Chi è Online

237 visite
Libri.itLE CORBUSIER (I) #BasicArtGATTI DFOTOGRAFIA IN BIANCO E NEROTHE MARVEL AGE OF COMICS 1961–1978 (I)ANDY WARHOL. POLAROIDS (IEP) - Jumbo

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Loose Change - Film sui fatti del 11 Settembre 2001

ArcoirisTV
2.8/5 (275 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Il filmato con doppiaggio in italiano
Loose Change è sicuramente il film più completo ed interessante uscito fino ad oggi sull'undici settembre. L'autore è Dylan Avery, un ragazzo poco più che ventenne, che due anni fa si è messo a raccogliere e studiare l'immensa mole di materiale esistente in rete, e ne ha fatto, insieme al suo amico Korey Rowe - fresco reduce delle guerre in Afghanistan e Iraq - un lavoro che è stato già visto, tramite Google Video, da oltre due milioni di persone nel mondo.
Oggi Loose Change arriva anche in Italia con sottotitoli in italiano e grazie a un gruppo di volontari è stato realizzato successivamente il doppiaggio in italiano.
Per chiunque si interessi alla questione dell'undici settembre, e al suo dibattito che non accenna a placarsi, questo è un film assolutamente indispensabile da conoscere.
Visita il sito: www.luogocomune.net

54 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


23 Maggio 2006
18:02

Fate circolare il video su una rete eDonkey e BitTorrent e date qui i link per scaricarlo da lì.. vi alleggerite il carico e assicurate l'immunità dalla censura aumentando notevolmente la velocità di download! x risp brevemente ad alcuni commenti: giornali e tv sono censurati che ci crediate o no.. se siete esperti in un qualche settore ve ne accorgete, se non lo siete ve lo bevete! in questo video sono presentati dei fatti che si possono verificare, e vengono azzardate alcune conclusioni logiche sui fatti visibili e confutate molte tesi del governo americano.. sono tante domande e poche risposte? ricordate che le domande sono sempre + interessanti delle risposte... le domande devono farvi pensare con la vostra testa non farvi aspettare una risposta che probabilmente in questo caso non arriverà mai...

Daniele

23 Maggio 2006
15:11

Domande e solo domande. Gran poche risposte... Aggiungo pure io una domanda: come mai non si riesce piu' a scaricare il video???

mary

23 Maggio 2006
13:19

Purtroppo la mia zona non è coperta da ADSL o rete veloce (chissà quando arriverà), per ora devo accontentarmi di leggere i commenti.Grazie e saluti a tutti.

daniele

20 Maggio 2006
12:07

non ho mai sentito parlare del film citato da Dino, m'informerò. Mauro, cogli ciò che è davanti agli occhi (chiusi) di tutti. quelli come Grillo+ Fo+Michele Serra+Massimo Fini+ Luttazzi+ Guzzanti+, +, +, +, +, +, +, ... gli occhi invece li hanno aperti ma la bocca la tengono ben chiusa perchè non conviene aprirla; credo che queste persone rientrino nella categoria dei furbi. E' il contributo che sanno dare alla società in cui vivono e nella quale si rispecchiano.

edoardo

18 Maggio 2006
15:29

Bene! Appena dieci minuti dopo aver finito di vedere il film (di cui per altro avevo già visto la 1° ed. e avendo già visto anche "911 In Plane Site") mi collego al sito del corriere, così tanto per vedere le novità su Moggiopoli, e cosa vedo!?!?!?! In un trafiletto ritagliato a fondo home page c'è un link all'inedito (...) video rilasciato da Rumsfeld che mostra nitidamente (...) il Boing (...)che si schianta sul Pentagono il 12 Settembre (oops....)! Tralasciando che il video è esattamente lo stesso che abbiamo già visto da anni, leggo il relativo articolo e noto che stranamente (...) si parla sempre di "volo 77" "volo America Airlines" "aereo 77", e poi "apparente assenza di resti" e non si menziona mai una parola pericolosa: BOING! C...zo! e quello sgorbietto sarebbe un BOING??? Ma avete visto il botto che hanno fatto i veri Boing nelle TWINS TOWERS? E perché al Pentagono invece si vede solo quella (scusate se uso lo stile Grillo) scoreggina??? Per non parlare della chiosa finale dell'articolo (anche se ci vuole pelo sullo stomaco a chiamarlo così!): " [...] il direttore di Juditial Watch, Tom Fitton. «Speriamo che, finalmente, il video possa mettere a tacere tutte le voci su un complotto». E questo dovrebbe essere un giudice imparziale??? Uno che parte dicendo apertamente che spera di mettere a tacere le "voci" di un complotto"??? Andiamo bene!!! Molto, ma molto, bene... Qui per svegliarci tutti ci vorrebbe il vecchio Giucas Casella: "...solo quando lo dirò io...!"

Mauro

18 Maggio 2006
10:53

salve a tutti dopo avere scaricato il filmato e guardato per ben 3 volte ancora oggi non capisco perchè la verità non sia ancora venuta a galla. Questo mi da conferma che tutti i media sono sotto controllo, filtrati contenuti.. ecc... , molto bene da chi ha il potere politico ed economico del pianeta. Per quanto tempo ancora avremo Internet "libero" ? Forse molto presto avremo pure una rete filtrata nei contenuti che non sono adatti alle direttive dei monopoli di mondo? Personalmente farò il possibile per diffondere il filmato tra parenti ed amici per diffondere una visione realistica di come si sono svolti i fatti l'11 settembre. Profondamente deluso di come stanno andando le cose in questo momento, si vedono armi con raggio del dolore da parte del gov usa, vista fresco stamane alla tv. Una volta avevo un sogno di andare a fare un giro negli stati uniti d'america, ma ora dopo avere visto il filmato sulle assurdità che questo paese propone, non ci penso nemmeno. Credo che la stessa popolazione americana non poi cosi tanto più al sicuro di noi italiani. Sono andato al cinema a vedere il film THE Listening volete sapere ? ero l'unico in sala, 1 sola proiezione con fascia oraria inproponibile per la massa... anche quà ci sarebbe da discutere. scusate lo sfogo. _dino

dino brugnolaro

14 Maggio 2006
19:35

ciao fratello di eddy, perchè ti arrabbi? sono molti di più gli allocchi che come te credono alla veridicità della "versione ufficiale", siete la maggioranza e quindi perchè arrabbiarsi? festeggiate!

edoardo

14 Maggio 2006
18:16

Mi chiedo in che razza di mondo mi trovo se tanti allocchi credono alla teoria della cospirazione interna USA basata su ipotesi o impossibili da verificare o errate in modo (per me evidente). A caso e per rabbia: -L'acciaio del WTC che DEVE arrivare alla T di fusione per collassare gli edifici -Un aereo di alluminio che schiantato a velocità superiore a 400 km/h dovrebbe demolire un edificio (PENTAGONO) (notoriamente fatto di cartongesso e cartapesta) -Un aereo fatto volutamente schiantare ( il volo 93) messo a confronto con gli effetti di altri schianti accidentali in cui si presume il piloti EVITI un impatto frontale. >Ciao.

fratello di eddy

14 Maggio 2006
16:39

ho dimenticato di aggiungere che lo speciale del tg1 citato, pur avendo avuto ascolti record (nonostante sia stato trasmesso dopo mezzanotte), non è stato ripreso (per quanto ne so) da alcun giornale o altro media nazionale, in nessun modo. forse è una questione di microgiornalismo e macrogiornalismo: ai microgiornalismi come: le news sulla culinaria e la cronaca necrofila degli omicidi in famiglia; si oppone una "manifesta mancanza" del macrogiornalismo più ancorato ai valori fondanti di ogni vita e forse per questo, più difficile da raggiungere. oppure, molto più semplicemente è che i nostri "giornalisti" sono liberi, ma così liberi e talmente liberi che possono liberamente ignorare di fare i Giornalisti ma si accontentano di essere "giornalisti". la carriera val bene una amnesia, o no?

edoardo

14 Maggio 2006
11:35

trovo indecente il silenzio dei grandi media sui dubbi concreti che la documentazione sull'11sett. ha messo finora in evidenza; eppure in quei grandi media ci "lavorano" gli stessi giornalisti che fanno a spintoni per denunciare i crimini di hitler ed in particolare la Shoa. si rendono conto questi "giornalisti" che proprio il loro atteggiamento di oggi, avrebbe permesso ad hitler di liquidare con facilità le accuse sui campi di sterminio come "banali ipotesi complottiste"? trovo osceno in particolare il silenzio della cosiddetta stampa di sinistra: il manifesto, l'unità, left, etc. ma anche l'espresso, il giudizio universale, limes, diario e compagnia cantante, hanno ricevuto mail e sollecitazioni di ogni tipo compresi dvd inviati direttamente al direttore ed in redazione, con il risultato che possiamo immaginare. silenzio. mi chiedo se questo silenzio è dovuto al fatto che quanto è contenuto in questi documenti non è una prova sufficiente (in questo caso devo farmi vedere da uno bravo, anzi bravissimo). ma mi chiedo anche perchè se la versione ufficiale sull'11 sett. è quella vera perchè non si confronta con queste "ridicole teorie cospiratorie?", le spazzerà via senza sforzo! o no? ho l'impressione che in questo avvenimento la paura stia vincendo di larga misura e non è un buon segno, perchè la paura ci convince che dobbiamo stare buoni e non ci succederà nulla, ma ci inganniamo, chi ha pianificato e realizzato l'11 settembre non si fermerà di fronte a niente e la nostra paura fa solo il suo gioco. su luogocomune.net c'è la traduzione della lettera inviata dal presidente iraniano a bush, leggetela e vedrete come il suo contenuto è stato travisato dai nostri "giornalisti". un'ultima cosa, lo speciale tg1 "p come pentagono M come mistero" del 19 febbraio 2006, è scomparso dagli archivi rai dove pure sono presenti servizi molto più datati. è normale? ok, prepariamoci ad abituarci a tante altre belle normalità. così sarà..se ci piace.

edoardo