Arcoiris TV

Chi è Online

84 visite
Libri.itITALY AROUND 1900AIRES MATEUS 2002-2018LEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTIN.195 CARMODY GROARKE (2009-2018)BUILD YOUR OWN HUMAN SKELETON  LIFE SIZE!

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Totale: 10989

Desaparecidos tra Giustizia e Memoria

I documenti dei processi presso il Tribunale di Roma
Una serata intensa, di forte emozione politica e ideale, per ricostruire latragedia dei Desaperidos e la incredibile efferatezza della dittaturamilitare argentina.
Gli avvocati Giancarlo Mantiga e Marcello Gentili espongono gli importantisviluppi giudiziari in Italia, dove alcuni criminali argentini sono statiperseguiti e condannati per reati contro cittadini italo-argentini.
Gianni Perona, direttore dell'Istituto nazionale per la storia del Movimentodi Liberazione in Italia, illustra la decisione di acquisire pressol'Istituto tutta l'immensa documentazione acquisita in questi anni per iprocessi.
Sandro Sessa motiva l'impegno, lungo negli anni, della Lega per i diriti deipopoli a fianco dei familiari dei desaparecidos.
Dora Salas, dell'Associazione familiari desaparecidos, illustra l'impegnodell'Associazione in Argentina per una rinnovata memoria di quella terribilestagione.
Il console Carlo Salord rimarca con poche, ma forti parole, i nuoviorientamenti del governo e del corpo diplomatico argentino.
Daniela Benelli, assessore in Provincia, motiva l'impegno della Provincia diMilano per una rinnovata politica della memoria.
In apertura della serata è stato proiettato il documentario: "PoldaBarsottini, una mamma di Piazza di Maggio nata a Lucca", la drammaticastoria di Polda, nata in Italia ed emigrata a cinque anni in Argentina.
La serata è stata introdotta e condotta da José Luis Tagliaferro,vicepresidente di NuestraAmerica, e da Ferruccio Capelli, direttore dellaCasa della Cultura.
Incontro registrato mercoledì 31 maggio 2006 presso la Casa della Cultura di Milano
Visitia il sito: www.casadellacultura.it

08)- Intervento di Nilmaro Miranda

Lasciamola libera di crescere.
Lancio della campagna contro il turismo sessuale in Brasile


Anno aderito:
ARCI - Associazione Aracna di Roma - Associazione italiana sostenitori Fame Zero - Associazione di Solidarietà Internazionale Modena Terzo Mondo - Associazione Internazionale "Noi Ragazi Del Mondo" - Casa della Solidarietà di Quaratta - CICa Comunità Internazionale di Capodarco - Emergency - Gruppo Abele - Libera nomi e numeri contro le mafie - Provincia di Modena - Regione Toscana - Rete Radiè Resch - COOP ITALIA

Registrazione effettuata presso la sala C-602 Arte e Criaçao del World Social Forum di Porto Alegre 2005.

Visita il sito: www.stopsexualtourism.org

I nibelunghi - La morte di Sigfrido

"La morte di Sigfrido" - Sigfrido, figlio del re Sigismondo, viene informato che Crimilde, la sorella di Gunther, re dei Burgundi, è bellissima e si mette in viaggio per chiedere la sua mano. Durante il percorso affronta numerose prove nelle quali dimostra il suo coraggio: uccide il nano Alberico, guardiano del tesoro dei Nibelunghi, e perfino un drago. Come ulteriore prova richiesta per concedergli la mano di Crimilde, Gunther chiede il suo aiuto per vincere l'amazzone Brunilde, regina d'Islanda, ed ottenerne la mano. Sigfrido, grazie ad una maschera (il Tarhelm), diventa invisibile e permette a Gunther di sconfiggere Brunilde, ma commette l'errore fatale di confidare a Crimilde come ha aiutato il fratello. Crimilde si confida con Brunilde, rivelando lo stratagemma, e Brunilde chiede a Gunther la morte di Sigfrido.
Titolo originale: Die Nibelungen
Regia: Fritz Lang
Attori:Margarethe Schon - CrimildeHanna Ralph - Brunilde
Gertrud Arnold - Regina Ute
Aenne Roettgen - Dietlind ("La vendetta di Crimilde")

Kiam alvenos la fino


La canzone in Lingua Internazionale Esperanto, scritta a quattro mani dalmusicista Valerio Vado (musiche e arrangiamenti) e dall'esperantista AndreaFontana (testi).
Filmato è stato realizzato in occasione della manifestazione musicale Eastis West (8 luglio 2006, Cascina Monlué, Milano), alla quale hanno presoparte i Reverie (il gruppo musicale "progressive folk" fondato da Vado), enel corso della quale le due canzoni sono state eseguite per la prima voltain pubblico.
Andrea Montagner, presidente di ARCI Esperanto (di cui Fontana è socio), nelpresentare i Reverie ha indicato in questa lingua un'opportunità formidabiledi comunicazione egualitaria fra le persone, e nelle due canzoni eseguitedai Reverie una testimonianza delle notevoli potenzialità artistichedell'Esperanto, paragonabili (se non superiori) a quelle delle altre lingue.
Visita il sito:
www.arciesperanto.it

Don Ciotti: ecco le nuove povertà

4 milioni: è il numero dei poveri in Italia. Don Ciotti legge con amarezza e inquietudine notizie e dati dell?anno appena iniziato.
Visita il sito: www.gruppoabele.org

13)- Intervento di Francesco Paoloantoni

Manifestazione di protesta promossa da: Coordinamento Nazionale dei Girotondi e dei Movimenti, Arcoiris Tv, A.R.C.I., CGIL, Megachip, Articolo21, Carta.
Napoli - Palapartenope - 25 gennaio 2004
Una grande manifestazione estesa a tutta l'Europa per denunciare e gridare forte il nostro "ORA BASTA" allo sfascio dell'Italia.

42)- Passione di Dio, passione dell'uomo - Versione Tedesca

Inervento di Jürgen Moltman
Gemito dei viventi silenzio di Dio?
49° Corso di studi cristiani in dialogo con altre religioni - 23 - 28 Agosto 1991
Cortesia: La Cittadella di Assisi Visita il sito: ospitassisi.cittadella.org

Videomessaggio per il 2005 di don Vittorio Cristelli

don Vittorio Cristelli, già direttore di Vita Trentina e membro del Corerat.
Il video è stato realizzato dal portale internet Unimondo.org
Visita il sito: www.unimondo.org

Le 10 regole del controllo sociale di Noam Chomsky

L'elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l'attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche.

Vicenza: No Dal Molin. Concerto finale dell'Osteria Popolare Berica

Dopo il corteo, lo spettacolo teatrale di Dario Fo, il siparietto teatrale di Franca Rame e le opinioni di esponenti dei Comitati No-Dal Molinla giornata di manifestazione contro l'espansione della base militare americana a Vicenza si è conclusa con la musica.
A chiudere le danze salgono sul palco i vicentini dell'Osteria Popolare Berica, che da veri padroni di casa chiudonola manifestazione intrattenendo il pubblico fino a tarda serata.
Riprese effettuate a Vicenza, durante la manifestazione contro la base militare Dal Molin.
Visita il sito: www.altravicenza.it
Visita il sito: www.osteriapopolareberica.it