Chi Ŕ Online

208 visite
Libri.itFRITZ KAHN. INFOGRAPHICS PIONEERNYT. 36 HOURS. EUROPA - seconda edizioneCOCCOLE PER GATTISCHIELE (I) #BasicArtFOTOGRAFIA IN BIANCO E NERO

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

LONDRA e 11 SETTEMBRE: COINCIDENZE E ANALOGIE - LuogoComune.net

ArcoirisTV
2.1/5 (58 voti)
Condividi Segnala errore

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Quante probabilitÓ ci sono, secondo voi, che la polizia di Londra decida di fare una esercitazione antiterrorismo, immaginando degli attacchi con esplosivi piazzati proprio nelle stesse stazioni in cui gli attacchi sono avvenuti, nello stesso giorno e alla stessa identica ora?
La risposta potrebbe essere questa: ci sono le stesse probabilitÓ che c'erano, quattro anni fa, che la difesa aerea americana e la CIA decidessero di simulare un attacco a Torri e Pentagono, con aerei civili dirottati, proprio nel giorno e nell'ora in cui i veri attacchi sono avvenuti.
Peter Power Ŕ un personaggio relativamente noto al pubblico inglese: ex-agente di Scotland Yard, autore di libri, frequente ospite televisivo, Ŕ oggi direttore della Visor Consultants, una curiosa societÓ specializzata in "prevenzione dei disastri" di ogni tipo e dimensione.
Ed Ŕ stato lui stesso a raccontare in televisione il proprio stupore, nell'accorgersi che la mattina del 7 Luglio, mentre stava dirigendo un'esercitazione per un eventuale attacco terroristico nelle stazioni del metr˛ di Londra, le bombe che esplodevano erano vere, che i feriti e le urla erano veri, e che i soccorsi che fortunatamente aveva sottomano andavano immediatamente reindirizzati verso le vittime reali di quelle esplosioni.
Visita il sito: www.luogocomune.net

6 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


20 Luglio 2005
02:13

Io penso sia andata piu' o meno cosi: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1192 Puo' sembrare incredibile, ma e' la verita'.

Libero

18 Luglio 2005
19:23

Concordo con il commento pi¨ sopra. Possibile che nessun organo d'informazione abbia dato il giusto risalto a questa intervista? Dovrebbe essere stata messa a caratteri cubitali su tutte le prime pagine! Cosa c'Ŕ dietro questa "coincidenza" (che non pu˛ essere tale)?

rita

17 Luglio 2005
13:33

ma veramente crediamo che un uomo in dialisi, con un cellulare, dall'interno di una grotta nelle montagne dell'Afganistan, avrebnbe potuto organizzare l'11 settembre? ma andiamo..... (senza considerare che finoi a pochi anni fa egli era un, se non dipendente, certamente uno che gli USA hanno armato, supportato e foraggiato.... adesso mi aspetto un attacco all'IRAN...

fabrizio

16 Luglio 2005
14:02

Molti giornali inglesi hanno, in questi giorni, pubblicato le foto degli attentatori del 7 luglio. Hanno visi normali, vestono in maniera comune, sono, all'apparenza, in tutto e per tutto insospettabili. Vite tranquille, padri di famiglia, mariti inseriti da anni nella societÓ inglese. IdentitÓ, anche in questo caso, venute subito alla luce. Quelle foto sembrano volerci dire."Vedete, sono in mezzo a voi, armatevi!". Anche la normalitÓ dovrebbe spaventarci... e Blair, come Bush, Ŕ all'apparenza un uomo normale.

davide

14 Luglio 2005
23:57

In un mondo normale questa intervista avrebbe causato una crisi di governo, evitato la caccia alle streghe, scongiurato la blindatura delle frontiere e non ultimo fatto partire una bella inchiesta, se non governativa almeno giornalistica...

eurasio mondini

14 Luglio 2005
18:40

Finalmente vedo il filmato, che dire... se due indizi fanno una prova... che vergogna. Buonaserata.

Andrea