Chi è Online

197 visite
Libri.itDISEGNARE MAPPE A MANODAVID BOWIE. THE MAN WHO FELL TO EARTHIN FORMA CON IL TUO CANEATTILIOBOTERO (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Guarda che Luna!

ArcoirisTV
3.2/5 (63 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
La notizia della curiosa perdita da parte dellaNASA del nastro originale della prima passeggiata dell'uomo sulla Luna, hariportato d'attualità la questione sulla veridicità dei viaggi lunaristessi. Da una parte sembra impossibile pensare che gli americani sianoriusciti a mettere in atto una presa in giro di tale portata, ai danni delmondo intero, ma dall'altra le prove contro l'effettiva realizzazione deiviaggi non fanno che aumentare e rinforzarsi con il passare del tempo. Leprime a non reggere allo scrutinio dei professionisti del settore sono statele fotografie lunari, che mostrano gli evidenti segni delle pesantimanipolazioni che dovettero subire, per sembrare vere, in un'epoca in cui ilritocco digitale era un sogno ancora ben lontano dal formarsi.
Ma anche i diversi filmati delle sei missioni Apollo - da qualche annodisponibili a tutti, e da tutti liberamente scaricabili in Internet -denunciano incongruenze e "stranezze" che non si riescono a spiegare nellepresunte condizioni lunari (gravità ridotta di circa un sesto, assenza diatmosfera, ecc.), mentre appaiono perfettamete plausibili, se solo siipotizza che siano stati invece girati sulla terra.
Il caso più comune è quello di astronauti che saltellano leggeri sullasuperficie lunare, per diventare inspiegabilmente pesanti come macigni, nonappena cadano al suolo. Mentre questo è del tutto incomprensibile nellaridotta gravità lunare (completo di tuta e respiratore, l'astronauta nondovrebbe pesare più di 20 Kg. in tutto), la cosa diventa perfettamenteplausibile sulla terra, dove gli astronauti si muoverebbero sospesi aiclassici "fili invisibili" di Hollywood, che però smettono immediatamente difunzionare non appena la persona si trovi in posizione orizzontale.
Quello che presentiamo è un breve collage di scene, tratte da una nutritaserie di materiali simili, che stiamo analizzando e preparando nellasperanza di mettere insieme un quadro sufficientemente ampio da poternedeterminare una volta per tutte l'autenticità.
É vero che, se non fossimo mai andati sulla Luna, "non è comunque mortonessuno", ma è anche vero che nel frattempo milioni di miliardi di dollarisono stati ingurgitati e fatti sparire con la scusa di un progetto dicartapesta. E qualche onesto cittadino potrebbe anche sentirsi in diritto divoler sapere dove siano finiti tutti quei soldi, che bene o male alla fineerano pure i suoi.
Massimo Mazzucco
Visita il sito:
www.luogocomune.net

9 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


20 Luglio 2007
18:48

Il problema della falsità di alcune foto e filmati è di rilevanza minima. Questi potrebbero essere stati fatti per censurare forme di vita aliene sconosciute, scoperte durante la missione. Basta andarsi a cercare i dialoghi degli astronauti. http://www.paolaharris.it/articolo-settembre2002.htm

Guido

1 Ottobre 2006
17:53

...cioè una foto "finta" possa sembrare vera, ovviamente, mi scuso per il lapsus.

filippo

1 Ottobre 2006
17:56

Faccio una semplice ipotesi, per analogia. La seconda guerra mondiale c'è stata davvero, ovviamente ma alcune battaglie e molte fotografie sono state ricostruite dopo (si pensi alla famosa foto della posa bandiera rossa su Berlino), magari un po' abbellite per ragioni di propaganda e cancellare le brutture più irraccontabili dagli operatori russi, americani, inglesi per i loro rispettivi eserciti, e i registi erano gli stessi che dopo la guerra hanno fatto (meritatamente perché erano molto bravi) carriera nel mondo del cinema. Ora, difficile pensare che i viaggi sulla luna non siano mai esistiti. Non è così eretico però immaginare che per ragioni di propaganda alcuni eventi siano stati ricostruiti negli studios. E' possibile che alcune riprese e alcune foto non fossero soddisfacenti per le ragioni della propaganda... così come i viaggi-fiasco e la morte di molti astronauti furono il più possibile nascosti dalle propagande incrociate, allo stesso modo i successi storici saranno stati il più possibile imbellettati anche ricorrendo ad aggiunte posticce. Mi piace la fotografia e più volte mi è capitato di constatare come un foto "vera" per ragioni di angolo, luce, e quant'altro, possa sembrare finta, mentre una foto finta (cioè vera in quanto foto ma riproducente uno scenario contraffatto) possa sembrare finta.

filippo

25 Settembre 2006
11:20

Prima di tutto quello che hai visto è solo un trailer, quindi un assaggio grossolano. Poi i radar non contano: Chi è che aveva la possibilità di tracciare la navetta, il lem etc... durante l'evento? Altra cosa, i movimenti degli astronauti sono assolutamente innaturali, e mi stupisco che lo neghi qualcuno che sfoggia la sua conoscienza scientifica. Quello che ho visto è conturbante, soprattutto perchè ci sono delle riprese che non avevo ancora visto. Aspetto con trepidazione il film completo, sbrigatevi... non sto più nella pelle. :-D

Roberto

22 Settembre 2006
16:39

Non posso veramente credere come un sito importante come Arcoiris dia modo a questi idioti di vendere le loro imbecillità complottistiche. È posibile che la cultura scientifica in questo paese sia così indietro da mettere in dubbio le spedizioni lunari? Chili di materiale, traiettorie monitorate dai radar, specchietti posizionati per l'interferometria! Questa è la stessa faccia del problema di una ricerca italiana precaria e bisfrattata, di cui non importa a nessuno. Perché in questo paese la scienza è un optional, e la filosofia vagheggiante di quelli che vedono cospirazioni ovunque regna sovrana. Sono delusissimo

Davide

14 Settembre 2006
10:31

Chi scrive queste idiozie si qualifica da solo. Sulla luna ci sono andati con le missioni Apollo dalla 11 alla 17 (solo l'apollo 13 non è allunato per una esplosione a bordo nella tratta di andata, e comunque ha circumnavigato la luna prima di rientrare). Al progetto hanno lavorato per molti anni migliaia di scienziati. Prima della missione 11 tutte le altre hanno progressivamente affinato le tecnologie, fino a mandare intorno alla luna un veicolo del tutto simile a quello della missione 11 ma senza astronauti. Si è trattato di un gigantesco sforzo frutto della guerra fredda e della competizione con gli URSS, ed è stata una delle pagine più belle del genere umano. Nelle ultime quattro o cinque missioni si sono portati pure un rover (una automobilina elettrica) portando indietro centinaia di chili di materiale. Se non bastasse guardate ad esempio (fra i tanti) http://pirlwww.lpl.arizona.edu/~jscotti/NOT_faked/

Antonio

13 Settembre 2006
18:24

avevo un nonno fermemente convinto che fosse stata tutta una messa in scena: ero una ragazzina...e quando lo sentii dire una cosa del genere pensai ...mamma mia..com'è indietro! é chiuso di mente non è mai uscito dai monti!

brunella

8 Settembre 2006
23:43

Chi ha montato questo filmato sarebbe bene si studiasse un po' di fisica da qualche libro delle medie... in un'immagine si sostiene che l'astronauta sia sorretto da fili, ma nella stessa ripresa si nota chiaramente che la polvere sollevata dagli scarponi ricade sulla superficie immediatamente disegnando un'arco perfetto, cosa impossibile in presenza di un'ambiente aerobico. Si chiama attrito, è una forza che producono anche i gas. Si studia in terza media.

Marco Canestrari

23 Agosto 2006
00:21

Quando ho sentito al telegiornale che il filmato originale dello sbarco era stato smarrito ho subito pensato "Ecco.... hanno insabbiato le prove". Osservare bene al giorno d'oggi quei filmati è divertente come vedere un film di Fantozzi.

Aldo Guarino