Chi è Online

234 visite
Libri.it100 MANGA ARTISTSTYPE. A VISUAL HISTORY OF TYPEFACES & GRAPHIC STYLESIL SORRISO RUBATOWINSOR MCCAY. THE AIRSHIP ADVENTURES OF LITTLE NEMO - pocket sizeART RECORD COVERS

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Cerca

Inserisci parole chiave

Risultati della ricerca

Hai cercato: rototom sunsplash 2006 | Risultati: 30

Domino Crew - Rototom Sunsplash 2006

Finale Italian Reggae Contest
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com
Visita il sito: www.vibra.tv

Ciakaba - Rototom Sunsplash 2006

Finale Italian Reggae Contest
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com
Visita il sito: www.vibra.tv

The Congos - Rotototom Sunsplash 2006

Nel mondo del reggae anche le cose più impreviste si possono avverare: abbiamo saputo lo scorso anno la notizia della reunion di tutti i membri dei mitici Congos ed ora sembra proprio che li vedremo al Rototom Sunsplash 2006. Il primo singolo dei Congos, 'At the feast' uscì nel 1976 prodotto da Lee Perry. Il gruppo vocale era composto da Cedric Myton, Roy Johnson e Watty Burnett. Prima di unirsi a Johnson, Myton era stato un membro dei Tartans di Devon Russell, dei Sons Of Negus di Ras Michael e dei Royal Rasses di Prince Lincoln Thompson. A dire il vero i Congos erano un duo quando si presentarono all'audizione di Lee Perry ai Black Ark Studios e l'aggiunta della voce baritonale di Watty Burnett fu proprio un'idea del geniale produttore. Sin dai primi brani come 'Congo man' e 'Ark of the covenant' era evidente che le voci dei Congos legavano alla perfezione con il suono denso e mistico di Lee Perry e fu con grande disappunto che Scratch accolse la decisione di Chris Blackwell di non distribuire il loro album capolavoro 'The heart of Congos' sulla sua Island dopo che il sodalizio con Perry aveva popolarizzato grandi dischi come 'Police and thieves' di Junior Murvin o 'War ina a Babylon' di Max Romeo.
L'album uscì solamente sulla etichetta personale di Lee Perry e diventò un simbolo dei capolavori del roots giamaicano sconosciuti al grande pubblico. Il gruppo continuò la carriera con altri ottimi dischi come 'Congo Ashanti' e 'Image of Africa'. Nel 1980 Roy Johnson lasciò il gruppo ed iniziò una carriera solista come Ashanti Roy con l'album 'Sign of the star', prodotto da Prince Far I. Nel 1996 la Blood & Fire ha 'restaurato' in CD 'The heart of Congos' dando una nuova notorietà al gruppo. Cedric Myton insieme alla moglie Yvonne ha fatto uscire due dischi a nome Congos, 'Natty dread rise again' e 'Revival' rispettivamente nel 1997 e 1999 e l'ultimo 'Give them the rights' nel 2005 sulla Young Tree Records dei Groundation. Nel frattempo è atteso il primo sforzo discografico dopo la reunion: magari ascolteremo qualche primizia proprio sul palco del Rototom Sunsplash.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Tiken Jah Fakoly

Oltre al ritorno di Alpha Blondy questo Rototom Sunsplash 2006 vede l'arrivo per la prima volta dell'altra superstar del reggae dalla Costa D'Avorio e cioè Tiken Jah Fakoly. Ispirandosi alla figura di Alpha Blondy questo artista è riuscito ad affermarsi a livello mondiale attraverso il suo reggae di matrice africana e le sue liriche di liberazione. Tiken Jah è nato a Odiennè, nel nord-ovest della Costa D'Avorio il 23 giugno del 1968, discendente di una famiglia di 'griots', i tradizionali cantastorie depositari della trdizione orale africana. Fin da giovanissimo mostra un grande interesse per la musica e negli ultimi anni dell'adolescenza viene letteralmente rapito dalla musica reggae. A 20 anni inizia a registrare le prime canzoni e nel 1987 forma Dielys, il suo primo gruppo di cui diviene ben presto il carismatico leader: il grande successo che fa seguito ai loro concerti porta il gruppo alla registrazione dei primi due albums 'Dielys' (1993) e 'Missiri' (1994). La repressione delle manifestazioni di piazza che a seguito alla morte del presidente Boigny chiedono una apertura democratica in Costa D'Avorio rappresentano la spinta per Tiken Jah a diventare un autore impegnato contro la corruzione politica nel suo paese. Nel 1996 il suo singolo 'Mangercratie' attacca i politici africani che agiscono per il proprio interesse mantenendo i loro popoli nella miseria e nell'oppressione e costituisce con il suo successo un nuovo trampolino di lancio per la sua carriera. Nel frattempo la sua fama varca i confini africani ed il 23 marzo 1998 l'artista militante fa il suo debutto in concerto a Parigi, da sempre centro importante nella produzione e distribuzione della musica africana. Nel maggio 1999 esce il suo album 'Mangercratie': a questo punto la reggae band Sinsemilla diventa la sua backing band e lo accompagna in un esaltante tour mondiale a cui fa seguito l'uscita di un ulteriore album intitolato 'Cours d'histoire' che viene addirittura mixato in Giamaica.
Mentre esce 'Cours d'histoire' pero' Tiken Jah non siede sugli allori: torna in Costa D'Avorio dove a seguito di un colpo di stato si e' insediato il generale Guei ed attacca direttamente il potere politico con 'Le cameleon', un album pensato appositamente per il mercato locale. Il contratto discografico con la Barclay lo consacra una star mondiale del reggae africano: il primo album per questa etichetta e' 'Francafrique', registrato a Kingston con l'aiuto di personaggi come Anthony B, U Roy, Sly & Robbie e Chinna Smith. Lo stesso team giamaicano che ha lavorato con lui in 'Francafrique' si ricompone nel 2004 per un altro album intitolato 'Coup de gueule'. Sara' sicuramente questo album, uscito nei primi mesi del 2005 che costituira' l'ossatura del suo debutto sul palco del Rototom Sunsplash.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Smoke & Zoe - Rototom Sunsplash 2006

Smoke:
Il progetto Smoke nasce nel settembre 2004 ed i suoi protagonisti sono Alessandro Soresini (batteria, voci), Gianluca Pelosi (basso) e Marco Zaghi (sax, flauti). Questi tre musicisti avevano già partecipato ad importanti progetti reggae come RN Tickets e Realize e suonato con Neffa e gli 88tasti. Lo stile di questo progetto dialoga anche con altri aspetti del suono black: ne nasce un suono molto semplice ma raffinato, elegante e pieno di soul. Dopo un primo singolo è da poco uscito il loro CD omonimo e sicuramente è uno dei lavori migliori dell'anno nel panorama reggae italiano. Tra gli ospiti alle voci troviamo Zoe (spesso li affianca in concerto), l'ex cantante di RN Tickets Al Borosie, Patrick Benifei degli Africa Unite e la cantante Blessed.
Zoe:
In greco significa "vita", mentre nella lingua della sua tribù liberiana dei Vai, Zoe significa "la donna che puà tutto". La vita cambia radicalmente per questa ragazza quando si trasferisce dalla Liberia alla Germania, ma per fortuna c'è l'amore per la musica. Zoe viene incoraggiata dai suoi insegnanti a seguire lezioni di canto e dopo un'audizione nel 1996 ottiene un contratto discografico con la Kosmo label. I suoi primi successi arrivano nel 2001 con "Love can change in such a way much" ed il rifacimento di "Uptown top ranking"di Althea & Donna. In quell'anno Zoe duetta anche col popolare deejay giamaicano Prezident Brown. Prima del suo CD di debutto "Zoeciety" arrivano altre importanti esperienze in studio con Gentleman per il singolo "Could it be you" e con Kymani Marley. La crescita artistica di questa ragazza è proseguita fino allìuscita del secondo CD "Exile african" dove la ascoltiamo duettare con Chuck Fender ed il "nostro" Al Borosie. Speriamo che la sua voce armoniosa affascini la massive del Rototom Sunsplash 2006.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Groundation - Rototom Sunsplash 2006

Provenienti da San Francisco i Groundation sono la vera e propria sorpresa della scena roots statunitense degli ultimi anni. Il loro suono lento e meditativo si rifa' ai classici del roots reggae ma le svariate provenienze dei membri danno comunque al loro sofisticato sound qualcosa di inconfondibile. Groundation devono molto ai pionieri del roots reggae del dub ma anche all'attitudine alla sperimentazione del jazz degli anni '60 e '70. La band si è formata nel 1998 da un primo nucleo comprendente Marcus Urani, Ryan Newman e Harrison Stafford a cui si sono piu' tardi uniti il trimbettista jazz David Chachere ed il trombonista Kelsey Howard. Sempre dalla scena jazz della California del sud è arrivato il sax di Jason Robinson mentre Paul Spina ha rimpiazzato James Stafford nel dicembre 2001. Il loro debutto discografico avviene con 'Young tree', disponibile ora in versione CD rimasterizzata. Nel 2001 esce il loro secondo CD 'Each one teach one' a cui collaborano Ras Michael alle percussioni ed alle voci Marcia Higgs, moglie del compianto Je Higgs. Sono però i loro due successivi CDs a dare notorietà a questa band anche in europa: 'Hebron gate' del 2002 li vede affiancati da miti del roots come Don Carlos ed i Congos, mentre per il bellissimo 'We free again' del 2004 sono raggiunti in studio dall'ex Israel Vibration Apple Gabriel. In programma al Rototom Sunsplash 2005 dimostrano al pubblico italiano di essere una grande band in un concerto la cui unica pecca è la pioggia battente. In questo inizio 2006 è uscito 'Dub wars' un CD con le dub versions dei brani migliori di 'Hebron gate' e 'We free again' e Groundation sono stati riconfermati per acclamazione al Sunsplash. Speriamo che il loro concerto del 2006 si svolga in condizioni ottimali.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Apache Indian - Rototom Sunsplash 2006

Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Saluti finali dell'organizzazione Rototom Sunsplash 2006

Saluti finali dell'organizzazione Rototom Sunsplash 2006
Filippo Giunta, presidente dell'associazione Rototom Sunsplash, saluta dal palco principale tutto il pubblico del Rototom Sunsplash 2006 per ringraziare tutta l'organizzazione e il pubblico della manifestazione.
Visita il sito: www.rototomsunsplash.com

Rototom Sunsplash 2006 - Contest


Semifinali del reggae contest
Visita il sito:
www.rototomsunsplash.com

Rototom Sunsplash 2006 - Backstage

Preparazione del festival Sunsplash
Visita il sito:
www.rototomsunsplash.com