Emergency

abbi il coraggio di pensare (Quintus Horatius Flaccus) - traduzioni

atrévete a pensar (Quintus Horatius Flaccus) - traduzioni

Fondazione Logos
Arcoiris TV

Chi è Online

218 visite
Libri.itLEONARDO DA VINCI. TUTTI I DIPINTI - #BibliothecaUniversalisROBERT CRUMB. SKETCHBOOK. VOL. 2: SEPT. 1968–JAN. 1975CALATRAVA (I) #BasicArtSILLY SWEATERS PER GATTIROMA. PORTRAIT OF A CITY (I E GB)

Fai un link ad Arcoiris Tv

Utilizza uno dei nostri banner!


Rivista ILLUSTRATI

Sfoglia riviste di Illustrati

Lingua: PORTOGHESE

Totale: 22

City Of God - 10 Years Later

Il documentario mostra cosa sia cambiato nella vita degli attori protagonisti del lungometraggio City of God del 2002. Gli attori che interpretarono Dadinho, Bené e Li'l Zé, così come l'attrice Alice Braga e il musicista e attore Seu Jorge, hanno partecipato a questo documentario dieci anni dopo aver recitato nel precedente film, diretto da Fernando Meirelles.

Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

Jango - como, quando e por que se derruba um presidente

O filme refaz a trajetória política de João Goulart, o 24° presidente brasileiro, que foi deposto por um golpe militar nas primeiras horas de 1º de abril de 1964. Goulart era popularmente chamado de "Jango", daí o título do filme, lançado exatos vinte anos após o golpe. A reconstituição da trajetória de Goulart é feita através da utilização de imagens de arquivo e de entrevistas com importantes personalidades políticas como Afonso Arinos, Leonel Brizola, Celso Furtado, Frei Betto e Magalhães Pinto, entre outros. O sugestivo slogan do filme foi "Como, quando e por que se derruba um presidente"2 .

O documentário captura a efervescência da política brasileira durante a década de 1960 sob o contexto histórico da Guerra Fria. Jango narra exaustivamente os detalhes do golpe e se estende até os movimentos de resistências à ditadura, terminando com a morte do presidente no exílio e imagens de seu funeral, cuja divulgação foi censurada pelo regime militar.

Os Anos JK - Uma Trajetória Política

O filme conta a trajetória do presidente brasileiro Juscelino Kubitschek, desde sua estréia como político, passando pela construção de Brasília e indo até a perda dos direitos políticos.

Milton Santos

Quando o mundo estava pautado pelo pensamento único da globalização o professor Milton Santos foi a voz discordante denunciando as perversidades do que chamou de globalitarismo, sistema econômico que provoca a concentração de riqueza entre os ricos e que distribui mais pobrezas para os desfavorecidos. O filme Encontro com Milton Santos ou o Mundo Global Visto do Lado de Cá apresenta a última entrevista do geógrafo Milton Santos, na qual ele traça um painel das desigualdades entre o norte rico e o mundo do sul saqueado, apresentando alternativas e um prognóstico otimista sobre o futuro da humanidade. Imperdível!

Aqua

Curta destinado a provocar impacto e discussao sobre o problema da poluicao das aguas, apresentando a progressiva poluicao das aguas de um riacho, ao longo do seu curso

Criancas autistas

La visione del mondo autistico, dove il movimento e il silenzio hanno la funzione del linguaggio.

74.STOP alla Distruzione del Mondo

L'Associazione STOP alla Distruzione del Mondo è una OSCIP (Organizzazione della Società Civile di Interesse Pubblico) inizialmente fondata a Parigi nel 1992 dalla psicanalista e scrittrice Claudia Bernhardt de Souza Pacheco che riunì un grande gruppo internazionale di individui e istituzioni dedicati alla preservazione della vita umana e della natura.Fra i suoi principi si trova il non compromesso con partiti politici, religioni, nazionalità, razze e interessi economici.Il principale orientamento scientifico e filosofico utilizzato dalla STOP è quello dello psicanalista, filosofo e scienziato sociale, Norberto Keppe, creatore del metodo della Psicoanalisi Integrale o Trilogia Analitica e autore di più di 30 opere sulla psicosociopatologia.I suoi obiettivi sono quelli di promuovere la coscientizzazione di massa della causa sociopsicopatologica dei problemi della nostra era e fornire più ferramenta a chi voglia lavorare per la loro soluzione.

Sul sentiero per Dakar world social forum 2011 - Islandia- Brasil

Islandia membro del Bahia black Movement parla della mobilitazione in Brasile per preparare il Forum sociale mondiale di Dakar e l'importanza del forum per il popolo nero in relazione alla diaspora.Intervista realizzata da: Focuspuller con Ciranda e E-Jossour Maroc . "Shared coverages for Another Possible World"

Visita il sito: www.worldsocialforum.info

Valsa para Bruno Stein

XXII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete
In un luogo sperduto nel nulla, lontano persino dai piccoli villaggi dell'interno del Brasile,vivono Bruno Stein e la sua famiglia. Tre generazioni in conflitto. La nipote, Verónica, non vedel'ora di scappare via; Valeria, la nuora, cerca di rassegnarsi alla propria solitudine (suo marito, il figlio di Bruno,
è camionista e vive per gran parte del proprio tempo sulla strada); Bruno Stein non si aspetta dalla vita altro che la morte.Bruno giunse in Brasile con la famiglia dalla Germania all'indomani della seconda guerra mondiale. Tutta la sua vita è stataforgiata dai rigidi precetti della morale protestante. Il tempo è trascorso e non riesce ancora a trovare un proprio spazio all'internodella famiglia. Le nipoti lo ignorano, la moglie ormai non rappresenta molto per lui e, soprattutto, la paura della morte lo accompagnaogni giorno. Bruno cerca di farsi assorbire dal lavoro nella sua fabbrica di mattoni, con le sue sculture di fango, ma nulla riesce più a motivarlo.L'arrivo di un nuovo impiegato, Gabriel, che ai suoi occhi appare simbolicamente come un arcangelo,mette in moto vari cambiamenti in quella che sembrava ormai una vita senza scopo.
Regia: Paulo NascimentoSceneggiatura: Paulo NascimentoFotografia: Roberto LagunaMontaggio: Claudio FagundesMusica: André TrentoSuono: André FittoniInterpreti: Walmor Chagas, Ingra Liberato, Marcos Verza, Fernanda MoroProduttore: Paulo Nascimento, Marilaine Castro da Costa, Beto Rodrigues, Walmor Chagas, Roberto Laguna, Rosilda FreitasProduzione: Accorde Filmes in co-produzione con Panda Filmes e Be FilmesAnno di produzione: 2007
Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org

NZINGA, Atabaques

XXII FESTIVAL DEL CINEMA LATINO AMERICANOConcorso Arcoiris TV - Premio del Pubblico in Rete
Le immagini e il ritmo delle navi dei negrieri che attraversavano l'oceano portando cumuli di corpiafricani da introdurre nel traffico di schiavi, l'attività con più alti profitti nel Brasile coloniale.Il film, apertamente dedicato a Nzinga M Bundi, regina africana di Matamba (eroina della resistenza inAngola nel 16 secolo), sottolinea il senso della resistenza culturale portata avanti nascostamente e in segreto,come la più grande conoscenza e forza della storia del popolo nero in Brasile. Vedremo due protagoniste: la figurasaggia di Mãe de Santo, custode della memoria africana e brasiliana, e l'iniziata Ana (ribattezzata poi Nzinga dallasacerdotessa del Candomblé), percussionista in cerca della conoscenza sulla scorta del "richiamo del tamburo",capace di un risveglio della coscienza nell'alveo di una grande avventura musicale.Il tamburo, infatti, ha sempre rappresentato il ritmo dei rituali di transizione: la nascita, la pubertà,il matrimonio e la morte, momenti in cui gli spiriti vengono richiamati come guida.Inizialmente si crea un cerchio di percussioni evocatrici della musica sacra che presto raggiungono un'esplosione di ritmo e poesia.Il Búzios (Oracolo africano, magico gioco di conchiglie) viene trattato come una terapia, capace di indirizzarel'anima di Ana, assetata di luce, verso la comprensione dei propri desideri in un momento di isolamentospirituale. Il film presenta stelle della musica popolare brasiliana come Naná Vasconcelos,Paulo Moura, Ilê Ayê, Banda Didá, Zé Neguinho do Coco, Lia de Itamaracá, gruppi di danza quali Bacnaré e Majê Molê...
Regia: Octávio Bezerra
Soggetto: Rose La Creta e Octávio Bezerra
Sceneggiatura: Rose La Creta Octávio Bezerra (collaborazione di Amílcar Claro)Diario Poetico: Elisa Lucinda
Fotografia: Hélio Silva e José Guerra
Montaggio: Sueli Nascimento
Musica (direzione): Naná Vasconcelos
Suono: Juarez Dagoberto
Interpreti: Taís Araújo, Lea Garcia, NanáVasconcelos, Paulão, Paschoal Villaboim, Mestre Leopoldina, Nestor Capoeira Gruposde dança Magê Mole e BacnaréProduttore: Rose La CretaProduzione: Olhar Feminino Produções LtdaAnno di produzione: 2006
Visita il sito: www.cinelatinotrieste.org