Arcoiris TV

Chi è Online

302 visite
Libri.itROBERT CRUMB. SKETCHBOOK, VOL. 4: 1982-1989BIKE DA TEMARIA SIBYLLA MERIAN. LA MAGIA DELLA CRISALIDELAURENT BENAÏMKLEIN (I) #BasicArt

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lettere ad Arcoiris

inviaci le tue opinioni, riflessioni, segnalazioni

Scrivi ad Arcoiris

Per inviare un lettera ad ArcoirisTV, riempi i campi sottostanti e clicca su "Invia". Se è la prima volta che scrivi, riceverai una email con un link ad una pagina che dovrai visitare per far sì che le tue lettere vengano sempre pubblicate automaticamente.

Informativa privacy

L’invio della "Lettera ad Arcoiris" richiede l’inserimento del valido indirizzo email del utente. Questo indirizzo viene conservato da ArcoirisTV, non viene reso pubblico, non viene usato per altri scopi e non viene comunicato ai terzi senza il preventivo consenso del utente.

maggiori info: Privacy policy

13 Aprile 2019 15:18

AUGURI DONNE, AUGURI AFRICA, AUGURI MONDO

130 visualizzazioni - 0 commenti

di Doriana Goracci

E' colpo di stato in Sudan e come meravigliarsi se avevano da mesi aumentato al popolo anche il prezzo del pane? L' Ansa riporta: "Al potere da 30 anni, si è dimesso il presidente Omar Al Bashir...arrestati funzionari di governo. Nella capitale Khartum, al quinto giorno di un sit in di protesta di migliaia di persone che invocavano la rinuncia di Bashir, ora la gente festeggia la sua uscita di scena. L'esercito sudanese ha circondato il palazzo presidenziale con uomini e mezzi. Militari sono anche entrati nella sede dell'emittente radiotelevisiva di Stato che trasmette da alcune ore marce militari, interrotte a più riprese solo per annunciare un imminente discorso a reti unificate. "
Cerco in rete e mi imbatto nell'articolo dell' amicaClaudia Sarritzu su FB per Globalist:"...Questa ragazza in piedi sul tetto di un automobile con un braccio alzato verso la folla sembra un quadro, una statua, un simbolo di coraggio, testa alta e resistenza. Ieri tanti suoi coetanei in Sudan l'hanno immortalata così con il loro smartphone mentre gridava "Thowra!" ("Rivoluzione!", in arabo). Si chiama Alaa Salah, ha soli 22 anni ed è una studentessa di Ignegneria. In questo momento la giovane, diventata nel giro di poche ore una icona mondiale, simboleggia la protesta antigovernativa contro Omar al-Bashir. Chi afferma che Alaa è la "statua della libertà sudanese" ha ragione. Ogni rivoluzione che si rispetti ha una sua immagine simbolo, forte che squarcia l'indifferenza intorno a una rivolta. A scattare questa fotografa è stata Lana Haroun a Khartoum, capitale del Sudan. "Alaa stava provando a dare un po' di speranza e di energia positiva, e ci è riuscita", ha raccontato la fotografa alla CNN. "In quel momento rappresentava tutte le donne e le ragazze sudanesi presenti al sit-in, stava mostrando loro la via. Alaa stava raccontando la storia della donna sudanese... era perfetta".
Ho tradotto da AFP.com un'intervista recentissima ad Alaa Salah che spiega alcuni suoi tweet: "...Sudan is for all"Volevo parlare a nome dei giovani.Volevo uscire e dire che il Sudan è per tutti.La mia voce non può essere soppressa" I suoi sostenitori hanno celebrato la giovane leader della protesta attraverso i social network, chiamandola "eroe" e "icona"."Questa immagine dal Sudan sarà nei libri di storia", ha scritto un utente.Ma mercoledì tardi ha twittato che aveva ricevuto "minacce di morte" dopo che il suo filmato è diventato virale..."
Poi incontro sempre in reteIslam Elbeiti,con un articolo in inglese dell'8 marzo, bassista jazz sudanese, parte integrante di questo nuovo Movimento. Dice che le donne sono la forza trainante delle recenti proteste del Sudan.Quasi il 60% della popolazione del paese ha meno di 30 anni, che per tutta la sua vita, l'unico leader che Elbeiti abbia mai conosciuto è stato Omar al-Bashir, che ha preso il potere in un colpo di stato militare nel 1989. Vuole un cambiamento.E gran parte del cambiamento che sta cercando ha a che fare con i vincoli della sua vita di donna in Sudan.Spiega che le donne sono il fronte, la sinistra e il centro della rivoluzione, che quando la gente ha iniziato a protestare,dicevano che 'Le donne dovrebbero rimanere a casa. " e loro hanno detto No.Elbeiti è una donna che ha scelto di essere una musicista e poi ha scelto di suonare la chitarra basso -- due decisioni che sfidano le convenzioni in Sudan.
"Quando suono musica dal vivo, e sono sul palco, non suono solo per me o con la mia band; suono, sperando che ci sia una ragazza seduta lì, che ha paura di salire sul palco e suonare. Voglio che si senta come se fosse tutto a posto, e che possa farlo."Elbeiti ha il suo show radiofonico a Khartoum chiamato "Jazzified."
E lei ancora racconta: "Attraverso lo spettacolo, cerco di mostrare l'importanza del jazz perché significa libertà di espressione, dialogo interculturale.Stiamo cercando di fare musica. Stiamo cercando di far sapere al mondo cosa sta succedendo, di far sapere alla gente che siamo tutti insieme. Non si tratta di proteste da parte di alcune persone, ma di tutti." SuTwitter scrive per il suo profilo "Non dipingo, né so come farlo, ma questa rivoluzione sta portando fuori parti in me che non sapevo esistessero


Provo una grande gioia, guardo i video, ascoltola Musica e credo non sia necessario dire perchè. Auguri Donne, Auguri Africa, Auguri Mondo.
Doriana Goracci
video foto e riferimenti su Agoravox Italia
https://www.agoravox.it/Sudan-colpo-di-Stato-Alaa-Salah.html



COMMENTA