Arcoiris TV

Chi è Online

112 visite
Libri.itSNEAKER FREAKER. THE ULTIMATE SNEAKER BOOK!ALL-AMERICAN ADS 90SCABINS (CAPANNE) (IEP)KIWIHOLMES. TRAVELOGUES. THE GREATEST TRAVELER OF HIS TIME

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Tutti i filmati di EMERGENCY


Alberto Angela - Ulisse: il piacere dell'ignoranza


Tutti i filmati di Massimo Mazzucco

ArcoirisTV
3.7/5 (68 voti)
Condividi Segnala errore Tutti i filmati di Massimo Mazzucco

Codice da incorporare

Dimensioni video

Scheda da incorporare

Riproduci solo audio:
Arcoiris - TV
Critica di Massimo Mazzucco alla puntata di Ulisse del 21 maggio 2011 dedicata all'11 settembre

Visita il sito: www.luogocomune.net

3 commenti


Per pubblicare il tuo commento, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Riceverai una email con la richiesta di conferma.


30 Maggio 2011
09:39

http://undicisettembre.blogspot.com/ forse leggere questo aiuta un po a capire

tony

27 Maggio 2011
22:06

Credo che la pseudo informazione scientifica di A.Angela, altro non sia che pagliacciata convinta.

Lorenzo

26 Maggio 2011
09:34

Desidero aggiungere che ai comandi degli aerei vengono posti giovani che hanno fatto un paio di corsi su aerei leggeri e che quando si trovano di fronte a tutti gli strumenti di un aereo di linea non dovrebbero capirci nulla. Ma il secondo aereo arriva contro la torre dopo una lunga virata girando verso sinistra e mentre sta ancora virando, infatti ha l'ala destra più alta della sinistra, si schianta contro la torre. Cioè, il ragazzo a un certo punto gira la cloche di un pò e così a caso imposta una virata quasi perfetta e va a centrare la torre, commettendo solo un piccolo errore dato che l'aereo è un pò spostato a destra. E non effettua nessuna correzione di rotta dato che non si vede oscillare l'aereo. La virata verso il basso dell'aereo che si schianta sul pentagono poi è fenomenale, il foro che lascia è piccolo rispetto alle sue dimensioni e le ali non colpiscono le colonne laterali.

Alfonso Sabin