova a vivere in assoluta solitudine, senza opportunità di confronto o aiuto da parte di amici, ma soprattutto dalla famiglia. Laura è una giovane donna cresciuta in una provincia italiana come tante. Una realtà spesso più limitata dove il peso esterno della società si sente maggiormente. Ha scoperto la sua diversità durante l’adolescenza e ha vissuto in prima persona l'indifferenza e l’ignoranza esterna che le si materializzavano davanti attraverso un rifiuto di voler capire a volte anche violento da parte di amici e parenti. Tutti noi portiamo una maschera per affrontare questo aspetto della società, ma per gli omosessuali portare questa maschera spesso significa negare non solo al mondo ma anche a se stessi una parte tanto importante quanto intima della propria natura. Laura ha vissuto dietro una maschera per molti anni della sua adolescenza, con le sue amiche la sua famiglia ed il suo ragazzo. Poi ha deciso di toglierla e di mostrare al mondo ma soprattutto a loro ciò che nascondeva, questa scelta l’ha portata a vivere delle sofferenze soprattutto in famiglia, ma alla fine ha combattuto e ha vinto questa battaglia, ora ha uno splendido rapporto con i suoi genitori e ha deciso di raccontarci la sua storia. ROMA 10 MAGGIO 2009

Visita il sito: www.facebook.com

Concerto

Bari 15 Marzo Piazza della Libertà
Concerto per la XIII giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie.
visita il sito: www.libera.it
visita il sito:

XIII giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Oltre 100 mila persone provenienti da tutta Italia si sono riunite il 15 Marzo a Bari convocate da Libera e Avviso Pubblico,con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia e della Città di Bari, per la XIII edizione della "Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo di tutte le vittime delle mafie".Un corteo lungo, colorato, festoso composto da tantissimi giovani che sin dalle prime ore del mattino si è riunito a Punta Perotti ,l'ecomostro abbattuto simbolo della legalità.Presenti i gonfaloni di tantissimi comuni d'Italia, striscioni delle scuole della Sicilia,della Calabria, della Lombardia, del Piemonte.
Ad aprire il corteo Luigi Ciotti, con i familiari delle vittime delle mafie.
Durante il corteo sono stati scanditi i nomi delle oltre 700 vittime delle mafie. Nomi di semplici cittadini, magistrati, giornalisti,appartenenti alle forze dell' ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchè,con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.
visita il sito: www.libera.it

XIII giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie - Conferenza stampa


Conferenza stampa della XIII giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie e di flare

Intervengono:Nichi Vendola presidente regione Puglia
Tonino Dell'Olio responsabile di Libera internazionale
Viviana Matrangola responsabile Libera memoria
Don Raffaele Bruno referente di Libera Puglia
Michele Emiliano sindaco di Bari
Guglielmo Minervini assessore alla trasparenza e alla cittadinanza attiva
visita il sito: www.libera.it

10 anni di Emergency

L'incontro "Un cammino nella guerra e nella speranza" con Gino Strada, Teresa Sarti e Carlo Garbagnati; per far conoscere Emergency, la sua attività, i suoi programmi.
E' Orvieto la città che ha ospitato il terzo incontro nazionale dei volontari di Emergency.
Nel week end del 25-26 settembre oltre 1500 attivisti dell'associazione sono arrivati ad Orvieto da tutta Italia per partecipare a una serie di incontri e seminari.
Emergency è nata a Milano nel 1994 con lo scopo di "portare assistenza medico-chirurgica alle vittime delle guerre e promuovere iniziative di pace e solidarietà".
Visita il sito: www.emergency.it

Tutti i filmati inviati da EMERGENCY

Entrevista a Varas y Lavanderos - Off The Record

Off the record es un programa de conversación literaria en el que el periodista chileno Fernando Villagrán entrevista artistas de habla hispana durante nueve años en el restaurante santiaguino homónimo del programa.

José Miguel Varas es un periodista y narrador chileno que se ha hecho merecedor del Premio Nacional de Literatura de su país el año 2006. Varas cuenta con una obra de grueso volumen que comenzó a publicar a los dieciocho años, dividido entre la labor periodística y la literaria sus obras gozan, según la crítica, de manifestar e ilustrar las costumbres y actitudes de los chilenos.

Fernando Lavanderos es un joven director de Cine chileno muy conocido en el ambiente que colinda los formatos de medio y cortometraje por su bien recibida película llamada Y las Vacas Vuelan, producción realizada en digital y estrenada en el festival de cine de Valdivida, el festival más importante en Chile.

Cortesía de Rodrigo Gonçalves

Entrevista a Tromben y Caiozzi - Off The Record

Carlos Tromben es un escritor chileno que se mueve esencialmente en el mundo del policial de índoles, quizás, costumbristas. Como muchos otros de su generación ha sido presentado al lector destacando la importancia de su desempeño en los más diversos oficios, los cuales no le han quitado las ganas de seguir escribiendo interesantes ficciones históricas y detectivescas.

El cineasta Silvio Caiozzi vendría a ser una especie de Truffaut en el panorama audiovisual chileno: sin el talento de Godard pero con una credibilidad y un manejo de los hilos que mueven a la industria del Cine que le permite, además, desempeñar labores como productor o asesor del Consejo del Consejo Nacional de Televisión.

Off the record es un programa de conversación literaria en el que el periodista chileno Fernando Villagrán entrevista artistas de habla hispana durante nueve años en el restaurante santiaguino homónimo del programa. Cortesía de Rodrigo Gonçalves

Entrevista a Tellez y Torres - Off The Record

Off the record es un programa de conversación literaria en el que el periodista chileno Fernando Villagrán entrevista artistas de habla hispana durante nueve años en el restaurante santiaguino homónimo del programa.

Eugenio Téllez es un importantísimo artista visual chileno que usa como soportes el grabado y la pintura. Ferreo defensor de la independencia del acto creativo respecto a la intelectualización del arte al momento de concebir una obra. Este proceso lo podriamos definir como automatismo pero este acto, esta defensa desde la creación, se transforma en una forma de hacer política en el paupérrimo escenario de las artes visuales de los últimos 40 años.

Pepe Torres tiene un rol fundamental en el nacimiento del llamado "Nuevo Cine Chileno" debido a su labor como productor de las películas de gran éxito de crítica y público como "Historias de fútbol" y "El Desquite" películas que, al ponerlas en un contexto, son importantísimas para el proceso cultural de transición post-dictadura.

Cortesía de Rodrigo Gonçalves