Guarda che Luna!

ArcoirisTV
La notizia della curiosa perdita da parte dellaNASA del nastro originale della prima passeggiata dell'uomo sulla Luna, hariportato d'attualità la questione sulla veridicità dei viaggi lunaristessi. Da una parte sembra impossibile pensare che gli americani sianoriusciti a mettere in atto una presa in giro di tale portata, ai danni delmondo intero, ma dall'altra le prove contro l'effettiva realizzazione deiviaggi non fanno che aumentare e rinforzarsi con il passare del tempo. Leprime a non reggere allo scrutinio dei professionisti del settore sono statele fotografie lunari, che mostrano gli evidenti segni delle pesantimanipolazioni che dovettero subire, per sembrare vere, in un'epoca in cui ilritocco digitale era un sogno ancora ben lontano dal formarsi.
Ma anche i diversi filmati delle sei missioni Apollo - da qualche annodisponibili a tutti, e da tutti liberamente scaricabili in Internet -denunciano incongruenze e "stranezze" che non si riescono a spiegare nellepresunte condizioni lunari (gravità ridotta di circa un sesto, assenza diatmosfera, ecc.), mentre appaiono perfettamete plausibili, se solo siipotizza che siano stati invece girati sulla terra.
Il caso più comune è quello di astronauti che saltellano leggeri sullasuperficie lunare, per diventare inspiegabilmente pesanti come macigni, nonappena cadano al suolo. Mentre questo è del tutto incomprensibile nellaridotta gravità lunare (completo di tuta e respiratore, l'astronauta nondovrebbe pesare più di 20 Kg. in tutto), la cosa diventa perfettamenteplausibile sulla terra, dove gli astronauti si muoverebbero sospesi aiclassici "fili invisibili" di Hollywood, che però smettono immediatamente difunzionare non appena la persona si trovi in posizione orizzontale.
Quello che presentiamo è un breve collage di scene, tratte da una nutritaserie di materiali simili, che stiamo analizzando e preparando nellasperanza di mettere insieme un quadro sufficientemente ampio da poternedeterminare una volta per tutte l'autenticità.
É vero che, se non fossimo mai andati sulla Luna, "non è comunque mortonessuno", ma è anche vero che nel frattempo milioni di miliardi di dollarisono stati ingurgitati e fatti sparire con la scusa di un progetto dicartapesta. E qualche onesto cittadino potrebbe anche sentirsi in diritto divoler sapere dove siano finiti tutti quei soldi, che bene o male alla fineerano pure i suoi.
Massimo Mazzucco
Visita il sito:
www.luogocomune.net